SCP-5069
voto: +5+x
blank.png

Elemento #: SCP-5069

Classe dell’Oggetto: Safe

Procedure Speciali di Contenimento: Le copie in celluloide da SCP-5069-1 a 8 devono essere contenute all’interno di armadietti standard nell’ala di archiviazione media del Sito-28. Le istanze di SCP-5069 non possono essere prelevate senza il permesso dalla direzione di contenimento di SCP-5069 (Dott.ssa Jennifer Sinombre Dr. David Ciruela).

Alcuni agenti della Fondazione sono incaricati di monitorare comunità di occultisti e feticisti sessuali per individuare qualsiasi copia o menzione di SCP-5069. Tutte le istanze di SCP-5069 al di fuori di quelle contenute presso la Fondazione devono essere distrutte, e gli individui che hanno visto il contenuto delle istanze di SCP-5069, o che hanno tentato di ricreare gli atti sessuali rappresentati, devono essere sottoposti ad amnestici di Classe C.

Descrizione: SCP-5069 è una serie di otto filmati erotici (designati ciascuno da SCP-5069-1 a -8) prodotti tra il 1977 e il 1982. La durata delle istanze di SCP-5069 è compresa tra i 34 minuti e le quattro ore e pare siano state filmate tutte in un'unica ripresa (eccezion fatta per SCP-5069-4). SCP-5069 è stato creato da Francesco Castaldo (PdI-33906), anartista italiano attivo tra Venezia e New York dai primi anni ‘60 ai tardi anni ‘80, sotto lo pseudonimo di “Franko Spanko”.

Le istanze di SCP-5069 non possiedono intrinseche proprietà anomale. Si ritiene che gli atti sessuali rappresentati in SCP-5069 siano rituali taumatologici (taumaturgici), il cui scopo è attualmente ignoto; le ricerche procedono sotto la supervisione della Dott.ssa Jennifer Sinombre sono permanentemente terminate.

Dott.ssa Jennifer Sinombre - Annotazioni di ricerca, 5 Maggio 1986

Trascritte da un file di testo recuperato dal computer nell’ufficio della Dott.ssa Sinombre.

Jennifer N Sinombre, note preliminari per il progetto SCP-5069, 05/05/1968

il nuovo progetto è una serie di inquietanti filmati pornografici. non sono eccitata, ovviamente; a quanto pare ora sono un’esperta di erotica; magari se continuo abbastanza a lungo mi renderanno capo di un sotto-dipartimento di pornografia, e otterrò un aumento. Comunque, non sarà peggio dello scorso progetto - ho dovuto prendere una nuova tastiera, i fluidi di delfino non se ne volevano proprio andare.

la documentazione suggerisce che non siano nemmeno anomali, ma è ancora presto per dirlo - non ho ancora visto i film ma da quello che ho sentito su di loro e su Castaldo saranno sicuramente taumaturgici. sarà il caso di riprendere alcuni testi sul sesso tipo magick- crowley, parsons, de naglowska - nel caso sia importante.
i classe d che li hanno visti non hanno mostrato nessun sintomo anomalo, alcuni hanno chiesto di poterli rivedere, ma nessuna traccia di compulsione memetica- sono abbastanza sicura che lo spaccio non venda the swimsuit issue, quindi sarà il primo porno che vedono in anni. inizierò a guardarli oggi, dovrei finire per domani.

visti alcuni dei film non-anartistici di Castaldo ieri sera, giusto per capire il suo stile di regia. si concentra più sull’erotismo che sulle stranezze, anche se con una bella dose di surrealismo. sceglie scene classiche, pare amare l’estetica dell’antica Roma. stando ai critici il suo miglior lavoro è Le Barbare: sicuramente strano (un mix tra Caligola e Eraserhead) ma, devo dire, sono una fan.

AV mi ha appena detto che il proiettore è pronto. non posso portare il mio computer nella sala di visione, perciò si torna all'età della pietra.

Tavola 5069-A: Istanze di SCP-5069

Riassunti scritti dalla Dott.ssa Sinombre; le annotazioni trascritte fanno capo al taccuino proveniente dalla scrivania della stessa.

Istanza Titolo Riassunto
SCP-5069-1 Gli amanti baciati dal Sole Un uomo e una donna fanno l'amore in una spiaggia, iniziando dall'alba e continuando con varie posizioni fino a mezzodì. L'angolazione della telecamera cambia di modo tale che siano sempre ripresi in controluce. Nessuno dei due raggiunge l'orgasmo prima degli ultimi 33 secondi del filmato, a quel punto il sole aumenta la sua luce fintanto che gli attori non possono essere più visti.

durata di quasi 4 ore e mezza. Mi spiace per loro—ma che resistenza. forse editing? serve un controllo digitale per esserne sicuri. culto solare? rif. incrociati con Aten, Zunbil, Eliogabalo/Sol Invictus. titolo "Gli Amanti Baciati dal Sole" (sic) snz trait d’union—il sole bacia i suoi amanti? bisogna trovare la località della spiaggia— cfr. con tavole locali giorno/alba.
SCP-5069-2 Passione Bruciante Un gruppo di uomini si masturbano attorno ad un falò. Ogni volta che uno di loro eiacula nel fuoco, è sostituito da un altro attore, mentre il fuoco aumenta di intensità e grandezza. Dopo che venti uomini hanno eiaculato nel fuoco, gli attori non vengono più rimpiazzati; dopo che il venticinquesimo uomo se ne va, il fuoco inizia a morire nei successivi 30 minuti, disvelando una donna completamente nuda inginocchiata al centro. Ella si alza ed esce dallo schermo.

il fuoco da vita alla donna? il fuoco è la donna? doppio significato di "passione bruciante" -la passione è riscaldata ma essa (ovvero il seme) è ciò che è bruciato. effetti speciali o anomalia?
SCP-5069-3 Osso Profondo e ancora più Profondo Due uomini nudi1 lottano in un’arena di box. Il perdente di ogni round è costretto a fare fellatio al vincitore, e dopo che il vincitore raggiunge l’orgasmo iniziano un nuovo round. Questo si ripete per otto round, a questo punto ognuno dei due ha vinto quattro volte ciascuno. Dopo il round finale, agli attori sono dati due coltelli da un individuo fuori dallo schermo, e il film termina improvvisamente mentre i due si combattono un’altra volta ancora.

combattimento rituale. unico film senza donne; se Castaldo è etero ha senso. “osso profondo e sempre più profondo”, quest’uomo adora queste battute sul porno. possiamo identificare quei due uomini? avevano tatuaggi e cicatrici abbastanza evidenti.
SCP-5069-4 Un Milione di Piccole Morti Una carrellata di settantasette immagini ravvicinate di volti di donne mentre raggiungono apparentemente l’orgasmo. Ogni immagine dura poco più della precedente, e ogni attrice presente è sempre più anziana di quella che la precede. Alla fine dell’ultimo scatto, l’attrice guarda fissa l’obiettivo della telecamere per tre minuti finché il film non si oscura; una frase informa lo spettatore che questa ha sofferto di un attacco di cuore mentre erano in corso le riprese. Non c’è suono.

bello, in modo strano—"piccole morti" seguite da una vera. l’ultima donna è Lucia Scarletta, ex modella, sic. morta nel periodo delle riprese ma non possiamo confermare sia morta di fronte alla fotocamera. sacrificio umano? ma sacrificio umano per morte naturale. il silenzio totale è pure interessante, ulteriore simbolismo di morte?
SCP-5069-5 Penetrare Sotto la Pelle Due uomini e due donne fanno sesso in diverse posizioni; i loro movimenti sono tutt'uno con la musica di tamburi e strumenti a vento suonata da alcuni uomini e donne nudi sullo sfondo. Il tempo della musica aumenta nel corso del film, e così anche i movimenti degli attori; nei successivi tre minuti, ogni attore raggiunge l’orgasmo per poi collassare al suolo esausto. L’ultima attrice a collassare, è incoronata con rami di cipresso da uno dei tamburini, ed è trasportata fuori dallo schermo da tutti i musicisti alla fine del film.

quasi fosse una gara, per vedere chi dura più a lungo. la musica è simile a quella di alcuni rituali frigi–e quei rami di cipresso mi ricordano il culto di Attis/Cibele. (non c’è castrazione, ovviamente, ma mi viene da chiedermi che sarebbe successo se un uomo avesse vinto)
SCP-5069-6 Le Possibilità dell’Abbraccio Un numero imprecisato2 tra uomini e donne inizia un’orgia in varie posizioni e combinazioni. Tutte le donne hanno il mestruo. Dopo ventisette minuti dall’inizio del film, ogni attività sessuale si ferma; una donna si reca al centro di un anello formato dagli altri attori, e ognuno di questi disegna su di lei un simbolo coi fluidi mestruali3. Dopo che ogni persona ha disegnato il proprio simbolo, il cerchio di chiude e tutti i simboli vengono leccati via dagli altri partecipanti.

il più disordinato, il meno sexy. non una fan del sesso col ciclo. non sembra esserci alcun significato dietro il simbolismo rappresentato. Le lettere che gli attori hanno scritto non formano nessuna parola e non posso considerare questo il tuo miglior lavoro, Franco.
SCP-5069-7 Lei fa quel che le pare Una donna si spoglia mentre è sul palco di un club. Tutti i membri del locale indossano delle maschere animali. Quando è completamente nuda, invita una donna con la maschera da volpe sul palco, e iniziano un atto sessuale. Dopodiché, la cinepresa la segue nel retro e fuori per strada. Cammina nuda per le strade della cittadina vestendosi lentamente con vestiti che trova in giro; una volta completamente vestita, entra in un nuovo club, prende una maschera da volpe e siede tra il pubblico mentre sta per iniziare uno spogliarello.

ciclico. La danzatrice diventa la volpe, seduce la danzatrice e si ripete, non riesco a identificare la città–sembra europea, ma non ci sono insegne da nessuna parte, nemmeno i numeri sulle case. forse una dimensione alternativa? o forse solo regia. il sesso è più realistico qui che in molti porno lesbici.
SCP-5069-8 I Mille Portali del Corpo Una donna nuda seduta su un pavimento viola piastrellato, con un grande catino di fronte a lei. Usa l’acqua al suo interno per lavarsi i denti, gli occhi, narici, orecchie ed ombelico, per poi lavarsi la propria vagina, l’uretra e l’ano, il tutto recuperando le giuste cose fuori dalla videocamera. Si taglia sul proprio tallone con un coltellino svizzero, e lava la ferita con l’acqua rimanente. Si masturba brevemente. si distende sul pavimento e sembra addormentarsi. Il film si oscura nei successivi cinquantadue secondi.

l’ultimo apertamente sessuale. "I Mille Portali del Corpo"—ogni orifizio è un’entrata, ma verso cosa? aprire ogni porta & crearne una nuova–metafora per l’illuminazione? inoltre, unica scena di solo diversamente dalle altre (devo dire, la mia preferita).

Dott.ssa Jennifer Sinombre - Annotazioni di ricerca, 6 Maggio 1986

Documento trascritto da un blocchetto di appunti ritrovato sulla scrivania della Dott.ssa Sinombre.

J. N. SINOMBRE - 5/6/86

appena finito di vedere tutte le istanze di 5069. stesso stile di altri suoi lavori—linee confuse tra porno e film d’arte. nessuna correlazione diretta con magia del sesso che ho letto, ma molti di loro sembrano mistici o per lo meno nell’estetica. non li ho trovati particolarmente sexy, tranne forse 7 & 8–parere personale probabilmente, il D è parso apprezzarli.

4 e 8 non sono dei veri porno di per sé, il che è interessante—sono stati spacciati per tali, come tutti i lavori di castaldo. mi immagino la scena in uno di quelli squallidi teatrini pornografici. tizi che arrivano per farsi una sega e invece si vedono servita per un’ora intera questo. genio.

un confuso mix di simbolismo e rituali. derivati palesemente dalla religione/folklore/mitologia greca e medio orientale. molto di questo emerge ne le barbare, che è stato ambientato nell'antica scizia, tutta l’area del mar nero sembra essere importante per castaldo. tutto sembra magico, ma non è Magico; ritualistico, ma non nella giusta misura in cui si compie un rituale taumaturgico. potrebbe starmi sfuggendo qualcosa che ad un taumaturgo solo saprebbe. dovrei trovarne uno. che franco sia un taumaturgo?

devo avere più informazioni—prossimo mattino do un’occhiata al file PDI

File Persona di Interesse #33906: Francesco Castaldo

Compilato in origine nel maggio del 1970; ultimo aggiornamento nel dicembre del 1986.

FrankoSpanko.jpg

PdI-33906, 18 Giugno 1976

Nome di battesimo: Francesco Castaldo.

Alias conosciuti: Franco Spanko, Il Direttore, Christopher D'Omera.

Gruppi di Interesse Associati: Are We Cool Yet?

Data di nascita: 11 Gennaio 1941.

Nazionalità: Italiana per nascita; naturalizzato cittadino americano dal 1969.

Descrizione fisica: Maschio caucasico, capelli castani, occhi marroni. Altezza intorno a 1.8 m, peso attorno gli 85kg. Solitamente porta i capelli lunghi, e così anche la barba.

Segni particolari: Cicatrice sul ventre dovuta a intervento di appendicite; tatuaggio d’un occhio sul pettorale sinistro; tatuaggio d’un polipo animato in maniera anomala sulla spalla destra.

Ragioni d’Interesse: Precedentemente membro del collettivo “Are We Cool Yet?”; creatore di varie anomalie note, tra cui SCP-5069.

Altre PdI Associate: PoI-23325 ("Il Critico"), PoI-3337-A (Luisa Bellocchio, alias "La Fotografa" - deceduta), PoI-27901 (Rev. William Greene).

Abilità Anomale: Anartista, specializzato in fotografia e filmografia; possibili conoscenze taumaturgiche di basso livello.

Comportamento da tenere: Sola osservazione, bassa priorità.

Luoghi di Residenza: 480 Broome St, #33, New York, New York; Via Enrico Toti 18, Venezia, Italia.

Informazioni Biografiche: Nato in Friuli, Italia. I genitori, Maria e Gabriele Castaldo, erano partigiani antifascisti; il padre morì quando Castaldo aveva solo due anni. La madre si risposò con il fratello del suo defunto marito, Enrico, nel dopoguerra. La famiglia si trasferì poi nel 1950 a Venezia; il patrigno lavorava come scaricatore di porto, e la madre come stenografa.

Frequentò nel 1962 l’Accademia delle Belle Arte di Venezia. Entrò poi in contatto con l’ambiente anartistico veneziano grazie alla sua fidanzata di allora, Lucia Marinetti. Nel 1964, propose la sua candidatura presso la Medicea Accademia Dell'Arte Occulta (MADAO) che venne accettata; venne espulso da questa dopo soli sei mesi per atti di oscenità e blasfemia.

Si trasferisce a New York City nel 1967. Inizia a dirigere e a produrre film erotici non anomali, i più noti dei quali sono: Le Barbare e Rex Mundi (Re del Mondo), entrambi acclamati dalla critica, ma a cui seguì uno scarso successo commerciale. Nel 1968 iniziò i propri contatti con il collettivo anartistico “Are We Cool Yet?” e gli venne dato l’appellativo di “Il Direttore”, quando il direttore fondatore PdI-23328 ("Daniel Calderwood"), morì durante una performance di SCP-701 (vedasi Rapporto Incidente 701-██/██/1968). Nel 1969/70 inizia una relazione romantica con PdI-3337-A, Luisa Bellocchio (alias “La Fotografa”).

Nel 1975 lascia AWCY? e rompe la sua relazione con Bellocchio. Viene internato dentro a un centro riabilitativo per tossicodipendenti nell’ottobre del 1975, a seguito di abuso di alcolici e antidolorifici. Nel 1977 inizia a produrre una serie di film erotici, ora designati come SCP-5069, che completa nel 1982. Si presume che a causa del suicidio di Bellocchio sia ricaduto nella dipendenza da abuso di sostanze; da allora non è stato più molto attivo nel mondo dell’arte, pur avendo scritto alcuni romanzi, non anomali, sotto lo pseudonimo di “Cristopher D’Omera”.

Dott.ssa Jennifer Sinombre - Annotazioni di ricerca, 7 Maggio 1986

Documento copiato da un file di testo trovato all’interno del computer della Dott.ssa Simobre.

JN Sinombre 5/7/86

mi sembra che qualcosa manchi nel file pdi di franco. come possiamo essere così sicuro sia un taumaturgo? da quel che vedo, nulla nel suo passato può suggerire questa ipotesi. exploits sì, ma magia no. potrebbe esserci del materiale suppletivo da qualche parte, continuerò a cercare.

la m.a.d.a.o. compie alcuni atti taumaturgici ma da quel che vedo, la branca italiana ha buone relazioni con loro, e non si sono mai interessati d’altro se non anarte. beh, non la chiamano anarte, e non mi importa di quale sia l’equivalente italiano aristocratico del termine. ed è stato espulso in meno di un anno, che abbia a che fare con delle foto dei papi nudi? quella parte è particolarmente censurata, penso ci sia andato di mezzo il vaticano.

ho forse capito la località di -1. in tutta la mappa, non credo che riuscirò a capire il punto esatto. ci sono troppe spiagge che si affacciano ad est a questa latitudine corretta, e non sappiamo nemmeno in che parte dell’anno è stato filmato. chiederò al dio del sole più avanti.
potrei aver trovato uno degli attori in -3. non ha NESSUN senso. Tenete colonnello Henry Mostrich, esercito degli stati uniti, in pensione. felicemente sposato con Elizabeth Pavo Mostrich dal 1963. cuore viola al valore militare per distinto servizio prestato in vietnam. eroe di guerra, nonno, cittadino modello. il volto combacia, ma stando ai database medico militari, non ha nessuna cicatrice. trucco forse? perché mai avrebbe dovuto recitare nel film in primo luogo?

alcune considerazioni su -8. incise sul tacco ci sono alcune piccole incisioni, come fossero morsi di serpente. il lavaggio scorre su tutto il corpo, invertendo il flusso del chakra. potere del serpente kundalini? aprire gli orifizi=aprire le porte=aprire i chakra? devo verificare possibili contatti tra franco e il misticismo orientale.

jackpot - franco rilasciò un’intervista con una rivista d’arte subito dopo la pubblicazione di -8. mi farò recapitare dal dip. di anarte una copia.

Intervista con la rivista Anarte, Aprile 1982.

Questa intervista è stata pubblicata su Anarte, rivista d’anarte trimestrale pubblicata da un collettivo di anartisti poco fuori Backdoor Soho, nell’edizione di primavera del 1982.

Originario del Friuli, Francesco Castaldo, meglio noto come “Franco Spanko”, si è costruito un nome sulla scena veneziana con Papi senz’Abiti (1965), la sua serie di fotografie di nudo che ritraggono tutti i papi da San Pietro in poi. Dan Larsson di Anarte si è intrattenuto con Castaldo nel suo studio a Soho per parlare di ispirazione, metafisica e le proprietà mistiche del suo ultimo lavoro, la serie di film erotica L’Ottuplice Sentiero verso la Gloria.

Dan Larsson: Bene, da dove deriva l’ispirazione dietro L’Ottuplice Sentiero? Sembra parecchio esoterica, no?

Francesco Castaldo: Vede, nel ‘75 ho avuto alcuni problemi col bere e con certe pillole e sono entrato in un centro riabilitativo con una sindrome da privazione dei sensi… totale privazione dei sensi, i sigilli a me interni chiusero tutti i sensi… e mentre ero lì, fluttuante nel mio ritiro, completamente al di fuori della mia mente, ecco, ho avuto una visione. I regni superni si erano disvelati di fronte a me, e così tutti i loro poteri, i loro domini e le loro emanazioni; ho visto la vera trama del mondo, oltre quelle mura che noi chiamiamo realtà. E da tutta quella conoscenza, ho tratto otto rituali, i quali sono molto, molto più potenti del loro riflesso che troviamo nella magia e nella religione. Li ho fatti eseguire, e li ho filmati. E quei filmati, sono ora l’ Ottuplice Sentiero.

Larsson: Wow. È parecchio forte come immagine. Eppure, mi consenta di farglielo notare, un film porno non è esattamente il formato tradizionale per veicolare conoscenza occulta. Perché non scrivere un qualche tipo di grimorio, o fondare una setta alla quale passare i suoi segreti?

Castaldo: Beh, facciamo quello per cui siamo portati, non trova? Dante compose l’Inferno, Michelangelo realizzò la Cappella Sistina, e io ho girato un porno.

Larsson: Direi che ha senso. É evidente che ci sia una presenza simbolica piuttosto forte, ma allo stesso tempo sembra che ogni film esplori un tema diverso; le dispiacerebbe svelare questi aspetti ai nostri lettori?

Castaldo: Ci sono otto forze che pervadono le alte sfere. Può pensarle come a degli elementi, o a delle filosofie, o anche a delle fazioni politiche. Nessuno di questi modi è falso, ma nemmeno vero. E ciascuna di queste forze ha un proprio sentiero che il praticante può percorrere, fino ai cancelli della mente, verso la gloria. I rituali all’interno dei film possono guidare un individuo nella giusta direzione.

Larsson: Quindi, se io e il mio fidanzato trovassimo un’area di box e decidessimo di ricreare Osso Profondo, diverremo, che so, illuminati?

Castaldo: Non è così semplice. Alcuni rituali devono essere soppesati. Se non si possiede la giusta conoscenza, o non compie il rito nel momento opportuno, o nel posto adatto, o con gli strumenti richiesti, allora sarà solo sesso strano.

Larsson: E se li si compie corretti?

Castaldo: Puoi iniziare con un primo passo una lunga strada.

Franco non ha potuto più rispondere ad altre nostre domande, ma ci ha cortesemente concesso di ristampate alcune delle sue famose ragazze pin-up a quattro dimensioni, che possono essere viste nelle prossime pagine.

Dott.ssa Jennifer Sinombre - Annotazioni di ricerca, 7-15 Maggio 1986

Documento trascritto da alcuni post-it e carta straccia proveniente dall’ufficio della Dott.ssa Jennifer Sinombre.

trovato il centro riabilitativo di franco

uova, latte, pollo, neti pot, riso, patatine, coltellino svizzero, assorbenti, carta igenica

sant’agnese di boemia

"uno deve prima aprire se stesso"

avevo ragione sui serpenti.

il centro riabilitativo di franco non faceva privazione dei sensi— dove ha imparato la verità???

[Scritto con rossetto viola su un fazzoletto di carta, non è la scrittura della Dott.ssa Sinombre]

ENID 212-271-6[ILLEGGIBILE]

[ C’è una macchia di labbra pressate dello stesso colore sul lato opposto del fazzoletto.]

LISTA LETTURE:
dvaranaga sutra
blackwood, culto dell’indostan
vangelo di zaccareo
steiner, mondi superni & memoria cosmica
clavicula salomonis

carte astrali - ofiuco, saturno, nibiru - i prossimi allineamenti

in che storia sono?

DEVO PARLARE CON FRANCO

Log d’Intervista, 16 Maggio 1986

La Dott.ssa. Sinombre è riuscita a contattare PoI-33906 attraverso l’agente editoriale di quest'ultimo, Sarah Weiss, spacciando l’incontro come un tentativo accademico di scrivere un libro sul genere di film erotici. PoI-33906 ha acconsentito di rilasciare una breve intervista, che ha avuto luogo nell’ufficio del suo agente a New York City. La trascrizione dell’intervista è stata tratta da una cassetta ritrovata nell’ufficio della Dott.ssa. Sinombre.

Soggetto: PdI-33906, Francesco Castaldo

Intervistatrice: Dott.ssa Jennifer Sinombre

Dott.ssa Sinombre (JNS): Grazie per aver acconsentito a ricevermi con così poco preavviso, Signor Castaldo.

PdI-33906 (FC): Si figuri. Si fa di tutto per i fan, no?

JNS: Vorrei iniziare, se non le dispiace, dall’Ottuplice Sentiero verso la Gloria.

FC: Ah! La mia più grande opera. Le devo confessare, quella frase mi ha sempre allietato. Tutti la dicono con così tanta serietà. Anche se, beh…

JNS: Le ricorda la dimensione di un preservativo?

FC: Ha! Vedo che siamo sulla stessa linea. Quindi, che vorrebbe sapere in particolare sull’Ottuplice Sentiero?

JNS: Ebbene, volevo sapere che genere di simbolismo lei abbia usato… uh, soprattutto, in Penetrare nella Pelle. Uh, Sotto la Pelle, mi perdoni. Si basa sui culti di Attis e Cibele, giusto?

FC: Sì! Centrato in pieno. Quante persone, lei non sa, che non colgono le allusioni storiche.

JNS: Mi dica, che cosa sarebbe successo se un uomo avesse, diciamo, “vinto”? Mitologicamente parlando, Attis è noto per un unico episodio…

FC: Hmm. Era tutto scritto, lo sa? Questo era tanto un rituale quanto, vediamo, La Cena4 era una vera cena. Però…

JNS: Però?

FC: Però, se uno volesse apprendere quanto esposto in Penetrare, ed ingaggiare un rituale derivato da quelle lezioni, e un uomo vinca, come lei diceva, questi avrebbe poi dovuto compiere un enorme sacrificio, se desiderava compiere il passo successivo.

JNS: Sa per caso se qualcuno ci abbia mai provato? Dico, aver compiuto uno dei rituali che lei dice siano celati all’interno dei film?

FC: Non con Penetrare, per quanto ne sappia. Forse Amanti baciati dal Sole, o magari… Hmm. La caviglia.

JNS: Come prego?

FC: La sua caviglia. È bendata, no?

JNS: Oh, sì. Mi sono tagliata mentre mi radevo, una sera fa.

FC: Hmm. Ovviamente. Sa cosa trovo interessante riguardo le ferite?

JNS: Io… No, non credo di saperlo.

FC: C’è un proverbio italiano, molto antico, più antico degli stessi romani credo. Lo cita per la prima volta Orazio, quando parla della strega delle paludi del Fucino. "Non tutte le porte sono ferite, ma tutte le ferite sono porte."

JNS: Non credo di aver capito. Cosa dovrebbe voler dire?

FC: Beh, riguarda… l’Aprirsi. Una ferita ci rivela all’esterno. E possono passare attraverso di lei molte altre cose: germi, batteri, sporcizia, ma…

JNS: Ma possiamo passarci anche noi stessi.

FC: Esatto. Ha attraversato quella ferita, quando se la è provocata, mentre si radeva?

JNS: Io… sì.

FC: E non vorrebbe andare più a fondo?

JNS: Assolutamente.

FC: Allora spenga quel registratore, così che ci lasci parlare come si deve.

Dott.ssa Jennifer Sinombre - Annotazioni di ricerca, 19 Maggio 1986

Documenti recuperati dalla residenza personale della Dott.ssa Jennifer Sinombre

non è taumaturgia. è ciò che la taumaturgia potrebbe essere, in un’altra storia. è quello che la taumaturgia DOVREBBE essere, e ciò che PUO’ esserlo, se si varcano le soglie corrette.

sono già stata qui, nei miei sogni, attraverso la prima porta. stanotte varcherò la seconda, sia col corpo che con l’anima. non tentate di seguirmi. trovate la vostra strada, e forse ci incontreremo di nuovo, da qualche parte nei regni superni.

alla fondazione: abbiamo fallito. o non abbiamo mai avuto l’occasione per avere buon successo. tutto chiuso nelle nostre piccole casse, le statue e gli dei, gli uccelli parlanti e i suicidi che si ripetono nel tempo, non sono altro che flebili ombre evocate da quelle che sono le reali forze che plasmano l’universo. noi non possiamo contenere i Domini; siamo come zanzare che tentano di fermare un uragano.

al mio successore (david? elaine?): anche tu puoi farcela. è tutto lì, se ti lasciano vedere i filmati. non posso offrivi ulteriore supporto, ma vi auguro ogni bene.

e a voi, ted e katy5: noi ci siamo salutati otto anni fa. non mi mancate più. spero di non compiere i vostri stessi errori, e spero che non li possiate più commettere.

Jennifer N. Sinombre, 19 Maggio 1986

Gli attuali recapiti della Dott.ssa Sinombre sono ad oggi ignoti. Non si è più presentata sul luogo di lavoro dal 20 Maggio 1986 e non si è riusciti a contattarla via telefono. Quando è stata perquisita la sua casa al di fuori del Sito, è stata trovata completamente sgombra, fatta eccezione per la lettera sopra riportata, conficcata con un coltellino svizzero sulla parete della cantina, al di sopra di una pozzanghera di veleno di cobra reale (Ophiophagus hannah).

Dal momento della sua scomparsa, la Dott.ssa Sinombre non è stata più vista dalla Fondazione o da altri contatti alleati.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License