SCP-473
voto: +1+x
SCP-473.jpg

Immagine Sonar di SCP-473

Elemento #: SCP-473

Classe dell’Oggetto: Euclid

Procedure Speciali di Contenimento: Un’area di 5 kilometri intorno a SCP-473 è ad accesso limitato per tutto il personale. Gli esperimenti con umani in questo raggio sono proibiti senza l’approvazione degli O-5. Soprattutto, la perdita di vite umane all’interno di questa area di 5 kilometri deve essere prevenuta. Un’ulteriore distanza di 20 kilometri deve essere protetta da non meno di due unità da combattimento della Fondazione in ogni momento. Qualunque vascello non autorizzato che entri in quest’area deve essere affondato e l’equipaggio eliminato. I vascelli in avvicinamento al sito, ma che rimangono al di fuori della zona calda dei 20 kilometri potranno essere abbordati e fatti allontanare con l’uso di amnestici di Classe-A.

Descrizione: SCP-473 è il relitto di un galeone spagnolo del tipo usato nei primi anni del sedicesimo secolo. Riposa sul fondo dell’oceano alle coordinate ██º██'██"N ███º██'██"W. SCP-473 è stato portato all’attenzione della Fondazione dopo la perdita di un vascello da ricerca operato dall’Università [REDATTO]. Una squadra di Ricerca e Soccorso che si è avvicinata a SCP-473 ha riportato anomalie audio “come risatine e suppliche di aiuto”. Furono riportate voci in inglese, spagnolo e una lingua non riconosciuta. Gli agenti infiltrati nel [REDATTO] si sono immediatamente mossi per annullare la ricerca, dichiarando l’equipaggio e il vascello perduti.

Nota: Nonostante sia il relitto a essere designato SCP-473, le anomalie presenti potrebbero derivare dal cargo al suo interno. Ulteriori indagini sono sconsigliate al momento.

Effetti di Prossimità: I fenomeni incontrati dalle navi in avvicinamento a SCP-473 includono voci incorporee (che potrebbero possedere conoscenza di personale e operazioni della Fondazione) e disturbi fisici minori, come vibrazioni non identificate ed impatti sulla nave. I disturbi elettrici sono comuni e causano il malfunzionamento dell’illuminazione primaria e di emergenza. Ciò risulta nell’oscurità assoluta all’interno di una nave e ciò, combinato con le voci persuasive create da SCP-473, causa estremo disorientamento. Al personale nell’area è consigliato di confermare la presenza fisica di chiunque stia comunicando con loro e di ignorare le voci che non hanno una fonte identificabile. Periodiche richieste d’aiuto dall’acqua (in arrivo dalla direzione di SCP-473) devono essere previste ed ignorate. È stato osservato il movimento spontaneo di piccoli oggetti, ma ha causato solamente disturbo minimo alle operazioni. Gli oggetti acuminati e le armi devono essere tenuti all’interno di container chiusi a chiave quando entro 20 km da SCP-473.

Addendum 1:
Intervista con SCP-473-b

Intervistato: J. ████, Ufficiale Esecutivo (XO) del vascello della Fondazione che ha identificato e ripreso col sonar SCP-473.

Intervistatore: Dr. Halen, capo del progetto SCP-473

Premessa: Il torpediniere della Fondazione ████ ha navigato fino a 500 metri da SCP-473 prima di ritirarsi a una distanza di 3 kilometri e affondare. L’evacuazione della nave ha avuto successo (ad eccezione del capitano), ma 16 marinai sono stati persi durante le 3 ore nelle quali l’equipaggio aspettava soccorso. In seguito è presente un’intervista con l’ufficiale più alto in grado sopravvissuto.

<Inizio Registrazione, [17 Aprile 20██]>

Dr. Halen: Il torpediniere ████ è affondato minuti dopo aver localizzato SCP-473. Perché non inizia spiegando come la sua nave è stata danneggiata?

XO: Beh, so cosa è successo, ma non come. Mentre ci avvicinavamo al sito, queste voci sono diventate più forti. Dai ponti inferiori hanno riportato dei forti colpi contro lo scafo. È diventata dura avvicinandosi. La nave ha iniziato a vibrare un poco e alcuni degli strumenti elettronici sono andati in corto circuito. Il capitano ha ordinato di invertire la rotta, ha provato a tirarci fuori di lì. Ma quando quando siamo riusciti a virare avevano già iniziato coi bulloni.

Dr. Halen: Potrebbe spiegarsi, per favore?

XO: Ha iniziato a cadere a pezzi dall’interno. Viti, bulloni, i chiodi dei dannati mobili… tutto ha iniziato a cadere o ad essere svitato. Anche alcune delle cose saldate in posizione. Anche le voci sono peggiorate. E i bastardi erano sempre così pragmatici e calmi, anche quando stavano scuotendo la diavolo di nave e smontando tutto. Uno di loro stava parlando di tutte le cose grandiose che poteva mostrarmi. Un’altra diceva roba senza senso che non riuscivo a capire, ma era incazzata. Potevamo sentire tutti le voci, ma non c’erano corpi che andassero con loro. È diventato difficile capire quali voci fossero del nostro equipaggio e quali fossero le dannate… qualsiasi cosa fossero.

Dr. Halen: Quando è stata l'ultima volta che ha visto il Capitano █████?

XO: Ha dato l’ordine di invertire la rotta e mi ha detto di occuparmi delle cose sul ponte mentre lui controllava qualcosa sotto coperta. Non ho saputo che mancava fino a dopo aver dato l’ordine di abbandonare la nava e tutti erano sulle scialuppe tranne lui. Dio, se solo fosse finita lì.

Abbiamo iniziato ad allontanarci remando quando lo abbiamo sentito gridare chiedendo di aiutarlo. Era lontano, verso il relitto. Lui ed io abbiamo servito assieme per █ anni, abbiamo aiutato a catturare SCP-███, io so che era lui. Ho pensato che fosse stato sbalzato fuori bordo o qualcosa di simile. E ho ordinato ad una scialuppa di andare a prenderlo. Li ho guardati avvicinarsi all’orizzonte, dovevano essere 2 o 3 kilometri dal relitto quando sono andati sotto. Nessun suono, come il galleggiante di un bambino che viene tirato sotto da un pesce agganciato all’amo. Ho visto uomini morire, ma so che ho mandato quei ragazzi in un qualche posto molto peggiore.

Non ci volle molto tempo prima che Daniels iniziasse a sussurrarmi di come fossi un bastardo, di come li avessi mandati tutti a morire per niente. Diceva che l’unico modo per aggiustare le cose era saltare fuori dalla scialuppa e raggiungerlo. Forse l’avrei anche fatto, se non fosse stato per gli altri ragazzi sulla scialuppa con me. Abbiamo passato ore a remare, con i nostri amici che gridavano chiedendo aiuto dietro di noi.

Anche quando erano molto lontani, alle nostre spalle, non hanno smesso di sussurrare nelle nostre orecchie. Il mio amico █████ mi ha detto che era la cosa più bella che avesse mai visto. Non era mai stato religioso, ma ha detto che aveva trovato Dio. Ha detto che voleva soltanto che vedessi quello che Dio gli aveva mostrato.
Non lasciamo indietro la nostra gente. Semplicemente… non lo facciamo.

<Fine Registrazione>

Dichiarazione Conclusiva: Il Professor █████ e associati presenti sul vascello da ricerca ████ sono stati confermati come “acquisiti” da SCP-473. Si raccomanda il ricorso a misure estreme per impedire al personale e ai civili di perire vicino a SCP-473. È attualmente consigliato di mantenere il contenimento nella posizione corrente a causa del pericolo intrinseco del recupero e il rischio di un aumento di potere esponenziale tramite l'acquisizione dei Classe-D in un qualunque Sito.

Nota: Il cadavere del soggetto d’intervista J. ████ è stato ritrovato nei suoi alloggi il 24 Aprile 20██; si sospetta il suicidio. Una nota lì vicino diceva “NON AVREI DOVUTO ABBANDONARLI”. Esperimenti su SCP-473 come possibile pericolo cognitivo sono raccomandati.


Addendum 2:
Il proseguimento delle ricerche ha rivelato che un certo Professor █████ guidava la spedizione condannata dell’Università al sito di SCP-473. Anche se le sue note di ricerca paiono essere andate perdute con lui, la sua ultima email in uscita aiuta a dare un po’ di contesto alla spedizione.

Spedita 15/1/20██
Samantha,
Hai ragione, gli scritti di ricerca sono prolissi e non avrei mai potuto inserirvi la mia opinione in ogni caso.

Sai già che ha guidato un piccolo esercito a sud dell'Ecuador ed eventualmente ucciso l’altro sacerdote incaricato di placare Supai. Ma pare che abbia anche rapito le sue due figlie e fatto in modo che fossero inviate in Spagna come esempi della popolazione indigena. Il bastardo malato le voleva come trofei, o peggio. Comunque, il manifesto della nave include anche un numero di artefatti culturali tra i possedimenti personali delle ragazze. Su quella lista c’era un oggetto che penso rappresentasse il dio stesso e QUELLO è il vero premio. Il manifesto include anche moltissimo oro ed artefatti che l’Università adorerebbe avere, anche se non becchiamo il jackpot su questo… comunque, non posso fare a meno di eccitarmi alla prospettiva di portare indietro il “sacrilego graal” degli Inca.
Ti auguro tutto il meglio,
███████

P.S.
Teniamo la bocca chiusa su questo argomento, sarebbe un disastro se qualcuno arrivasse prima di noi!

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License