SCP-410
voto: 0+x

Elemento#: SCP-410

Classe Oggetto: Safe

scp410beetle.gif
Uno dei quattordici esemplari compresi in SCP-410

Procedure Speciali di Contenimento: SCP-410 è al momento ospitato al Laboratorio di Entomologia 14/Zeta del Sito 23, contenuto in un contenitore di vetro acrilico trasparente delle dimensioni di 1 x 1 x 1 metri. Il coperchio del contenitore presenta trentatré (33) fori di 1 mm per permettere la ventilazione e possiede al centro un piccolo sportello richiudibile misurante 5 x 5 cm. Lo sportello utilizza una semplice chiusura a cilindro, la quale deve essere ri-adattata ogni tre (3) mesi. Lo sportello deve rimanere sigillato a meno che SCP-410 non stia venendo nutrito o che alcuni membri di SCP-410 non stiano venendo rimossi (o reinseriti) dal contenitore per ricerche.

Ogni ventiquattro (24) ore, un'ispezione visiva e un inventario di SCP-410 e dei suoi membri devono essere effettuati e registrati da membri del personale di osservazione designati secondo gli Standard di livello IV dell'Archivio. Ogni aumento o diminuzione della popolazione complessiva di SCP-410 deve essere segnalato immediatamente al ricercatore anziano in servizio.

Ogni dodici (12) ore, un documento contenente non meno di cinquemila (5000) parole di qualsiasi lingua, ma possedente una percentuale di errori sintattici, grammaticali e/o ortografici almeno dell'1% (50 errori su 5000 parole) deve essere inserito nel container. Il documento deve essere rimosso dopo un (1) ora, riletto da un linguista membro dello staff con una specializzazione nella lingua in cui era scritto il documento, che poi verrà archiviato nell'Archivio dei pasti di SCP-410. I documenti "cibo" devono essere scritti appositamente con l'intento di sostenere la colonia SCP-410. Nessun materiale d'archivio esistente o registrazioni SCP ufficiali devono essere fornite all'intera colonia in nessun caso.

Un singolo individuo può essere rimosso dalla colonia di 14 membri che porta il nome di SCP-410 a scopo di ricerca e applicazioni funzionali per un singolo periodo giornaliero di due (2) ore con l'approvazione del ricercatore anziano in servizio. Non più di quattro (4) membri della colonia devono essere rimossi nello stesso momento. Il trasporto di un singolo membro della colonia deve essere agevolato da non meno di due (2) entomologi del personali di Classe 2, usando solo un modulo di trasporto per SCP-410 approvato. Al momento i moduli di trasporto per SCP-410 sono dei container trasparenti di vetro acrilico 20 x 20 x 20 cm perforati con dodici (12) fori di ventilazione da 1 mm, ognuno con un semplice coperchio incernierato dotato di un semplice lucchetto.

Descrizione: SCP-410 è una colonia di quattordici (14) scarabei (denominati Scarabeus scriptor dall'entomologo dello staff Dr. Langstrom), ognuno dei quali misura approssimativamente 5 cm e presenta una colorazione del carapace che varia dall'azzurro al verde smeraldo. Un esame visivo non rivela niente che possa fisicamente distinguere questa specie dagli altri membri del genere Scarabeus (ciò riguarda numero di zampe, ali, occhi etc.). La dissezione di un singolo elemento della colonia da parte di un entomologo specializzato non ha mostrato anomalie distinguibili nella morfologia interna con l'eccezione di un piccolo organo addizionale (denominato lo "scriptorgano" dal Dr. Langstrom) in grado di secernere una varietà di fluidi sia caustici che inerti. Vale la pena menzionare che in seguito alla morte e dissezione di questo membro della colonia, una larva di scarabeo è stata vista quattordici (14) giorni più tardi la quale ha raggiunto la maturità in un mese, "rimpiazzando" così il membro perduto della colonia.

I membri di SCP-410 sembrano nutrirsi interamente di linguaggio scritto; più specificatamente, di errori sintattici, ortografici e grammaticali trovati in ogni forma di scrittura fisicamente inscritta su ogni superficie attraverso ogni metodo possibile. SCP-410 non ha effetto su display elettronici o dati digitati. La scrittura consumata sparirà dalla superficie di qualsiasi materiale su cui era stata inscritta. Nell'arco di tempo seguente al pasto, tra diciotto (18) e ventidue (22) minuti, SCP-410 espellerà una scrittura "corretta"; inscrivendola nuovamente sulla superficie che mostrava gli errori attraverso metodi sconosciuti. Ad oggi, tutte le correzioni apportate da SCP-410 sono state valutate, da membri dello staff e da ortografi e linguisti indipendenti, come accurate al 100%.

Individualmente, i membri di SCP-410 sembrano essere in grado di consumare e correggere un massimo giornaliero approssimativo di venticinquemila (25000) caratteri presentanti errori, e appaiono attivi e in salute con appena cinque (5). La mancanza di sostentamento per un periodo maggiore di un giorno risulta in una crescente letargia finché SCP-410 non diventa completamente inerte, entrando apparentemente in un stato di ibernazione. SCP-410 può essere risvegliato da questo stato con un minimo di cinquanta (50) errori posti in sua prossimità. In gruppi di tre (3) o maggiori, SCP-410 non solo correggerà errori ortografici e grammaticali, ma comincerà ad alterare leggermente lo stile del testo originale; usando solitamente un vocabolario maggiore e incorporando metodi narrativi più complessi. Quando l'intera colonia viene applicata a un singolo documento, tutti gli errori linguistici sono corretti e il documento è "perfezionato" in chiarezza, stile, scelta di parole, e tecnica retorica a un livello tale che la voce dell'autore originale è quasi inesistente. Sebbene la tesi centrale di un documento rimanga sempre, gli argomenti che la supportano possono essere molto più vasti e complessi o molto più avvincenti se si tratta di uno scritto di ricerca. In caso di liste basilari di affermazioni o semplici resoconti di osservazione, le migliorie possono presentarsi in forma di alterazioni del layout della pagina, in modo da fornire maggiore chiarezza. Vedere gli archivi file da 410-A44.2 fino a 410-A59888.6 per esempi di correzione.

Sembrano esserci poche limitazioni riguardo ai linguaggi e ai materiali che SCP-410 può interpretare e da cui trae nutrimento. I geroglifici della Tavoletta di Narmer risalente al XXXIesimo secolo a.C. sono stati corretti con successo da SCP-410 nello stesso modo in cui sono stati corretti gli errori creati usando la moderna lingua artificiale esperanto. Le correzioni espulse eguagliano i colori originali, i metodi e il media degli errori con un'accuratezza quasi perfetta.
Grafite, inchiostri, incisioni, acqueforti, e iscrizioni ottenute tramite un laser ad alta energia sono state tutte replicate con successo dalla correzioni di SCP-410. L'unica anomalia trovata nelle correzioni secrete sembra essere l'inabilità di replicare materiali antichi. Gli errori inscritti in inchiostro su un manoscritto del XIVesimo secolo d.C. sono stati ingeriti da SCP-410 e sebbene le correzioni secrete presentassero lo stesso colore, esse possedevano la vibrante intensità dell'inchiostro nuovo. Esperti dello staff sono stati facilmente in grado di individuare le correzioni nel manoscritto ricorrendo solo a un esame visivo, e le analisi spettrografiche hanno confermato che gli inchiostri secreti erano moderni mentre il testo circostante era datato nello stesso modo del manoscritto originale.

SCP-410 è riuscito a raccogliere gli errori e a espellere le relative correzioni su ognuno dei seguenti materiali:

  • Carta
  • Cartone
  • Legno
  • Ghiaccio
  • Pelle umana (vedere Esperimento 410-7.9)
  • Granito
  • Calcare
  • Marmo
  • Acciaio
  • Alluminio
  • Titanio
  • Nitruro di carbonio Beta

Esperimento 410-7.9:

Un (1) membro del personale di classe D pesantemente tatuata esposta tu un (1) membro di SCP-410. Il membro del personale (da qui in poi "Soggetto D") possedeva un tatuaggio fatto in prigione con le parole "Per Serempre Tuu' Tesro" sul suo avambraccio sinistro.

15 secondi: Il Soggetto D assicurata in posizione immobile grazie a un'imbracatura e collegata a un monitor per il controllo della frequenza cardiaca. Un (1) membro di SCP-410 prelevato dal trasporto e posto sul braccio sinistro del Soggetto.

49 secondi: SCP-410 comincia a muoversi intorno al perimetro del tatuaggio.

122 secondi: SCP-410 comincia a consumare l'errore del tatuaggio, cominciando con la prima "e" estranea in "Serempre". Il Soggetto D indica un 8 nella scala del dolore NRS-11. Battito cardiaco a 106 pulsazioni al minuto.

149 secondi: SCP-140 finisce di consumare la prima "e". Non appare più sul soggetto, rivelando una porzione di pelle leggermente arrossata. Il Soggetto D dichiara che il dolore è cessato. Tale dolore è descritto come "infilare il mio dannatissimo braccio in un frullatore". Pulsazione a 94.

224 secondi: SCP-410 finisce di consumare gli errori del tatuaggio, sembra addormentarsi. Sul braccio del soggetto si legge ora "Per S mpre Tu Tes". Il Soggetto D mostra fluttuazioni nella frequenza delle pulsazioni tra 102 e 144. Dichiara che il dolore si trova tra il 6 e il 10 sulla NRS-11. Il Soggetto D richiede degli antidolorifici. Richiesta negata.

1226 secondi: SCP-410 si rialza, comincia il processo di espulsione/correzione. Frequenza del Soggetto D a 113; dichiara il grado della NRS-11 tra 3 e 4; descrive il dolore analogo a quello di essere tatuata.

1494 secondi: SCP-140 completa il processo di espulsione/correzione. Il tatuaggio ora mostra la scritta "Per sempre Tua, Tesoro", coi colori delle correzioni significativamente più accesi e vibranti rispetto a quelli delle parti non corrette.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License