SCP-374
voto: +1+x

Elemento #: SCP-374

Classe dell'Oggetto: Safe

Procedure Speciali di Contenimento: SCP-374 deve rimanere smontato durante la sua conservazione. La lama di SCP-374 deve essere conservata separatamente dal resto dell'apparecchiatura e ripulita con un panno per la lucidatura ottica e del detergente non abrasivo dopo ogni utilizzo.

Data la sua età avanzata, tutti i componenti dell'apparecchiatura devono essere conservati all'interno di strutture climatizzate. Un sistema di sicurezza anti-incendio di classe 2 è richiesto per la lama e di classe 3 per la base.

Le proprietà di SCP-374 variano dal collegamento della sua base originale di legno con la lama di metallo; quest'ultime devono essere conservate. Gli altri componenti di SCP-374 (viti, bulloni, corda) possono essere sostituiti se necessario.

Ciascuna istanza di SCP-374-1 deve essere conservata in formaldeide per un anno, e dopodiché incenerita. Salvo in caso di emergenza, solamente il personale di classe D deve essere utilizzato per produrre istanze di SCP-374-1.

Ogni sessione di interrogatorio deve essere registrata, trascritta ed archiviata. Le interrogazioni devono iniziare con la domanda "Riesci a sentirmi?" per ottenere una risposta.

Descrizione: SCP-374 è una ghigliottina risalente all'era della rivoluzione francese creata con legno di quercia e lame di acciaio. SCP-374 non manifesta alcuna proprietà anomala quando non viene utilizzato. Se si usa SCP-374 per decapitare un essere umano vivente esso produrrà un'istanza di SCP-374-1.

SCP-374-1 è una testa decapitata umana infestata dalla personalità di un uomo vissuto durante l'era della rivoluzione francese di nome Jean-Philippe-Horace-Donatien █████████████. Per un lasso di tempo di circa trentacinque (35) minuti dopo la decapitazione, SCP-374-1 è in grado di vedere, sentire, parlare e manifestare forme limitate di consapevolezza consentendogli di fornire risposte sincere ad ogni domanda postagli.

La sua utilità strategica è limitata a causa della sua aggressività ed antipatia verso la Fondazione: essendo convinto che i suoi membri ed impiegati siano malvagi assassini, cercherà di confondere, fuorviare o cambiare il soggetto del discorso.

Con l'avvicinarsi della fine del suo periodo di attività, SCP-374-1 prima perde la vista, poi l'udito ed infine diviene inerte.

Storia: SCP-374 è stato recuperato durante un incursione in una delle strutture di Marshall, Carter, e Dark nel 19██. Dopo la prima decapitazione, SCP-374-1 pronunciò queste parole:

"Ah, miei nuovi trafficanti di schiavi. Ecco a voi le mie regole. Primo, ponetemi tutte le domande che volete ed io vi fornirò risposte sincere. E secondo, [ESPLETIVO] a tutti voi e [ESPLETIVO] alle vostre madri. Siete dei tiranni schiavizzatori assassini e [ESPLETIVO] se vi odio. Fissatevelo bene in testa."

Addendum: SCP-374-1 ha cominciato a rispondere alle domande dirette con affermazioni vere ma futili come "Non te lo voglio dire", "Vi odio" e "Spero che tutti i membri della Fondazione brucino all'inferno per sempre" la sua mancanza di collaborazione può essere aggirata dicendo semplicemente "non importa".

Addendum: A causa della sua tendenza a lanciarsi in lunghe divagazioni filosofiche sul libero arbitrio, paradossi di predestinazione e teorie sul caos, ad SCP-374-1 non devono venirgli poste domande sul futuro.

Log di Intervista: (██ Marzo, 20██)

Dr. █████████: Riesci a sentirmi?

SCP-374-1: Certo che posso sentirti, brutto [ESPLETIVO]! Che [ESPLETIVO] volete voi di questa [ESPLETIVO] di Fondazione. "Jean-Philippe, dove sono le mie chiavi!" "Jean-Philippe, pensi che gli piaccio a quella stupida [ESPLETIVO] della mensa!" "Jean-Philippe, quanto fa cinquantotto per ventitré!"

Dr. █████████: Come e perché la tua coscienza è legata a questa ghigliottina? Come e perché sei indisposto a darci risposte vere ed informative alle domande che ti poniamo?

SCP-374-1: Non sono autorizzato a risponderti a domande su quell'argomento. Oh, ottimo lavoro, [ESPLETIVO], hai sprecato una vita intera su una delle poche cose a cui non posso risponderti. Sei un [ESPLETIVO] di mostro.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License