SCP-722
voto: 0+x

Elemento#: SCP-722

Classe dell'Oggetto: Keter

Procedure Speciali di Contenimento: Data la natura di SCP-722, un metodo effettivo di contenimento non è stato ancora testato. Le misure di contenimento attuali si focalizzano correntemente sul mantenerne il suo stato attuale fino a quando una soluzione più efficace e permanente non sarà trovata. L 'attività neurale, cardiaca e temperatura interna dell'artefatto deve essere monitorata per tutto il tempo, così come ogni variazione nell'integrità e nel volume del ghiacciaio nel quale SCP-722 correntemente risiede, in particolar modo il ghiacciaio di Kangerdlugssuaq. Otto punti di accesso esistono in varie porzioni del ghiacciaio, ognuna sigillata ermeticamente, con materiali fonoassorbenti allineati all'interno del ghiacciato. Ad un intervallo di quattro ore, azoto liquido deve essere pompato nella stanza, per abbassarne il più possibile la sua temperatura.

L'Accesso alla camera di SCP-722 deve essere permesso solo nell'eventualità di una manutenzione di emergenza, la quale deve essere effettuata da una squadra di Personale di Classe D, con almeno due agenti che dispongano di livello di sicurezza 3. A chiunque venga concesso l'accesso alla camera di SCP-722 deve equipaggiarsi con una tuta predisposta per temperature polari e un set per la visione notturna, siccome la camera interna non è illuminata. Il personale di sicurezza dovrebbe essere dotato con una pistola a dardi con silenzatore e deve essere estremamente accorto nel suo utilizzo. Nel caso in cui un qualunque membro del personale coinvolto in un'operazione di manutenzione, manometta l'artefatto in un qualunque modo, dovrà essere terminato immediatamente a prescindere dall'autorizzazione di sicurezza. Al personale di sicurezza è richiesto di fare rapporto del loro status ad un intervallo di 10 minuti. Nell'eventualità di un ritardo nei rapporti, la camera interna deve essere inondata di azoto liquido fino a cessazione di ogni attività vitale al suo interno.

Gli agenti che entrano nel perimetro di SCP-722 sono tenuti a non toccare l'artefatto in quanto è estremamente instabile. Le estremità di SCP-722 devono essere evitate ad ogni costo. Nell'eventualità di un contatto con l'artefatto, gli agenti devono uscire immediatamente e fare rapporto alla base medica per disintossicamento.

Descrizione: SCP-722 è stato trovato nei ghiacciai ad est della Groenlandia da attivisti di Greenpeace che stavano girando un documentario sugli effetti del Surriscaldamento Globale. Scendendo in un crepaccio che si è aperto sul margine sud del ghiacciaio di Kangerdlugssuaq, scoprirono una rete di tunnel all'interno del ghiacciaio, eventualmente raggiungendo una serie di camere più grandi che sembravano contenere un gigantesco corpo serpentiforme. Dopo un'altra ora di esplorazione, la squadra lasciò il ghiacciaio, raggiungendo la vicina città di ██████████. Nel giro di poche ore la maggior parte del team si lamentò di svariati sintomi, che variano da linfonodi gonfi a rapide necrosi della pelle. Al calare della notte l'intera squadra morì. Un operativo SCP in vacanza venne a conoscenza della storia e inviò una notifica all'alto comando.

SCP-722 è , da quanto si è scoperto, un serpente terrestre, di incredibile dimensione, lunghezza e larghezza, arrotolato attraverso una serie di tunnel di origine sconosciuta. La maggior parte dei tunnel nel perimetro di SCP-722 sono completamente lisci, sebbene alcune parti, specificatamente sui percorsi vicino alla testa e alla coda dell'artefatto, sono segnati con una qualche forma di antica scrittura Nordica. Tutti i tentativi di tradurre tale scritto sono falliti, e il dialogo sembra addirittura precedente ai primi insediamenti sull'isola di Erik il Rosso all'inizio dell'11mo Secolo. Nessun riscontro storico di precedenti insediamenti in Groenlandia è stato trovato, quindi la fonte di tale scritto è correntemente un mistero.

SCP-722 è chiaramente in uno stato di sonno prolungato, e molte parti del corpo della creatura sono all'interno del ghiacciaio, possibilmente dovuto a crolli , o durante il processo di glaciazione durante i lunghi anni. Mentre questo normalmente comporterebbe una classificazione dell'oggetto ad Euclid, le immense dimensioni di SCP-722 (correntemente stimate dagli otto ai dodici chilometri)potrebbero rappresentare una minaccia alle vicine città o addirittura al mondo intero, nel caso si risvegliasse. In più, l'artefatto possiede fenomenali abilità difensive (vedere documento allegato , #722-A)

Documento #722-A: Tossina non-identificata "722"

La pelle di SCP-722 sembra secernere una potente tossina che ha correntemente eluso tutti i tentativi di identificazione. I sintomi variano largamente, caso per caso, ma il risultato finale è inevitabilmente la morte. Tutti i tentativi di crearne un antidoto è fallito. Anche la raccolta di tale veleno, per campionatura o uso bellico è stato un fallimento. Il veleno sembra deteriorarsi rapidamente dopo aver abbandonato il suo ospite, diventando completamente inutilizzabile all'arrivo nel laboratorio. Il recupero si è dimostrato essere fatale, non importa quante precauzioni riguardo materiali pericolosi, vengano implementate. Data la perdita di forza lavoro e l'estrema difficoltà di ottenere più personale data la dimensione di questo avamposto, raccomandiamo la cessazione di ulteriori sperimentazioni.

Documento #722-B Capacità "Difensive?"

I dottori ███████, ██████████, ██████, e l'agente ████████████ (3-103-589) hanno contribuito a provare che il veleno di SCP-722 non è difensivo di per sè, in natura, ma inteso per essere usato come arma. Questa teoria è iniziata a circolare in base al rapporto [DATI CANCELLATI] riguardo l'incidente [DATI CANCELLATI]. Dato l'annebbiamento del veleno nella zona più a nord del ghiacciaio, ed esami postumi degli afflitti, sembrerebbe che l'artefetto respiri il veleno in una forma meno potente ma comunque letale. Mentre il veleno come arma non è stata riscontrata nei rettili di natura terrestre, è stato annotato, su richiesta del nostro team di ricerca.

Documento #722-C, Memo: Moratorium o spedizione nel ghiacciaio

Incursioni nel ghiacciaio sono proibite, con effetto immediato , eccetto nel caso di manutenzioni di emergenza. Dall'incidente [DATI CANCELLATI] è stato notato un aumento dello 0.9% nell'attività neurale. Tutto il personale non autorizzato che tenti l'accesso nell'interno del ghiacciaio deve essere terminato senza spiegazione, a prescindere dal suo livello di sicurezza. Gli agenti e il personale non-essenziale sono stati imprudenti nella manutenzione dell'artefatto " lo ribadisco ancora una volta. Stiamo avendo a che fare con un'emergenza mondiale, in quanto questo è un SCP di livello Keter. Se il Sito 103 rimarrà attivo, allora dobbiamo vigilare riguardo i protocolli di sicurezza standard. Il mio predecessore è stato rimosso dal suo incarico per questo motivo. Seguite i suoi passi e vi troverete voi stessi nei suoi panni." -Brig. Gen ████ ███████ (4-103-002)

Documento #722-D : Memo: Proposta spiegazione della tossina

Il Dottor █████████ ha ipotizzato che potrebbe sussistere una relazione filogenetica tra SCP-722 e altri grandi rettili, specificatamente posizionandola come una lucertola senz'arti o "di vetro" vicino al gene del Varano (inclusi Varanus komodoensis o Drago di Komodo) , e citando la sua immensa taglia e l'utilizzo di un agente necrotico prodotto dalla sua bocca come arma predatoria. E' stato proposto che una squadra sia inviata ad acquisire campioni di tessuto vivente per test genetici e , se possibile, ulteriori campioni della tossina per cercarne attività batteriologica o residua.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License