SCP-3041
voto: +5+x
redknife.JPG

SCP-3041.

Elemento #: SCP-3041

Classe dell’Oggetto: Safe

Procedure Speciali di Contenimento: SCP-3041 deve essere conservato in un armadietto di sicurezza in sito. I ricercatori non devono tenere in mano SCP-3041 o permettere che venga a contatto con la pelle nuda.
A partire dal 22-05-2015 tutti gli accessi a SCP-3041 sono vietati in attesa di ulteriori revisioni; fino al completamento di quest’analisi le informazioni riportate di seguito dovrebbero essere considerate obsolete e inaccurate.

Descrizione: SCP-3041 è un coltello di metallo lungo 12 cm di origine ignota e con il manico avvolto in cuoio intrecciato. I risultati della datazione radiometrica non sono riusciti a stabilire l’età della lama, ma indicano che l’elsa venne aggiunta negli ultimi due secoli. La superficie del coltello è color ruggine e odora di carne putrefatta; nonostante un’analisi approfondita, l’origine di questo odore deve ancora essere determinata.

SCP-3041 dimostra le sue proprietà anomale solo quando è tenuto in mano da un soggetto senziente per un determinato periodo di tempo. Il tempo necessario per innescare l’effetto varia molto, il meccanismo alla base rimane sconosciuto.

Uno volta attivato, i soggetti faranno un sogno in cui usano SCP-3041 per attaccare una o più persone, rimuovendo e consumando i loro cuori. Questo sogno è ambientato dove il soggetto ha preso inizialmente SCP-3041 e in genere coinvolge vittime che ci si aspetterebbe di trovare in quel luogo. In tutti i casi i soggetti non riconoscono le vittime; non è noto se quest’ultime corrispondano con persone reali (vive o morte).

Spesso i soggetti continueranno a rifare questo sogno con variazioni minori. Sebbene gli amnestici riducano o addirittura eliminino questi eventi, la maggior parte dei soggetti continua a mostrare segni di sofferenza emotiva, senso di colpa e trauma psicologico associati con la sindrome da stress post-traumatico. L’effetto di SCP-3041 può essere attivato più volte producendo in ciascun caso dei nuovi sogni.

SCP-3041 è stato trovato tra gli effetti personali di Daniel Crenshall, un anziano eremita e collezionista di oggetti storici d'antiquariato che si suicidò il 15/02/1987. La natura anomala di SCP-3041 è stata scoperta quando, durante il censimento dei contenuti della collezione del signor Crenshall, un ricercatore ha iniziato a sperimentare sogni simili a quelli descritti dalla lettera di addio di Crenshall.

Addendum 3041.1: Allegati

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License