SCP-409
voto: +1+x
297px-Giant1standingmy8.gif
SCP-409

Elemento #: SCP-409

Classe dell' Oggetto: Keter

Procedure Speciali di Contenimento: Non va instaurato nessun tipo di contatto fisico con SCP-409, per nessuna ragione. Qualunque cosa tocchi SCP-409 va posta in quarantena immediatamente, insieme ad ogni materiale utilizzato per il suo trasporto. SCP-409 va tenuto sempre in una stanza di granito. Ogni trasporto di SCP-409 va effettuato tramite un apposito container di granito. I residui provenienti da eventuali manifestazioni degli effetti di SCP-409 vanno archiviati in container di granito insieme ai materiali utilizzati per il loro trasporto.

Descrizione: SCP-409 appare come un grande cristallo di quarzo, alto approssimativamente 1,5m (5ft) e largo 0.6m (2ft). Ogni oggetto che viene in contatto con SCP-409 comincerà a cristallizzarsi dopo circa tre (3) ore. Questo effetto si manifesterà in ogni materiale eccetto il granito. La cristallizzazione si diffonderà con un rateo di circa 2,5cm (1in) al minuto e convertirà l' intero oggetto o organismo, all' interno e all' esterno. Dei soggetti esposti alla cristallizzazione riportano questo effetto come estremamente doloroso e simile ad un effetto da congelamento. Una volta completata la cristallizzazione, l' oggetto comincerà a scricchiolare e a creparsi per circa venti (20) minuti, prima di esplodere con grande forza in migliaia di frammenti.

Qualunque cosa tocchi o sia toccata da uno dei frammenti comincerà immediatamente a cristallizzarsi. In caso di materia organica nulla sarà più in grado di riconvertire l' effetto del cristallo, inclusa l' amputazione delle parti esposte. La materia inorganica si cristallizzerà invece solo per pochi centimetri attorno al punto di contatto. SCP-409 venne rinvenuto in ██████, sotto una pila di cristalli alta diversi piedi. Le perdite di personale durante il recupero furono alte.

Addendum 409-1: Sotto consiglio del Dr. ████████, un soggetto di Classe D venne esposto agli effetti di SCP-409 e lasciato a cristallizzarsi in buona parte del corpo. Venne in seguito trattato con SCP-500. La guarigione completa venne raggiunta in nove (9) giorni. Il soggetto riportò che continuava a sentire dolore nelle parti del copro che si erano cristallizzare anche dopo il sopracitato tempo di guarigione. Il dolore sparì dopo tredici (13) giorni dal trattamento con SCP-500. Non si sa se il dolore fosse psicologico o reale durante i quattro (4) giorni che intercorsero.

Addendum 409-2: Ulteriori test non hanno fornito informazioni sul perchè avvenga la cristallizzazione. SCP-409 e i residui da esso creati sono indistinguibili da qualunque altro cristallo di quarzo. L' effetto sembra essere simile a un "seme" di cristallo, dove un cristallo pre-esistente è aggiunto ad una soluzione, causando la crescita del cristallo stesso. SCP-409, in ogni caso, sembra comportarsi in questo modo con ogni tipo di materia solida, e non necessita di rimanere in contatto con essa. Perchè questo avvenga, perchè SCP-409 sia unico fra tutti gli altri cristalli di quarzo e perchè il granito sia l' unico materiale immune al suo effetto sono informazioni tuttora sconosciute.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License