SCP-3220
voto: +2+x
blank.png
shaft

L’entrata di SCP-3220 dopo essere stata sigillata

Elemento #: SCP-3220

Classe dell’Oggetto: Safe

Procedure Speciali di Contenimento: Il pozzo che conduceva a SCP-3220 è stato sigillato mediante del cemento. Non sono permesse ulteriori spiegazioni o investigazioni su SCP-3220.

Descrizione: SCP-3220 è una fossa sotterranea, collocata al di sotto di un magazzino abbandonato presso l’isola di Hashima, Giappone. Vi si può accedere tramite un pozzo profondo cinquanta metri, nascosto al di sotto di un portello locato al centro del pavimento del magazzino. Una piccola placca in metallo fissata sul portello riporta una dicitura che, tradotta dal giapponese, significa: ”Dipartimento delle Anormalità”.

SCP-3220 si estende per oltre un chilometro al di sotto della superficie e possiede venti metri di diametro. La struttura è stata progettata in maniera simile ad un panopticon1. Essa possiede duecento piani, ognuno dei quali è alto circa cinque metri e consiste in una balconata larga tre metri che corre per tutta la circonferenza della stanza. Una torre al centro della cavità si estende dall’ultimo piano inferiore fino all’ultimo superiore; essa è stata costruita a partire da un unico blocco di vetro opaco rinforzato con giunture in ferro. Non è stato ancora trovato un modo per potervi accedere.

Ogni piano di SCP-3220 presenta delle celle di forma cubica incastonate nei muri; esse sono collocate ciascuna a tre metri di distanza dall’altra e sono pienamente esposte al resto della struttura. In fondo ad ogni stanza un pannello semi-traslucido riesce a fornire luce agli ambienti. Al centro di ogni vano è presente una grata di drenaggio per fluidi corporei; non è chiaro dove queste conducano.

Ogni cella (ad eccezione di una) all’interno di SCP-3220 è occupata da una scultura umanoide realizzata in cemento poi dipinto. Tutte le sculture sono collocate al di sopra delle grate di drenaggio e hanno il volto orientato verso la torre di controllo. Ogni scultura rilascia costantemente una sostanza sconosciuta di colore rosso scuro, che cola all’interno dei canali di scolo.

Addendum: Prima che SCP-3220 venisse sigillato col cemento, all’ultimo piano sotterraneo della struttura è stato localizzato un ulteriore portello che dava l’accesso tramite scala alla torre di controllo. All'interno di questa è stato rinvenuto uno scheletro umano, la cui morte è stata determinata da un trauma a livello del collo.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License