SCP-496
voto: +4+x
blank.png

Elemento #: SCP-496

Classe dell'Oggetto: Keter

Infection.jpg

Un lamantino antilliano che mostra i sintomi di un'infezione di SCP-496.

Procedure Speciali di Contenimento: La SSM γ-6 ("Alimentatori del Profondo") deve assistere la SSM β-7 ("Cappellai Hazmatti") nel monitoraggio e nella ricerca di SCP-496. L'attuale perimetro intorno a SCP-496 deve essere designato pubblicamente come una riserva marina protetta. Tutto il personale che si trova all'interno del perimetro deve indossare indumenti protettivi impermeabili che coprono l'intera persona, ed evitare qualsiasi contatto della pelle con l'acqua. Il personale che studia SCP-496 deve concentrare la sua ricerca sul trovare un modo per rallentare o fermare la diffusione di SCP-496.

Descrizione: SCP-496 è una sostanza composta principalmente da carbonato di calcio1 che copre un'area di 35 chilometri quadrati del fondo del mare a 84 chilometri dalla costa di Giacarta, Indonesia. La sostanza ha le caratteristiche di un agente di contagio acquatico che è in grado di infettare un organismo attraverso il contatto con la pelle. Una volta che SCP-496 ha infettato una sostanza organica, inizierà il processo di conversione di tutta la materia organica del soggetto in SCP-496.

Segni e sintomi di un'infezione da SCP-496 includono:

  • Gruppi di bolle rosse o color pelle.2
  • Forte prurito.3
  • Gonfiore doloroso delle labbra, delle palpebre e dell'interno della gola.4

Una volta che l'infezione SCP-496 raggiunge il cervello, la vittima può soffrire di:

  • Delirio.
  • Pensiero disorganizzato.
  • Comportamento motorio estremamente disorganizzato o anormale.
  • Allucinazioni.5

Una volta che l'infezione da SCP-496 si è diffusa in tutto il corpo, si verificheranno i seguenti sintomi:6

  • Conversione di tutta la materia organica in SCP-496.7


Addendum 496-1: SCP-496 è stato scoperto da una nave di ricerca della Fondazione mentre indagava sulle segnalazioni di un peschereccio abbandonato alla deriva in mezzo all'oceano. L'ispezione nella stiva della nave ha rivelato una grande massa di SCP-496 che si è formata a causa del pesce infetto conservato nelle immediate vicinanze.

La nave è stata raggiunta da una nave di ricerca della Fondazione. I tentativi di localizzare l'equipaggio scomparso sono falliti, tuttavia un individuo infettato da SCP-496 è stato trovato all'interno di una stanza chiusa a chiave nella stiva della nave. Lo stato della stanza mostrava segni di una lotta aggressiva.


Addendum 496-2: A causa di una mancanza di comprensione delle proprietà contagiose di SCP-496, l'Agente Viva è stato esposto a SCP-496 mentre ispezionava l'individuo infetto. Nel momento in cui il personale della Fondazione è venuto a conoscenza del contagio, il soggetto è stato messo in quarantena in una cella di contenimento standard situata sulla nave di ricerca. L'Agente Viva ha accettato di collaborare mentre era in quarantena, e una parte del resoconto video della loro osservazione è stata aggiunta a questo file.

Registrazione

L'Agente Viva è chiuso all'interno di una stanza di contenimento situata nella stiva della nave. Una telecamera è stata posizionata nella stanza in modo che il Dr. Wilson possa osservare l'infezione mentre avanza. Al momento di questa registrazione, circa il 50% del corpo del soggetto è stato convertito in SCP-496.

[[Inizio Log]]

Dr. Wilson: Agente, è ancora in grado di comunicare?

Agente Viva: Sì… è difficile però…

Il soggetto inizia a guardarsi intorno nella stanza, facendo cadere fiocchi di SCP-496 dal suo collo.

Agente Viva: Io… vedo delle cose. Tutto questo non è reale.

Agente, cosa sta vedendo?

Il soggetto rimane in silenzio per 12 secondi.

Dr. Wilson: Agente Viv—

Agente Viva: Una… una città fatta di pietra… È… è sott'acqua. È piena di persone, ma non stanno annegando… sembrano felici. C'è un tempio decorato con… tante tonalità diverse di corallo.

Dr. Wilson: Riesce a vedere la stanza in cui si trova?

Agente Viva: Sì, ma vedo anche la gente… la gente che entra nel tempio e… prega. Sono bellissime con il corallo adornato sul viso.

Il soggetto cammina verso la porta della sua cella, e tenta di scappare.

Agente Viva: Dovremmo tornare indietro… Laggiù è meglio. Per favore, fatemi uscire.

Agente Viva, per favore, cerchi di concentrarsi su quello che sta vedendo. Si allontani dal…

L'acqua ci ha creato, e ci rivuole indietro…

Il soggetto inizia a battere sulla porta mentre implora di essere liberato. Il suono è terminato quando l'esofago dell'Agente Viva si è completamente chiuso a causa del gonfiore. L'Agente Viva è poi deceduto per soffocamento.

[[Fine Log]]

Nota: Dopo che il rapporto di un contagio è stato ricevuto, l'SSM β-7 ("Cappellai Hazmatti"), e l'SSM γ-6 ("Alimentatori del Profondo") sono stati inviati per iniziare a indagare il fondo del mare per segni di SCP-496. Test mirati di SCP-496 sul personale di Classe D sono autorizzati al fine di studiare i suoi effetti.

Addendum 496-3: Ulteriori indagini sul fondo del mare hanno rivelato strutture che assomigliano a quelle descritte dall'Agente Viva sepolte sotto uno strato di 3 metri di SCP-496[[footnote]]La datazione al carbonio ha confermato che le strutture hanno più di 3.000 anni. Al momento della scrittura di questo documento, 1.312 umanoidi infettati da SCP-496 sono stati scoperti all'interno di queste strutture. L'attuale perimetro di SCP-496, al momento della scrittura di questo addendum, si estende su un'area di 35 chilometri e sta crescendo ad un ritmo di 4,7 metri all'anno.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License