SCP-3003
voto: +5+x
blank.png
3000.jpg

SCP-3003

Elemento #: SCP-3003

Classe dell'Oggetto: Keter

Procedure Speciali di Contenimento: Il personale con l'autorizzazione appropriata può visualizzare il documento 3003-NRK (in allegato) per accedere alla direttiva di contenimento di SCP-3003 e ai piani per il contenimento futuro.

Campioni di SCP-3003-1 e -2 sono conservati nell'Area-12 di Ricerca Biologica, insieme a diverse altre specie provenienti da SCP-3003.

SCP-3003-3 ha accettato di nominare un gruppo, il Comitato di Ricerca e Contatto con la Terra, come punto primario di contatto per la Fondazione. SCP-3003-3 ha inoltre accettato di operare solo portali verso SCP-3003 in uno dei vari siti specificati dalla Fondazione. In cambio, la Fondazione ha scelto il Gruppo di Lavoro SCP-3003 come punto di contatto primario di SCP-3003-3 e ha accettato di fare tutti gli sforzi necessari per preparare la Terra all'introduzione di SCP-3003-1. Nessun sforzo per diffondere SCP-3003-1 è, infatti, in corso.

A SCP-3003-3 deve essere fatto credere che la Terra è contaminata da un agente sconosciuto che rende SCP-3003-1 sterile e gli umani nativi della Terra incapaci di ospitare SCP-3003-1. L'introduzione del concetto di inganno a SCP-3003-3 è proibito, sia direttamente che tramite l'inganno di un membro di SCP-3003-3 in circostanze in cui la bugia potrebbe essere facilmente scoperta.

La Squadra Speciale Mobile Samekh-7 ha il compito di inserirsi nei progetti di ricerca gestiti da SCP-3003-3 al fine di ritardare la ricerca, falsificare le informazioni sulla Terra ed eseguire ricerche segrete su SCP-3003-4. Diversi membri stanno inoltre conducendo ricerche antropologiche su SCP-3003-3. Vedi lo status della SSM Samekh-7 per ulteriori dettagli. I membri di SCP-3003-3 inseriti nei progetti di ricerca gestiti dalla Fondazione devono essere monitorati da vicino e non sono autorizzati a lasciare i siti della Fondazione o ad accedere a raffigurazioni non autorizzate della società umana.

I protocolli descritti in Prevenire la Diffusione di Specie Invasive non Anomale Durante il Contatto Interplanetario, Terza Edizione devono essere seguiti da tutti i soggetti quando SCP-3003-4 è attivo.

I protocolli di disinformazione sono messi in atto per propagare la convinzione tra la comunità scientifica che HIP 56948 non ha un sistema planetario.

Descrizione: SCP-3003 è un pianeta delle dimensioni della Terra che orbita intorno a HIP 56948, una nana gialla a sequenza principale, di tipo spettrale G situata a 208 anni luce dalla Terra. Diverse anomalie degne di nota si trovano su SCP-3003, e sono state date appropriate sub-designazioni.

  • SCP-3003-1 è un organismo simile a uno scarafaggio nativo di SCP-3003 che parassita gli umani quando viene infettato da SCP-3003-2.
  • SCP-3003-2 è un microrganismo simile ad un'ameba che infetta gli umani e SCP-3003-1, influenzando il comportamento di entrambi.
  • SCP-3003-3 è una civiltà tecnologicamente avanzata su SCP-3003, composta dall'intera popolazione nativa di SCP-3003 di trenta miliardi di umani. Tutti sono parassitati da SCP-3003-1.
  • SCP-3003-4 è un dispositivo che permette la creazione di un portale attraversabile tra SCP-3003 e la Terra.

I componenti di SCP-3003 sono descritti più in dettaglio di seguito.

SCP-3003 è il 3% più pesante della Terra, ha un periodo di rotazione di 30 ore e orbita intorno a HIP 56948 ad una distanza di 0,9 AU. La gamma di temperature sulla superficie è paragonabile a quella della Terra, con la maggior parte della massa terrestre del pianeta (che comprende il 40% della superficie totale) che supporta una vasta popolazione di SCP-3003-1 e -3. La maggior parte del resto della superficie di SCP-3003 è stata alterata per sostenere SCP-3003-1 e -3, direttamente o indirettamente.

SCP-3003 ha una biosfera che è biochimicamente compatibile con quella della Terra, anche se nessun organismo conosciuto diverso dagli umani è nativo di entrambi i pianeti. Quasi tutti i processi biologici trovati sulla Terra si trovano anche su SCP-3003, e viceversa. L'analisi genetica della vita su SCP-3003 suggerisce la presenza di un singolo antenato circa 3,1 miliardi di anni fa, con la vita successiva (compresi gli esseri umani) che si è evoluta naturalmente. Si sospetta, ma non è confermato, che questo sia il risultato di qualche proprietà anomala di SCP-3003 stesso. La maggior parte delle specie native di SCP-3003 che non erano favorevoli alla diffusione di SCP-3003-1 sono state eliminate da SCP-3003-3 negli ultimi secoli.

Il rischio di introdurre specie invasive da un ambiente all'altro è gestito dalle attuali procedure di contenimento. Questo è stato finora evitato per i macroorganismi; la presenza di microrganismi invasivi non è stata esclusa.

Fenomeni anomali oltre a quelli discussi in questo documento non sono stati scoperti su SCP-3003. Il comitato direttivo di SCP-3003-3 ha negato ogni conoscenza di fenomeni anomali.



Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License