SCP-437
voto: -1+x
tree1A.jpg

Un'istanza di SCP-437-A. (Quercus alba, volgarmente nota come quercia bianca).

Elemento #: SCP-437

Classe dell'Oggetto: Euclid

Procedure Speciali di Contenimento: Attorno a SCP-437 è stato creato un confine recintato, e degli orticoltori facenti parte della Fondazione devono essere tenuti in loco per monitorare e prendersi cura delle istanze di SCP-437-A. La sperimentazione è momentaneamente sospesa previa valutazione da parte del Comitato Etico.

La SSM Iota-10 ("Maledetti Federali") ha il compito di individuare le Persone d'Interesse collegate a SCP-437 e di porle sotto la custodia della Fondazione assieme ai loro figli.

Descrizione: SCP-437 è un vasto bosco situato nel Campo Lakewood, Illinois (USA), contenente 64 istanze di SCP-437-A.

tree2A.jpg

Carya ovata, volgarmente noto come noce americano.

SCP-437-A designa vari alberi diffusi nel Nord America: ogni istanza possiede svariate escrescenze tumorali, strutture interne atipiche (vedasi sotto) e, al posto della linfa, una notevole quantità di sangue umano.

SCP-437 venne scoperto dalla Fondazione nel 2011, vent'anni dopo la chiusura del campo estivo. Non sono stati trovati dati sull'impiego del Campo Lakewood; tutti coloro che hanno frequentato il Campo Lakewood durante l'estate del 1991 sono considerate Persone d'Interesse e sono tuttora a piede libero.

Addendum 437-1: Intervista

PdI-437-15 è stato preso in custodia dalla Fondazione in seguito a delle analisi genetiche dei campioni di sangue prelevati da un'istanza di SCP-437-A, risultati compatibili con la sua cartella clinica.

LOG AUDIO


DATA: 2014/09/15
INTERVISTATORE: Agente Bennet
SOGGETTO: PdI-437-15 (Samantha Blanchette)


[INIZIO LOG.]

INTERVISTATORE: Hai partecipato al Campo Lakewood nel 1991?

P-15: Si tratta di questo? Uh, sì — è stato… wow, vent'anni fa? Wow. Credo avessi quindici anni, quanti ricordi.

INTERVISTATORE: Cosa ricordi del tempo passato lì?

P-15: La migliore estate di sempre, (ride) era un posto fantastico. Fui così triste di andarmene, soprattutto quando scoprimmo che stava chiudendo. Mi feci tanti amici lì — che bei ricordi. Credo… sì, è stato lì che diedi il mio primo bacio.

INTERVISTATORE: Hai mai visto qualche albero strano a sud del campo?

P-15: Cosa?

INTERVISTATORE: C'è una foresta a 2 chilometri al sud del campo, ti è familiare?

P-15: Beh, sì, la conoscevano tutti.

INTERVISTATORE: In che senso?

P-15: (ride) Insomma, è una sciocchezze da bambini, ha presente? Storie che i capigruppo ci raccontavano attorno al fuoco: alberi spaventosi a sud del sentiero, qualcosa intrappolato al loro interno; va' lì di notte, poggia l'orecchio contro la corteccia, e lo puoi sentire cantare.

INTERVISTATORE: Cantare?

P-15: Già. Come dicevo, sciocchezze da bambini.

INTERVISTATORE: Sei mai andata lì di persona?

[Silenzio.]

INTERVISTATORE: Signora Blanchette?

P-15: Come? Oh, scusi. No, non sono mai andata lì; immagino fossi troppo spaventata. Eh eh, fu un'estate abbastanza frenetica, sa? A volte quel posto mi manca davvero tanto.

[FINE LOG.]


NOTA: Subito dopo l'intervista, la PdI-437-15 è evasa in modo sconosciuto, presumibilmente anomalo. Da investigazioni successive, è emerso che tutte le PdI legate a SCP-437 sono state recentemente dichiarate scomparse.

Addendum 437-2: Email di aggiornamento

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License