SCP-501
voto: 0+x

Elemento #: SCP-501

Classe dell'Oggetto: Euclid

Procedure Speciali di Contenimento: SCP-501 è conservato in una cassaforte chiusa a chiave opaca in una cella 5m x 5m x 5m nel Sito-3. La cella è sorvegliata da due guardie di Livello di Sicurezza 2 che sono sottoposte a giornalieri esami psicologici. L'interno della cella deve essere inoltre monitorata in ogni momento da non meno di due (2) videocamere di sicurezza, con una diversa guardia a osservare il monitor di ciascuna videocamera. Queste videocamere devono essere connesse a un generatore di emergenza in modo che possano continuare a funzionare anche nel caso di blackout. Tutte le richieste per esperimenti devono essere autorizzate da al meno tre Sovrintendenti. Qualsiasi membro del personale che cerchi di avere un accesso non autorizzato alla camera di contenimento di SCP-501 sarà o detenuto per esami psicologici o eliminato, a seconda del livello di autorizzazione.

Descrizione: A causa della natura degli effetti psicologici di SCP-501 quando viene visto, è complicato accertare un'accurata descrizione visiva. Secondo i rapporti dei membri del personale di Classe-D che hanno avuto contatto visivo con SCP-501, esso è una banconota da un dollaro Americano che irradia un alone ambrato incandescente. Analisi chimiche controllate tramite robot indicano che esso è chimicamente identico a una normale banconota.

Quando una persona vede SCP-501, questa viene immediatamente sopraffatta dal desiderio di ottenerlo. Degli studi con il personale di Classe-D hanno mostrato che questo desiderio si dissolve dopo del tempo, ma che quel tempo aumenta esponenzialmente più a lungo che SCP-501 viene visto. Ulteriori studi hanno mostrato che coloro che sono affetti da SCP-501 non si fermeranno davanti a niente pur di soddisfare il loro desiderio, ricorrendo volontariamente alla violenza e persino all'automutilazione per raggiungere il loro obbiettivo. La vista di SCP-501 indirettamente attraverso un monitor o mentre si indossano degli occhiali da visione ridotta non sembra impedire gli effetti di SCP-501 in alcun modo.

Fu condotto un esperimento per stabilire l'effetto di SCP-501 sugli individui che lo hanno ottenuto con successo. Il membro di Classe-D D-501 fu incatenato al muro della cella di contenimento, e tutti gli altri membri del personale furono evacuati dalla cella. Gli schermi di sicurezza furono brevemente spenti mentre un braccio robotico apriva la cassaforte contenente SCP-501, permettendo a D-501 di vederlo brevemente. Il braccio quindi procedette a spostare SCP-501 su una macchina nella cella che sigillò ermeticamente SCP-501 in un'opaco getto di acciaio nero. I ricercatori quindi rientrarono nella cella e tolsero le catene a D-501 staccandolo dal muro, e lasciandolo libero di ottenere il sigillato SCP-501, a questo punto i ricercatori si spostarono in una posizione sicura per osservare le azioni di D-501. Uno speaker fu piazzato sul soffitto, e i ricercatori furono istruiti a esaudire tutte le richieste fatte da D-501 che non includessero il farlo uscire dalla cella, non risultassero in una possibile esposizione visiva dei ricercatori a SCP-501, e non violassero i protocolli di sicurezza. Il test iniziò alle ore 1:43 PM.

20-10-09, 1:43 PM: Il soggetto acquisice SCP-501 sigillato. Il soggetto lo fissa per 10 minuti senza sbattere le ciglia. Alcuni ricercatori credono che il soggetto fosse ancora capace di vedere SCP-501 anche attraverso la cassa sigillata.

20-10-09, 1:53 PM: Il soggetto smette improvvisamente di fissare e inizia a spogliarsi di tutti i suoi vestiti. I ricercatori lo sentono mormorare "Devo rimuovere la contaminazione" ripetutamente mentre fa ciò.

20-10-09, 1:55 PM: Il soggetto lancia tutti i vestiti rimossi in un angolo della stanza, dopo di che guarda dentro lo speaker e richiede un rasoio. La richiesta vine provvisoriamente esaudita. Il rasoio viene portato da una guardia di sicurezza armata. Il soggetto prende l'oggetto e la guardia esce. Il soggetto taglia immediatamente e violentemente tutti i peli del suo corpo e li lancia nello stesso angolo dei vestiti. Il soggetto si taglia numerose volte nel processo, ma non sembra reagire o notarlo. Mentre si rade, è udito dallo speaker mormorare ripetutamente "Andatevene, beni indesiderati." Il soggetto lancia il rasoio in modo simile ai peli e ai vestiti come finisce di usarlo.

20-10-09, 2:00 PM: Il soggetto si mette nella posizione del loto e inizia a meditare senza chiudere gli occhi o staccare lo sguardo dal sigillato SCP-501.

20-10-09, 2:23 PM: Il soggetto è udito sussurrarsi "Capisco". Si alza e guarda nuovamente lo speaker. Dice: "Dichiaro di rinunciare a tutti i miei averi diversi dal Santo. Non ho bisogno di nient'altro che il Santo. Tutte le altre cose sono una contaminazione e devono essere abbandonate". Un ricercatore accetta la richiesta, dopo di che il soggetto torna immediatamente nella sua posizione di meditazione.

24-10-09, 12:00 PM: Il soggetto smette di respirare. Il soggetto non si è mosso da quando ha rincominciato la meditazione in data 20-10-09 e si presume sia morto di sete.

<Fine Log>


Fonte ufficiale:SCP-501

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License