SCP-486
voto: +1+x
486.jpg

SCP-486

Elemento #: SCP-486

Classe dell'Oggetto: Safe

Procedure Speciali di Contenimento: SCP-486 è confinato nel Sito-17 in una cella a due stanze, che può essere arredata a richiesta dal soggetto, purché ciò non violi le procedure di contenimento standard SCP. I muri della cella e il pavimento devono essere imbottiti e foderati con della moquette. SCP-486 deve sempre indossare un guanto di sicurezza resistente ai tagli, anche se la rimozione temporanea per questioni di igiene è permessa. SCP-486 non ha dimostrato nessuna abilità fisica straordinaria né ha mai tentato la fuga. Nonostante ciò, il soggetto deve essere sorvegliato in ogni momento da due guardie di sicurezza di Livello 1. In caso SCP-486 manifesti comportamenti auto-distruttivi, il personale assegnato deve trattenere e sedare il soggetto. Se il soggetto riesce a farsi del male mentre è ancora libera, il personale deve uscire dalla cella e sigillare quest'ultima prima di contattare l'assistenza.

Descrizione: SCP-486 è una femmina ispanica di ventinove anni. Il soggetto possiede capelli neri e occhi marroni, è alta 158 centimetri e pesa approssimativamente 68 chilogrammi. Il soggetto è privo del braccio sinistro dal gomito in giù. Fatta eccezione per questa mancanza e per le sue condizioni, il soggetto presenta bisogni fisici e caratteristiche di un normale essere umano.

Quando SCP-486 subisce una ferita che normalmente causerebbe sanguinamento, una escrescenza dalle fattezze di un serpente di specie sconosciuta e di colore rosso-marrone inizierà a fuoriuscire dalla ferita. Tale escrescenza non si stacca dal corpo del soggetto, continuando ad estendersi fino a quattro volte la larghezza della testa del serpente prima di fermarsi; le dimensioni dell'escrescenza sono proporzionali alle dimensioni della ferita. Nonostante sia ancorata a SCP-486, l'escrescenza è autonoma e cercherà di mordere qualsiasi essere umano a portata, eccezion fatta per il soggetto.

Il veleno secreto dalle zanne del serpente è di colore rosa chiaro. Le tossine presenti nel veleno sono simili a quelle dei serpenti della famiglia degli Elapidae, e sono letali agli esseri umani.

Le escrescenze possono essere rimosse chirurgicamente senza anestesia, poiché il danno su di esse non è percepito da SCP-486. Se le escrescenze sono più corte di 5-7 centimetri, queste si avvizziranno dopo circa 12-16 minuti, divenendo una sostanza secca e simile a materiale cicatriziale. Le escrescenze più lunghe di 7-8 centimetri non si seccano e devono essere rimosse da un membro dello staff medico di Livello 2 addestrato a maneggiare rettili velenosi. Il deterioramento di cui sopra si ripeterà rapidamente per ogni escrescenza rimossa in questa maniera. Dopo la rimozione, SCP-486 non mostra alcuna cicatrice o ferita duratura, visibile o invisibile che sia.

Le ferite che non comportano sanguinamento esterno, come le vesciche, non causano tali escrescenze. In caso di sanguinamento interno, [DATI CANCELLATI].

La maggior parte delle altre sostanze espulse da SCP-486, come saliva, sudore, lacrime, e muco sono normali. Gli esami relativi alle mestruazioni del soggetto rivelano [DATI CANCELLATI].

SCP-486 afferma che tale condizione si è sviluppata da quando aveva quattordici anni, con l'inizio della pubertà. È ignoto se il soggetto sia o meno fertile. Prima del ritrovamento, il soggetto era sposata da █ anni, ma non aveva mai dato alla luce dei figli.


Addendum #486-1: A causa delle condizioni di SCP-486, l'estrazione di campioni di sangue è impossibile, così come l'amministrazione di qualsiasi iniezione. I sedativi devono essere amministrati per via orale o gassosa.

Addendum #486-2: È necessario che SCP-208 non sia informato delle condizioni di SCP-486.

Documento #486-1: SCP-486 venne scoperta in ████, ███████, il ██/██/20██, quando il soggetto fu coinvolto in un'incidente stradale. Il soggetto subì costole rotte, una concussione moderata, e un'asportazione all'avambraccio sinistro. L'escrescenza (lunga ██ cm) causò la morte di due paramedici e un testimone prima dell'arrivo degli agenti sul sito. La famiglia di SCP-486 è stata informata della sua morte assieme a quella del marito durante l'incidente. Il soggetto, essendo rimasta incosciente, non detiene dei ricordi nitidi riguardo l'incidente.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License