SCP-7009
SCP-7009
By: Civil WesternCivil Western
Published on 27 Nov 2022 18:46
voto: +2+x

What this is

A bunch of miscellaneous CSS 'improvements' that I, CroquemboucheCroquembouche, use on a bunch of pages because I think it makes them easier to deal with.

The changes this component makes are bunch of really trivial modifications to ease the writing experience and to make documenting components/themes a bit easier (which I do a lot). It doesn't change anything about the page visually for the reader — the changes are for the writer.

I wouldn't expect translations of articles that use this component to also use this component, unless the translator likes it and would want to use it anyway.

This component probably won't conflict with other components or themes, and even if it does, it probably won't matter too much.

Usage

On any wiki:

[[include :scp-wiki:component:croqstyle]]

This component is designed to be used on other components. When using on another component, be sure to add this inside the component's [[iftags]] block, so that users of your component are not forced into also using Croqstyle.

Related components

Other personal styling components (which change just a couple things):

Personal styling themes (which are visual overhauls):

CSS changes

Reasonably-sized footnotes

Stops footnotes from being a million miles wide, so that you can actually read them.

.hovertip { max-width: 400px; }

Monospace edit/code

Makes the edit textbox monospace, and also changes all monospace text to Fira Code, the obviously superior monospace font.

@import url('https://fonts.googleapis.com/css2?family=Fira+Code:wght@400;700&display=swap');
 
:root { --mono-font: "Fira Code", Cousine, monospace; }
#edit-page-textarea, .code pre, .code p, .code, tt, .page-source { font-family: var(--mono-font); }
.code pre * { white-space: pre; }
.code *, .pre * { font-feature-settings: unset; }

Teletype backgrounds

Adds a light grey background to <tt> elements ({{text}}), so code snippets stand out more.

tt {
  background-color: var(--swatch-something-bhl-idk-will-fix-later, #f4f4f4);
  font-size: 85%;
  padding: 0.2em 0.4em;
  margin: 0;
  border-radius: 6px;
}

No more bigfaces

Stops big pictures from appearing when you hover over someone's avatar image, because they're stupid and really annoying and you can just click on them if you want to see the big version.

.avatar-hover { display: none !important; }

Breaky breaky

Any text inside a div with class nobreak has line-wrapping happen between every letter.

.nobreak { word-break: break-all; }

Code colours

Add my terminal's code colours as variables. Maybe I'll change this to a more common terminal theme like Monokai or something at some point, but for now it's just my personal theme, which is derived from Tomorrow Night Eighties.

Also, adding the .terminal class to a fake code block as [[div class="code terminal"]] gives it a sort of pseudo-terminal look with a dark background. Doesn't work with [[code]], because Wikidot inserts a bunch of syntax highlighting that you can't change yourself without a bunch of CSS. Use it for non-[[code]] code snippets only.

Quick tool to colourise a 'standard' Wikidot component usage example with the above vars: link

:root {
  --c-bg: #393939;
  --c-syntax: #e0e0e0;
  --c-comment: #999999;
  --c-error: #f2777a;
  --c-value: #f99157;
  --c-symbol: #ffcc66;
  --c-string: #99cc99;
  --c-operator: #66cccc;
  --c-builtin: #70a7df;
  --c-keyword: #cc99cc;
}
 
.terminal, .terminal > .code {
  color: var(--c-syntax);
  background: var(--c-bg);
  border: 0.4rem solid var(--c-comment);
  border-radius: 1rem;
}

Debug mode

Draw lines around anything inside .debug-mode. The colour of the lines is red but defers to CSS variable --debug-colour.

You can also add div.debug-info.over and div.debug-info.under inside an element to annotate the debug boxes — though you'll need to make sure to leave enough vertical space that the annotation doesn't overlap the thing above or below it.

…like this!

.debug-mode, .debug-mode *, .debug-mode *::before, .debug-mode *::after {
  outline: 1px solid var(--debug-colour, red);
  position: relative;
}
.debug-info {
  position: absolute;
  left: 50%;
  transform: translateX(-50%);
  font-family: 'Fira Code', monospace;
  font-size: 1rem;
  white-space: nowrap;
}
.debug-info.over { top: -2.5rem; }
.debug-info.under { bottom: -2.5rem; }
.debug-info p { margin: 0; }
/* source: http://ah-sandbox.wikidot.com/component:collapsible-sidebar-x1 */
 
#top-bar .open-menu a {
        position: fixed;
        top: 0.5em;
        left: 0.5em;
        z-index: 5;
        font-family: 'Nanum Gothic', san-serif;
        font-size: 30px;
        font-weight: 700;
        width: 30px;
        height: 30px;
        line-height: 0.9em;
        text-align: center;
        border: 0.2em solid #888;
        background-color: #fff;
        border-radius: 3em;
        color: #888;
}
 
@media (min-width: 768px) {
 
    #top-bar .mobile-top-bar {
        display: block;
    }
 
    #top-bar .mobile-top-bar li {
        display: none;
    }
 
    #main-content {
        max-width: 708px;
        margin: 0 auto;
        padding: 0;
        transition: max-width 0.2s ease-in-out;
    }
 
    #side-bar {
        display: block;
        position: fixed;
        top: 0;
        left: -20em;
        width: 17.75em;
        height: 100%;
        margin: 0;
        overflow-y: auto;
        z-index: 10;
        padding: 1em 1em 0 1em;
        background-color: rgba(0,0,0,0.1);
        transition: left 0.4s ease-in-out;
 
        scrollbar-width: thin;
    }
 
    #side-bar:target {
        left: 0;
    }
    #side-bar:focus-within:not(:target) {
        left: 0;
    }
 
    #side-bar:target .close-menu {
        display: block;
        position: fixed;
        width: 100%;
        height: 100%;
        top: 0;
        left: 0;
        margin-left: 19.75em;
        opacity: 0;
        z-index: -1;
        visibility: visible;
    }
    #side-bar:not(:target) .close-menu { display: none; }
 
    #top-bar .open-menu a:hover {
        text-decoration: none;
    }
 
    /* FIREFOX-SPECIFIC COMPATIBILITY METHOD */
    @supports (-moz-appearance:none) {
    #top-bar .open-menu a {
        pointer-events: none;
    }
    #side-bar:not(:target) .close-menu {
        display: block;
        pointer-events: none;
        user-select: none;
    }
 
    /* This pseudo-element is meant to overlay the regular sidebar button
    so the fixed positioning (top, left, right and/or bottom) has to match */
 
    #side-bar .close-menu::before {
        content: "";
        position: fixed;
        z-index: 5;
        display: block;
 
        top: 0.5em;
        left: 0.5em;
 
        border: 0.2em solid transparent;
        width: 30px;
        height: 30px;
        font-size: 30px;
        line-height: 0.9em;
 
        pointer-events: all;
        cursor: pointer;
    }
    #side-bar:focus-within {
        left: 0;
    }
    #side-bar:focus-within .close-menu::before {
        pointer-events: none;
    }
    }
}

voto: +2+x
blank.png

SCP-7009

SCP-7K%20Thumbnail.png

All Roads Lead To Rome

Mars%20Theater.png

SCP-7009-018 scoperto dal rover Curiosity su Marte.

Oggetto №: SCP-7009

Classe dell’Oggetto: Euclid N/A

Procedure Speciali di Contenimento: Il web crawler I/O MINERVA deve monitorare Internet e i media alla ricerca di parole chiave relative a casi di SCP-7009 appena scoperti, che devono essere nascosti o screditati se necessario.
AGGIORNAMENTO: A seguito della dissoluzione del Velo, Il contenimento di SCP-7009 è cessato. Le ricerche proseguiranno in collaborazione con l'Istituto di Scienze Anomale di Pechino.

Descrizione: SCP-7009 è un fenomeno probabilistico universale collegato all’antica Roma.

Istanze di SCP-7009 Descrizione
SCP-7009-004 La designazione collettiva di 31 incidenti individuali in cui un generatore di testo casuale ha prodotto completamente l’Eneide.Un poema epico del poeta Publio Virgilio Marone. Scansioni indicano che nessuna attività taumaturgica od ontocinetica è stata coinvolta.
SCP-7009-018 Una replica 3:2 del teatro Romano di Dougga.Un antico teatro in quello che era il Governatorato di Béja della Tunisia. È stato il luogo dell’annuale Festival Internazionale di Dougga fino al 2025, quando gli Eventi Léte locali hanno reso impossibile l'organizzazione dell'evento. scoperto su Marte. Sembra essersi formato naturalmente dalla roccia circostante tramite l’erosione. Non è stata rilevata alcuna attività taumaturgica od ontocinetica.
SCP-7009-095 Un meteorite a forma del Sarcofago di Velletri.Un sarcofago romano ornato e scolpito tra il 140–150 dC. è stato scoperto sulla superficie di Plutone. Le analisi suggeriscono che la sua collusione con la superficie del pianeta nano lo ha danneggiato in modo tale da determinare la sua forma attuale. Non è stata rilevata alcuna attività taumaturgica od ontocinetica.
SCP-7009-146 La Lingua Phehma.La lingua principale dei Phehmat, una specie aliena che comunica con l’espulsione di gas dalle articolazioni del loro esoscheletro. Nonostante il modo di comunicare dei Phehmat sia estremamente diverso, la forma scritta della Lingua Phehma è funzionalmente indistinguibile dal latino classico.
SCP-7009-264 Una colonna della vittoria romana di 4,3 km per 0,9 km sul pianeta TRAPPIST-1e. Sembra che in precedenza fosse una montagna che è stata afflitta da un'estrema attività sismica.
SCP-7009-338 Omicron Ceti. Stella gigante rossa, pulsante e variabile, che dista circa 200-400 anni luce dal Sole. Fa parte della costellazione terrestre di Cetus. I suoi spostamenti irregolari di luminosità, se osservati attraverso più secoli, possono essere letti come codice Morse, tradotti come "VENI VIDI VICI".
SCP-7009-509 La civiltà aliena che esisteva in passato sul pianeta Kepler-753b, fondata da una specie di corallo animato. La loro cultura e gran parte della loro storia conosciuta sono quasi identiche a quelle dell'Antica Roma. Kepler-753b ha subito uno scenario di Fine del Mondo di Classe XK circa 1,2 miliardi di anni fa, quando il suo supervulcano più grande ha eruttato. Le prove di vita su Kepler-753b esistono solo grazie allo spesso strato di cenere vulcanica che da allora ricopre l'83,1% della superficie del pianeta.

SCP-7009 sembra essere una forma di "probabilità convergente". Così come l'evoluzione convergente è il fenomeno evolutivo di specie non correlate che raggiungono risultati analoghi, la probabilità convergente è il fenomeno causale di cause diverse che producono gli stessi effetti.

Fin da bambina sono stata ossessionata dal tentativo di dare un senso all'universo. Essendo entrata nell'adolescenza poco dopo la caduta del Velo, sono cresciuta nella conseguente mania culturale per le anomalie. Era inevitabile, col senno di poi… essere una ragazzina di undici anni e scoprire che la magia era reale? Ha catturato ogni mio momento di veglia. Come non avrebbe potuto esserlo?

Per la mia giovane mente era allo stesso tempo affascinante e terrificante sbirciare dietro al velo della Fondazione, scoprire che il mondo era così pieno di cose che non potevano essere spiegate e nemmeno descritte. Era un sogno da svegli e un incubo irreparabile. Non riuscivo a staccarmi. Più imparavo, più capivo quanto poco avrei mai conosciuto.

Quando ho iniziato il mio incarico all'Istituto di Scienze Anomale di Pechino, ho iniziato a trovare un po' di sollievo da questo orrore esistenziale nella teoria del caos. Il mondo è imprevedibile e insondabilmente strano, sì, ma tutto funziona ancora in base a un complesso sistema di leggi fondamentali. Consideriamo la seconda legge della termodinamica; nonostante tutto, si può almeno confidare che l'universo progredisca sempre verso uno stato di minore energia. L'entropia offre una sorta di cupo conforto nella sua assoluta certezza.

Queste preoccupazioni filosofiche non erano lontane dalla mia mente quando ho iniziato a studiare SCP-7009. Ancora una volta, mi sono trovata di fronte a un universo che non aveva senso. SCP-7009 non dovrebbe essere possibile senza un certo grado di alterazione della realtà… ma ovunque l'abbiamo trovato, i livelli di Hume sono sempre risultati stabili. Non è stata mai trovata alcuna traccia di attività taumaturgica od ontocinetica.

SCP-7009 è semplicemente figlio del caso… ma il "caso" non esiste. Il caos è il risultato di leggi incommensurabilmente complesse. E così, mentre fisso questo abisso di assoluta improbabilità, mi ritrovo a rivedere il mio vecchio mantra:

L'universo progredirà sempre verso uno stato di minore energia. Le strade porteranno sempre a Roma.

— Dott.ssa Xiu Huang

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License