SCP-423-FR
voto: +3+x
blank.png

Elemento #: SCP-423-FR

Livello di Minaccia: Giallo

Classe dell’Oggetto: Safe

Procedure Speciali di Contenimento: SCP-423-FR è tuttora conservato nell’armadietto n° 362 della Sezione di Stoccaggio del Sito Kybian. Le chiavi sono disponibili su richiesta, unicamente nel contesto di esperimenti. È necessario contattare l'amministrazione del sito Kybian. All’infuori degli esperimenti, l’oggetto deve essere lasciato nella sua fase passiva.

Aggiornamento del 15/02/2021: Per decisione del Comitato Etico (consultare l’Addendum #423-FR-B), l'attivazione di SCP-423-FR, sempre nel contesto di esperimenti, è ormai interdetta. La chiave dell’armadietto n° 362 è sotto la custodia della signora Fernali, rappresentante del Comitato Etico al Sito Kybian.

trophée_visage.png

SCP-423-FR.

Descrizione: SCP-423-FR designa una maschera in giada che imita un viso umano, misurante 15,4 cm di larghezza per 22,1 cm di altezza, e i cui occhi sono fatti di diamante. L’oggetto è posto su un piedistallo di 51,4 cm di altezza, coperto da foglie d’oro che formano una corona d’alloro intorno alla maschera. Il piedistallo termina in una base circolare di 8 cm di raggio composta da giada e rame e ricoperta da foglie d'oro, oltre che da vernice. Sotto la base è fissata una lastra di rame su cui è inciso: "Cor S. Petri Veronensis"1. L’interno della base, accessibile rimuovendo la lastra, nasconde un sacco di seta contenente un cuore umano mummificato. La datazione al carbonio 14 indica che quest’ultimo è datato attorno al XIII secolo dopo Cristo. Fin quando SCP-423-FR rimane in fase passiva, nessun elemento che lo compone presenta proprietà anomale.

L'oggetto entra in fase attiva quando un essere umano, a meno di cinque metri da SCP-423-FR, pronuncia ad alta voce la formula "San Pietro di Verona, interroga [A] affinché confessi [B]", dove A designa una persona anch’essa a meno di cinque metri da SCP-423-FR, qui di seguito denominato "il soggetto", mentre B indica un’azione o un dato di fatto, qui di seguito denominata "la confessione".

La persona che pronuncia la formula non può proporre sé stessa come soggetto. In questo caso, così come quando la formula viene pronunciata mentre l’oggetto è già in fase attiva, nessun effetto viene osservato. Separare la maschera dal piedistallo o il cuore dalla base impedisce il debutto della fase attiva in SCP-423-FR; è inoltre impossibile effettuare queste azioni quando l’anomalia è già nella suddetta fase, in quanto la maschera diventa fermamente assicurata al piedistallo e la lastra completamente inamovibile dalla base. È sconosciuto il numero di lingue nelle quali il proferimento della formula induce lo stato attivo in SCP-423-FR. Essa si è rivelata efficace in francese, italiano, tedesco, latino medievale e greco antico; al contrario, si è rivelata inefficace in inglese, spagnolo, portoghese, russo, arabo, giapponese, mandarino ed ebraico.

Quando l’anomalia entra in fase attiva, la maschera manifesta dei movimenti simili a quelli di un viso umano, soprattutto a livello delle sopracciglia e delle labbra, e pone una serie di domande, nella lingua della formula che ha provocato l’attivazione dell’oggetto. Il modo con cui SCP-423-FR produce questi suoni è sconosciuto. Le domande sono indirizzate al soggetto e provocano tre distinti effetti memetici.

Il primo effetto è di portare gradualmente il soggetto a dichiarare ad alta voce la confessione. Essa arriva in media otto minuti dopo il debutto della fase attiva dell’oggetto.

Il secondo effetto è d’indurre uno stato di dipendenza faccia a faccia verso SCP-423-FR. Un soggetto affetto non si allontana mai di sua spontanea volontà ed è riluttante a farlo se costretto. Non appena si trova a più di cinque metri dall'oggetto, manifesta diversi sintomi da astinenza, i quali includono: crampi muscolari alle braccia e alle gambe, dolori addominali, nausea, grave stato d’ansia e tremori. La somministrazione di antidolorifici e ansiolitici, così come qualsiasi altra terapia medica classica, permette di trattare efficacemente questi sintomi. La somministrazione di amnestici di Classe C permette di sopprimere questo effetto memetico2. Se un soggetto ritorna a meno di cinque metri da SCP-423-FR, i sintomi scompaiono in uno o due minuti. Non è stato ancora scoperto nessun metodo alternativo di disassuefazione.

Il terzo effetto si manifesta quando un soggetto dichiara la confessione a meno di cinque metri da SCP-423-FR, diventando convinto della veridicità di quest’ultima. Se necessario, nuovi ricordi vengono automaticamente creati e la personalità alterata al fine di corroborare questa nuova credenza. Non è stato scoperto alcun mezzo in grado di annullare questo cambiamento. Tuttavia, resta possibile manipolare la memoria del soggetto tramite SCP-423-FR, amnestici o qualsiasi altro metodo.

SCP-423-FR entra in fase passiva in due casi:

  • Quando il soggetto, a meno di cinque metri dall'oggetto, pronuncia parola per parola la confessione. Il terzo effetto memetico si manifesta subito dopo.
  • Quando il soggetto cessa di vivere3.

Quando SCP-423-FR entra in fase passiva, l'espressione della maschera si congela. L'oggetto può essere riattivato immediatamente.

Recupero: SCP-423-FR è stato portato a conoscenza della Fondazione SCP dall’agente sul campo Laura Bildan, infiltrata all’interno del gruppo d’interesse Marshall, Carter & Dark Limited. In data 06/10/2020, quest’ultimo ha organizzato un’asta che presentava 23 lotti, tra cui SCP-423-FR. L’asta ha avuto luogo online, sul sito https://www.████████████████████████.com. Per accedervi, erano richieste tre condizioni:

  1. Risiedere nella Francia metropolitana, in modo da poter venire a ritirare i lotti di persona
  2. Fornire garanzie che dimostrino "solvibilità infallibile" (sic)
  3. Pagare una tassa d’iscrizione ammontante a 10.000 €

La Fondazione SCP ha partecipato all'asta, sotto lo pseudonimo di Sir Charles Paladin. Poiché gli importi sono rapidamente saliti al di sopra del budget di 500.000 € stanziato per l'operazione, è stata adottata un'altra modalità di recupero dell'oggetto. La MTF Mu-3 ("La miglior offerente") si è introdotta in data 06/10/2020, alle ore 23:40, nel magazzino contenente SCP-423-FR, il quale sarebbe stato consegnato all'acquirente il giorno successivo. L'anomalia è stata contenuta nel Sito Kybian in data 10/10/2020.

Due offerenti erano già conosciuti presso le strutture della Fondazione:

  • Orod Karimi, padrone di una catena di quattro ristoranti a Marsiglia. Sospettato di essere un Maestro dell'Ordine della Luce. Le garanzie di solvibilità fornite sono sconosciute.
  • Nathalie Baknel, azionista di maggioranza della holding ███████ ██ ████████, residente a Parigi e collezionista di oggetti anomali.

Per ulteriori informazioni, contattare gli uffici dell’Agenzia d’Intelligence al Sito Aleph.

Sarah Delille e François de Saint-Oracle, sconosciuti presso le strutture della Fondazione, sono stati entrambi posti sotto sorveglianza.

Addendum #423-FR-A: Log degli esperimenti degni di nota
L’intera documentazione concernente gli esperimenti riguardanti SCP-423-FR è disponibile presso gli archivi del Sito Kybian.

Addendum #423-FR-B: Decisione del Comitato Etico del 25/03/2021

Addendum #423-FR-C: E-mail del Cardinal Othello

In data 15/04/2021, la seguente e-mail, spedita a François de Saint-Oracle, è stata intercettata dal Centro di Ricerca e Operazioni Informatiche della Fondazione.

OGGETTO: Offerta per la reliquia di San Pietro di Verona

Signor de Saint-Oracle,

Le scrivo nell’ottica di una missione affidatami da Papa Francesco in persona.

Lei è recentemente entrato in possesso di una maschera di giada dalle proprietà eccezionali, che si trova ad essere il ricettacolo per un’importante reliquia di San Pietro di Verona. Questo oggetto, a causa della sua origine, è di grande importanza per la comunità cattolica. Non sapevamo che fosse stato messo in vendita, altrimenti l'avremmo comprato.

Spero che lei comprenda l’importanza culturale di questo oggetto. Il suo posto non è in una collezione privata.

Ovviamente non le stiamo chiedendo di donarlo al clero, al contrario. Siamo disposti ad acquistare la maschera al doppio del suo prezzo di acquisto originale, ossia 4 milioni di euro.

Se per lei va bene, può contattarmi per discutere nel dettaglio di questa offerta: 0█████████.

Nella speranza che sia ben disposto verso la nostra proposta,
Rimango, signor de Saint-Oracle, suo devoto servitore,
Che Dio la benedica,
Cordialmente,

Cardinale Philippe Othello

Othello.jpg

Philippe Othello in data 09/03/2004.

Nota dell’Agenzia d’Intelligence: Nessuna traccia di Philippe Othello esiste anteriormente al 02/02/1983, data nella quale è stato ordinato cardinale da Papa Giovanni Paolo II. Dal 2003, officia presso la basilica di █████████, a ████. Inoltre, sembra essere l’attuale Patriarca della Confraternita dei Cavalieri di San Giorgio, sebbene non sia possibile confermarlo con sicurezza.

François de Saint-Oracle ha inviato una risposta al prelato il 17 aprile, dove spiega di non essere in possesso dell’oggetto, poiché era stato rubato poco prima che riuscisse ad acquisirlo.

Addendum #423-FR-D: Documentazione storica sull’utilizzo dell’oggetto

In seguito alla direttiva n° 63-2021 del Comitato Etico (consultare l’Addendum #423-FR-B), una cellula di ricerca, diretta dalla Dott.ssa Johannes, è stata costituita al fine di determinare l’origine di SCP-423-FR e gli utilizzi che ne sono stati fatti nel corso della storia. I primi documenti risultanti dal lavoro di questa unità sono accessibili qui di seguito.

Conclusioni preliminari (della Dott.ssa Johannes): SCP-423-FR è stato originariamente progettato allo scopo di manipolare le menti per imporre la visione del mondo cattolico. Successivamente è stato utilizzato al servizio dell'ideologia nazista e poi, probabilmente, da atei estremisti. Non sono per niente certa della possibilità di un uso di SCP-423-FR che rispetterebbe i diritti umani. Ad oggi, come dimostrano l'asta e le e-mail negli addendum, la reliquia è oggetto della cupidigia di molte persone e Gruppi di Interesse. Questo non ha niente di sorprendente: SCP-423-FR permette d’imporre agli altri la propria visione della realtà. Chi non vorrebbe questo potere, francamente?

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License