SCP-775
voto: +1+x
blank.png

Elemento #: SCP-775

Classe dell'Oggetto: Keter

Procedure Speciali di Contenimento: L'interazione con SCP-775 deve essere effettuata tramite assistenza robotica quando possibile. Se l'interazione umana diretta è necessaria, tutto il personale dovrà indossare una tuta hazmat corazzata Mk2 per atmosfere contenute in ogni momento. Se una tuta dovesse strapparsi, il soggetto deve essere immediatamente messo in quarantena ed esaminato per eventuali segni di infestazione. L'area di contenimento deve essere rivestita da uno strato di lamiera d'acciaio con giunzioni montate saldamente in modo da non compromettere l'integrità strutturale. L'unico punto di accesso all'area di contenimento deve restare la camera stagna bidirezionale. Le camere adiacenti saranno inondate di candeggina se una qualsiasi istanza di SCP-775 dovesse venire rilevata al suo interno. Queste rimarranno sommerse per cinque minuti o fino a quando tutti gli SCP-775 non saranno stati terminati. L'area di contenimento deve essere irrorata di candeggina mensilmente per contenere la densità demografica di SCP-775. I pasti non devono superare le due [DATI CANCELLATI] forniti solo a discrezione del Comando del sito.

Descrizione: SCP-775 sembra essere una forma di aracnide dell'ordine Ixodida, più comunemente noto come zecca. È di dimensioni significativamente più grandi, con la maggior parte delle istanze adulte che, quando non ingrossate, raggiungono una dimensione paragonabile a quella di un nichelino americano. La loro colorazione varia da nero, rosso, giallo, grigio a varie sfumature di questi. Gli adulti possiedono otto zampe, mentre i giovani ne possiedono solo sei. SCP-775 è in grado di fare piccoli salti e si sposta molto rapidamente lungo le superfici solide.

SCP-775 ha una struttura corporea flessibile, ma è molto più robusto della comune zecca ed è in grado di sopravvivere a schiacciamenti, tagli o lacerazioni con danni minimi o nulli. Inoltre è in grado di appiattirsi per passare attraverso fessure di 0,25 cm. SCP-775 può gonfiarsi fino a quattro volte la sua dimensione originale quando si nutre, sebbene ciò ostacoli leggermente la sua capacità di muovimento. Anche le gambe di SCP-775 sono molto resistenti e nel tempo sono in grado di danneggiare pure il cemento.

SCP-775 si nutre in modo simile alla comune zecca, ma per un periodo di tempo più esteso. SCP-775 inietta sia un enzima per aumentare il flusso sanguigno che un enzima in grado di liquefare gli altri tessuti corporei. Quest'ultimo enzima attaccherà tutti i tessuti tranne quelli che compongono gli strati cutanei. SCP-775 quindi si nutrirà del sangue e del tessuto liquefatto fino a quando non sarà completamente ingrossato. Deporrà infine un sacco larvale contenente 20-30 nuovi SCP-775 sopra o vicino al soggetto ospite per poi continuare a nutrirsi.

SCP-775 si nutre di qualsiasi animale vertebrato e continuerà a nutrirsi e riprodursi sull'ospite fino a quando questo non sarà più in grado di fornirgli sostanze nutritive. Le istanze giovani di SCP-775 spesso si nascondono sotto la pelle e tentano di nutrirsi direttamente dei tessuti in liquefazione. Gli ospiti saranno completamente svuotati alla fine del processo, riducendosi solo a strati cutanei esterni. SCP-775 riempirà quindi la pelle di uova e ripartirà alla ricerca di un nuovo ospite. Gli ospiti durante le fasi avanzate dell'infestazione sono descritti come "gonfi" o "deformi", molte volte con più SCP-775 conficcati in vari punti del corpo. Le pelli "nido" sono spesso riempite fino al massimo della loro capacità. SCP-775 è in grado di riprodursi due giorni dopo essere nato dato che le uova impiegano in media 24-30 ore per schiudersi. Questo ciclo di vita accelerato e la capacità di resistere alla maggior parte delle forme di danno fisico fanno sì che SCP-775 sia in costante esplosione demografica. La candeggina sembra essere efficace nel contenere SCP-775 in quanto la maggior parte degli esemplari muore dopo alcuni minuti d'immersione.

Note sul Recupero:
SCP-775 è stato scoperto a [DATI CANCELLATI]. I membri della famiglia Stull sembrano essere stati i primi infettati. Le squadre di recupero hanno trovato solo un maschio adulto ed una giovane femmina ancora in vita nella casa, presumibilmente ███████ (età ██) e █████ (età ██) Stull. Entrambi erano in fasi molto avanzate di ████████ ██ infestazione, rendendo difficile la loro identificazione. La maggior parte delle istanze di SCP-775 sembrava essersi fissata alle mani, ai piedi, al viso e all'addome dei soggetti. I restanti membri della famiglia sono stati trovati nel seminterrato, utilizzati come "nidi" da SCP-775. Una delle pelli era già esplosa ed era stata scartata. Nella casa erano presenti diverse migliaia di istanze di SCP-775 e non è noto se i soggetti usati come "nidi" siano stati trasportati nel seminterrato da SCP-775, dai restanti membri della famiglia, o se siano morti lì naturalmente. Le prove raccolte dai nidi hanno permesso di individuare delle similitudini nella biologia e nel ciclo riproduttivo di SCP-775 e SCP-1655; se dovessero essere scoperti nidi contenenti istanze di uno o dell'altro elemento, devono essere distrutti.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License