SCP-403
voto: +1+x
403.jpg
SCP-403 nel suo stato inerte

Elemento#: SCP-403

Classe dell'oggetto: Safe

Procedure Speciali di Contenimento: SCP-403 deve essere sigillato in una cassaforte d'acciaio con una combinazione nota solo al Dr. ████ ███████. Le pareti della cassaforte devono essere rinforzate con del materiale che ritardi gli effetti del fuoco conforme alla norma C3/403 della Fondazione. La cassaforte deve rimanere sotto costante sorveglianza da parte di 2 guardie armate.

Descrizione: SCP-403 appare come un comune accendino alimentato a nafta, scoperto nella sala mensa al Sito-██. Quando viene acceso dopo un prolungato periodo di inattività, SCP-403 produrrà un'ordinaria fiammella. Tuttavia, se acceso ripetutamente entro 24 ore la fiamma prodotta da SCP-403 diviene più larga e di natura più violenta con ogni susseguente accensione.

Durante un esperimento un membro del personale di classe D ha provato ad accendere SCP-403 una terza volta nell'arco di due ore, causando una potente esplosione di gas super-riscaldato e plasma. Questo evento ha distrutto le attrezzature di monitoraggio all'interno della cella riservata ai test, e ha causato danni significativi alle placche antifiamma lungo le pareti. Nonostante tutto ciò, il soggetto e l'elemento stesso sono rimasti virtualmente illesi. Le immagini radio hanno mostrato la formazione di un campo magnetico attorno all'accendino, il quale è stato ipotizzato dai ricercatori sia la causa di tale immunità.

Il combustibile usato da SCP-403 per produrre le esplosioni non è ancora conosciuto, né è noto se sia usato qualsiasi tipo di combustibile tradizionale. Esami dell'oggetto hanno mostrato che il compartimento del carburante all'interno di SCP-403 è vuoto; non sono state trovate tracce di alcun composto combustibile. Considerato ciò, e la quantità di energia che le accensioni sono in grado di produrre, al momento SCP-403 dovrebbe essere trattato come se fosse alimentato da una fonte d'energia inesauribile.
Sono in corso test volti ad accertare l'esatta natura di questa fonte d'energia.

Addendum 403-1: Ulteriori esperimenti con SCP-403 sono stati autorizzati, e un'area designata sicura per la detonazione è stata fornita per i test. Dopo la terza accensione, un membro del personale di classe D ne ha effettuata una quarta, la quale ha causato una detonazione apparsa inizialmente come un'esplosione termonucleare. La valutazione della deflagrazione ha dimostrato che era di proporzioni equivalenti a 10 tonnellate di TNT, superando di gran lunga la resa di maggior parte delle armi nucleari strategiche; tale resa era di gran lunga superiore di quanto suggerissero le estrapolazioni basate sugli esperimenti precedenti. Ulteriori studi dei dati registrati sembrano mostrare che l'evento fu in realtà causato dal rilascio di [DATI CANCELLATI] materiale stellare. Non è stato osservato nessun effetto anormale duraturo causato dall'esplosione, esclusa la devastazione causata dalla deflagrazione iniziale. Ancora una volta il soggetto usato per accendere SCP-403 è rimasto illeso.

Addendum 403-2: Ulteriori test sono stati sospesi a cause dell'estremo pericolo rappresentato dalle esplosioni ad alta energia che è in grado di produrre SCP-403. Poiché sembra che la potenza di SCP-403 aumenti in maniera esponenziale, una quinta accensione potrebbe risultare in un evento comparabile a [DATI CANCELLATI]. Una detonazione di questa importanza potrebbe devastare vaste porzioni del continente e presentare un serio rischio di violazione del contenimento di diversi siti della Fondazione, incluso [REDATTO].

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License