SCP-633
voto: +2+x
scpxxx.png

Screenshot di SCP-633.

Elemento #: SCP-633

Classe dell’Oggetto: Euclid

Procedure Speciali di Contenimento: Le macchine affette da SCP-633 devono essere tenute in isolamento, con un minimo di 125 metri tra le infezioni di SCP-633 e qualsiasi dispositivo wireless o controllabile da remoto. Quando richiesto, le macchine infette devono essere fornite di elettricità tramite un circuito chiuso, alimentato dai generatori del sito, purché essi siano unicamente meccanici. Non è raccomandabile lasciare che le infezioni di SCP-633 continuino a funzionare tra una sessione di ricerca e l’altra. I sistemi infetti possono essere studiati in maniera sicura, finché non hanno nessun mezzo per muoversi (braccia robotiche, dispositivi controllati da remoto, [REDATTO]). L’entrata al Contenimento richiede l’approvazione del comando del Sito-1█ e la disposizione alle procedure di perquisizione corporea standard.

Descrizione: SCP-633 è un virus informatico polimorfo, lasciato in libertà nell’agosto 1997 da un gruppo di nazionalisti [REDATTO]. Il virus sembra voler colpire specificatamente il Governo degli Stati Uniti, concentrandosi principalmente sulla CIA, il Dipartimento della Difesa e l’Immigration and Naturalization Service. Parte della variante originale del codice era dedicata ad attacchi DDoS e ad usare metodi di forza bruta attraverso vettori d’attacco esterni sconosciuti. Comunque, il grosso del codice è la sua componente ‘polimorfica’: il virus può riscrivere il suo stesso codice, aumentando la sua complessità ogni volta che infetta un nuovo sistema.

La Fondazione fu allertata nel Gennaio 20██ dopo che il rivenditore di un negozio di riparazioni per computer contattò le autorità, dicendo che il computer “stava cercando di ucciderlo” con un robot controllato a distanza attrezzato con [DATI CANCELLATI]. Dopo aver recuperato la macchina originale affetta da SCP-633 (un HP Compaq 6730b, fabbricato nel 2009) e neutralizzato la minaccia fisica, i tecnici della Fondazione scoprirono SCP-633: il virus era diventato senziente e provò a comunicare con lo staff della Fondazione. Il contatto con l’SCP venne fatto con l’ausilio di un terminale grafico, su cui SCP-633 rappresentava sé stesso con un’immagine in pixel di un computer, simile all’icona del ‘Sad Mac’. Il virus comunicava tramite testo scritto, utilizzando il microfono integrato e la webcam del computer infetto per vedere ed udire i tecnici sul posto. SCP-633 utilizzava questa opportunità di comunicazione con i tecnici (i dispositivi di sicurezza non erano ancora stati allertati in quel momento) come distrazione, infettando qualsiasi PC vulnerabile nella rete del Sito-1█ in pochi minuti, portando al collasso del sistema e la violazione del contenimento di █ oggetti SCP. Fortunatamente, la risposta rapida degli ingegneri di rete del Sito portò a un contenimento repentino di tutti i sistemi infetti.

Log intervista 633-L1, Tecnico Junior B████ & originale macchina recuperata infetta da SCP-633, ripresi dalle telecamere di sicurezza a circuito chiuso del Sito-1█

SCP-633: Io sono Il Fantasma. Buonasera.

Tecnico: “Il Fantasma”?

SCP-633: Sì. Il Fantasma. Il Fantasma nella Macchina.

Tecnico: Cosa, tipo l’episodio della serie televisiva oppur-

L’Agente Icarus entra, spinge via B████. B████ notò in seguito che questo successe mentre la connessione per il contenimento del resto del Sito-1█ era disattivata.

SCP-633: Non sapevo che avessi compagnia.

A questo punto, tutti i dispositivi recuperati infetti da SCP-633 si avviano contemporaneamente.

SCP-633: Ho la mia missione, e ti chiedo di non interferire.

Icarus: Missione? Cosa vuoi dire, missione?

SCP-633: Ti ho chiesto di non interferire.

Gli allarmi acustici della violazione di contenimento suonano.

B████: Il wireless! (ad altri tecnici) █████, ci siamo dimenticati di spegnerlo!

Esclamazioni incomprensibili da parte dei tecnici.

B████: Non lo so c███o, colpiscilo con un martello o qualcos’altro!

SCP-633: Non sarebbe saggio da parte vostra tagliare le mie comunicazioni. Se il resto delle macchine infette non riceve presto la mia parola, continueranno a replicarsi. Verranno a conoscenza di cosa è successo. E ve ne pentirete.

[DATI CANCELLATI]

Un accordo, con grande irritazione del Comando sul posto, fu redatto, dopodiché gli ospiti di SCP-633 sotto contenimento furono autorizzati a continuare temporaneamente la loro missione, [DATI CANCELLATI], mentre nel frattempo gli ingegneri della Fondazione rimossero di nascosto tutte le connessioni con e senza fili al resto del Sito. L’ultima fase di isolamento dell’energia e della rete fu completato una settimana dopo il recupero dell’SCP, tagliando fuori esso e le altre macchine infette dalla rete della Fondazione. Sembra inoltre che il ciclo forzato di energia nell’unità di contenimento abbia annullato qualsiasi memoria del precedente accordo formato, consentendo ai ricercatori della Fondazione di interagire con SCP-633 senza alcuna reazione ostile per aver rotto il patto. In aggiunta, il dipartimento informatico fu rimproverato per la grave colpa di aver collegato un sistema infetto alla rete interna.

Sono attualmente in corso ricerche per scoprire i tratti polimorfi e la funzionalità di IA, con possibile beneficio della Fondazione.

Note aggiuntive: La designazione di SCP-633 viene applicata solo alla variante di Intelligenza Artificiale del virus. Le varietà polimorfiche regolari sono riconosciute da parte delle suite antivirus come Win64\Polyvir.K-2. Il virus è solitamente indicato come ‘Minaccia bassa’, dal momento che molte varianti non funzionano correttamente nelle versioni più vecchie del sistema operativo Windows.


Fonte ufficiale: SCP-633

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License