SCP-291
voto: 0+x

Elemento #: SCP-291

Classe dell'Oggetto: Safe

Procedure Speciali di Contenimento: Quando non viene utilizzato per i test, SCP-291 deve restare scollegato da qualsiasi fonte d'alimentazione. Fuori dalla camera di contenimento di SCP-291 deve restare sempre di guardia una squadra composta da due membri del personale e questa dovrà essere cambiata ogni settimana. Quando non è collegato ad una fonte d'energia, SCP-291 può essere considerato sicuro. L'ingresso principale per SCP-291 rimarrà chiuso e bloccato fino a che non verrà scollegato dalla fonte d'alimentazione, ma la porta potrà essere aperta manualmente dall'interno nel caso un membro del personale rimanga chiuso dentro.

Tutti i blocchi degli organismi disassemblati devono essere conservati in un deposito all'interno della camera di contenimento e devono essere opportunamente etichettati con un pennarello indelebile. Il personale responsabile dello smarrimento o del danneggiamento dei blocchi, verrà trasferito ad altre ricerche.

Descrizione: SCP-291 si trovava [DATI CANCELLATI]. La struttura di SCP-291 assomiglia a quella di un piccolo edificio, una cabina d'acciaio quasi del tutto priva di tratti distintivi che misura 10.5 m x 30.2 m alla base e 15 m di altezza. Su uno dei lati più stretti, si trova una grande porta (larga 5 m) che si apre verso l'alto, in maniera simile alla porta di un garage, formata da lastre di metallo di una decina di centimetri ciascuna. La porta non ha una maniglia all'esterno e, quando viene chiusa, tutti i tentativi di aprirla usando metodi non distruttivi hanno fallito. La porta dispone di una sicura nella parte interna che permette di aprirla manualmente per alcuni secondi, prima che un meccanismo sconosciuto la richiuda. All'altra estremità di SCP-291 c'è un'apertura simile con una serratura e una maniglia sia all'interno che all'esterno, che permettono di aprire la porta da ambo i lati. A sinistra di entrambe le porte, si trovano due piccoli sportelli simili fra loro di 1 m x 1 m, che possono essere aperti dall'esterno.

I materiali di cui è composto SCP-291 non sembrano essere più resistenti di un qualsiasi altro esemplare simile e una forza che normalmente piegherebbe o taglierebbe l'acciaio farà lo stesso con SCP-291. Questo tipo di test non è al momento consentito a causa del rischio di danneggiare SCP-291.

L'interno di SCP-291 non è stato esplorato in maniera approfondita per via degli spazi estremamente limitati del macchinario e per i forti impulsi di energia elettromagnetica che attraversano vari punti mentre è attivo.

Quando collegato a una fonte di energia idonea, SCP-291 si attiverà, producendo ronzii e rumori metallici, per poi aprire la porta di ingresso. La stanza all'interno è di 4 m x 2, con un pannello dei comandi piuttosto semplice, un grande monitor e quella che è stata descritta come una "bara" di plexiglas su un lato, le cui dimensioni sono adatte per contenere la maggior parte degli esseri umani sotto i 2.13 m (7 ft) che non siano estremamente obesi. La "bara" è posta su di un nastro trasportatore che si trova a un metro di altezza, mentre il contenitore stesso è profondo circa un metro e il fondo è ricoperto da un "cuscino" di gel blu-verde di un materiale non identificato. Viene descritto come ben malleabile, freddo e soffice. Al di sopra del punto dove è situata la bara, fuoriescono alcuni tubi.

Di fronte al contenitore sono presenti sulla parete diversi "scomparti" di varia grandezza con delle piccole porte che possono essere aperte o chiuse. Il loro scopo sarà spiegato più avanti.

Quando una persona o un animale vivente viene sistemato nella bara (i corpi morti, gli esseri viventi con un peso inferiore ai 1,6 chili e la presenza di due o più soggetti non innescano alcuna reazione), indipendentemente dalla loro posizione, la camera di controllo entra nello stato "pronto". In questo stato, sullo schermo viene visualizzata una griglia con un'immagine del soggetto nel contenitore e i pulsanti del quadro comandi diventano funzionanti. Alcuni dei pulsanti più piccoli produrranno diversi effetti nell'immagine sul display, come attivare o disattivare la visualizzazione della pelle e dei muscoli, mostrare alcuni organi o sistemi di organi, sia in tempo reale che in un'istantanea, a seconda degli altri settaggi. Non ci sono parole, numeri o simboli sullo schermo né alcuno dei pulsanti e ognuno di essi ha due posizioni: "On", nel quale sono illuminati e "Off", nel quale sono spenti. Le varie combinazioni producono diversi effetti e la Dr. Rights è stata così gentile da passare abbastanza tempo a "giocherellarci" per realizzare un rozzo manuale per l'uso. Su un lato vi sono tre grandi pulsanti, molto diversi dai comandi sul display.

Fintanto che un essere vivente si trova nella bara, è possibile premere il primo pulsante (premere un qualsiasi pulsante in ogni altra circostanza non ha alcun effetto e il pulsante rimane in "off" indipendentemente da quante volte viene premuto) e i tubi collegati alla bara immetteranno in essa un liquido blu. Una volta a contatto con la pelle, questo liquido non identificato ha un effetto sedativo e l'occupante della bara perde rapidamente i sensi. Può essere inalato e digerito senza alcun pericolo - i membri del personale di Classe D hanno riferito che ha un sapore simile al "Kool-Aid". L'identificazione dei campioni ha prodotto scarsi risultati. Una volta che la bara si è riempita, il liquido si condensa velocemente in un denso sciroppo per poi diventare un gel solido. Durante questo periodo, le funzioni corporee rilevabili dell'occupante (come la respirazione e il battito cardiaco) cessano. Ciò può essere visualizzato sul monitor.

Una volta che il liquido si è solidificato del tutto, il display si spegne e il nastro trasportatore inizia a muoversi. Tutti i tentativi di bloccare il nastro e rimuovere la bara o l'occupante al suo interno causano l'interruzione del processo, dopodiché il liquido evapora nel giro di qualche minuto e il soggetto riprende i sensi del tutto incolume. Il nastro trasportatore conduce la bara e l'occupante attraverso una piccola porta che si chiude dietro di essi e l'intero macchinario diventa una cacofonia di tintinnii, ronzii e fruscii metallici. Mentre SCP-291 è in funzione, il monitor mostrerà soltanto un rettangolo che si riempie lentamente, come una barra di caricamento. Questo processo tuttora incompreso termina tra i venti e i trenta minuti circa, a seconda delle dimensioni del soggetto, e il prodotto fuoriesce dall'altra estremità di SCP-291.

La porta posteriore di SCP-291 conduce ad una camera simile, anch'essa contenente un nastro trasportatore simile a quello che conduce la bara nell'ingresso. Ci sono anche una serie di due dozzine di "scomparti" o "armadietti", identici a quelli situati nella camera d'ingresso. Questi scomparti possono essere estratti per recuperare il loro contenuto: le parti del soggetto, disassemblate e conservate in blocchi di un materiale trasparente e non identificato. Questi blocchi sono piuttosto resistenti, ma possono venire sciolti da delle temperature estreme o ridotti in frantumi colpendoli con un oggetto contundente. Tuttavia, distruggere i blocchi annulla il metodo di preservazione di SCP-291 e come risultato la parte vivente diventa inutilizzabile. I resti del blocco iniziano rapidamente a dissolversi in polvere dopo pochi minuti (vedere l'appendice per la classificazione dei blocchi).

Tuttavia, ogni blocco può essere conservato a tempo indefinito finché non viene reinserito dentro SCP-291 attraverso gli "scomparti" nella camera d'entrata. Ogni blocco ha delle dimensioni specifiche e può essere sistemato solo nel proprio scomparto. Se si sistemano i blocchi nel posto sbagliato, la macchina non funzionerà e impedirà che si riattivi finché non verrà risolto il problema. Ad ogni modo, le cavità possono essere lasciate vuote senza che questo influisca sul funzionamento. Viene sconsigliato di lasciare uno scomparto per un organo vitale vuoto.

Quando i blocchi sono sistemati correttamente e le porte sono chiuse, diventa possibile premere il secondo pulsante della console. Questo non funzionerà se il monitor mostra la barra di caricamento, dato che sta avvenendo un'altra operazione. Le porte che conducono agli scomparti rimangono chiuse per qualche secondo, durante i quali SCP-291 le rimuove in qualche maniera, e il rumore dei meccanismi all'interno del dispositivo aumenta, accompagnato dalla comparsa di una seconda "barra di caricamento" sul display. Il riassemblaggio richiede leggermente più tempo, circa quaranta-cinquanta minuti, al termine del quale fuoriesce da una delle porte un contenitore di plexiglas simile alla bara che viene trasportato da un nastro trasportatore nella camera d'uscita. Al suo interno è presente un essere vivente completamente assemblato immerso in un liquido blu che lentamente evapora quando questi si risveglia.

Gli esseri viventi riassemblati non conservano alcun ricordo del processo, paragonando l'esperienza a un sonno molto riposante e privo di sogni. Si risveglieranno in un leggero stato confusionale, ma si riprenderanno in pochi minuti e lamenteranno un grande appetito. I test hanno rivelato che vengono ricostruiti con lo stomaco vuoto. Inoltre, i corpi sono riassemblati nudi e privi di peli e capelli. Un blocco recante quello che viene identificato come il contenuto del sistema digerente, peli, brandelli di vestiti e ogni altro oggetto che aveva con sé il soggetto viene depositato in una delle piccole porte laterali fuori dalle porte principali e possono essere considerati dei rifiuti. I dispositivi di sorveglianza e analisi inseriti dentro la macchina vengono espulsi allo stesso modo, spesso attorcigliati e distrutti.

Gli ultimi test hanno rivelato che i corpi possono essere riassemblati in modi diversi e potenzialmente dolosi. Vedere l'appendice per i risultati dei test.

Il terzo pulsante deve essere usato solo se qualcosa dovesse andare storto, quando la produzione si blocca e il pulsante lampeggia. Annulla tutto ciò che è stato fatto nel miglior modo possibile e interrompe l'intero processo mentre avvia un qualche tipo di pulizia e un metodo di "reset".

Addendum: I blocchi sono trasparenti e quindi gli organi e le parti del corpo contenute in essi possono essere facilmente identificate e osservate. Il corpo viene suddiviso in questo modo:

  • Cervello
  • Polmoni e diaframma
  • Cuore
  • Sistema digerente
  • Organi riproduttivi
  • Occhio sinistro
  • Occhio destro
  • Parte superiore sinistra del torso, muscolatura del braccio fino al gomito e organi vari
  • Parte superiore destra del torso, muscolatura del braccio fino al gomito e organi vari
  • Parte inferiore sinistra del torso, muscolatura della coscia e organi vari
  • Parte inferiore destra del torso, muscolatura della coscia e organi vari
  • Parte inferiore della gamba e piede sinistro
  • Parte inferiore della gamba e piede destro
  • Avambraccio e mano sinistra
  • Avambraccio e mano destra
  • Muscolatura del collo e della testa e organi vari
  • Scheletro dalla metà della colonna vertebrale in su
  • Scheletro dalla metà della colonna vertebrale in giù
  • Sistema circolatorio e linfatico dalla vita in su
  • Sistema circolatorio e linfatico dalla vita in giù
  • Pelle (ripiegata ordinatamente)

Risultati dei Test

Riassemblare un corpo senza organi vitali ha come risultato lo spegnimento della produzione, che richiede l'uso del terzo bottone. Il corpo verrà depositato in uscita sotto forma di blocco, ancora inerte.

Riassemblare un corpo senza organi non vitali o parti del corpo avrà come risultato che l'organo o la parte del corpo sarà assente quando la persona o l'animale si risveglierà, la ferita sarà chiusa in una maniera sconosciuta che lascia una piccola cicatrice o anche nessun segno.

Fornire una parte del corpo a un essere vivente privo di essa avrà come risultato che la suddetta parte del corpo sarà unita al suo nuovo corpo apparentemente senza rigetti. È stato provato essere in grado di eseguire trapianti di cuore, trapianti di arti e scambi di pelle da una persona a un'altra.

Scambiare i cervelli di due persone porterà a un completo trasferimento della personalità e dei ricordi di quella persona ed è possibile invertire il processo, anche se i soggetti si sentono spesso disorientati per molti giorni e soffrono di disturbi fisici e psicologici, come se "indossassero scarpe che non sono della loro misura".

Scambiando parti del corpo tra specie diverse si ottengono risultati variabili. La Dr. Rights ha suggerito di far proseguire i test, e la richiesta è sotto esame. Soltanto tre trasferimenti tra specie a specie sui venti test eseguiti finora hanno avuto successo.

001 - L'occhio sinistro di un gatto è stato sostituito con l'occhio sinistro di un essere umano. Il soggetto riusciva a usare l'occhio perfettamente e disse che sentiva di essersi adattato a esso molto bene. Il suo nuovo occhio sinistro mostrava tutte le capacità di un occhio di gatto, incluse la difficoltà nel vedere i colori e una percezione maggiore nell'oscurità. (Anche se questo test non fu autorizzato, i risultati furono considerati abbastanza impressionanti da permettere di consentire ulteriori test.) Il gatto, a cui era stato dato un occhio umano, si cavò quest'ultimo una settimana dopo.

007 - Un cervello umano venne trasferito con successo nel corpo di un mastino inglese, sembra grazie alle grandi dimensioni del cranio del cane. Egli richiese, però, di essere ritrasferito nel suo corpo umano il più presto possibile. Il mastino, nel corpo umano, imparò a camminare in posizione eretta nel giro di poche ore e venne disassemblato un'altra volta dopo un incidente che ha coinvolto l'umiliazione di una dottoressa.

016 - A un membro femminile del personale di Classe D vennero scambiati gli organi riproduttivi con quelli di un Labrador Retriever incinta.

Non è stato ancora autorizzato alcun test che includa l'uso di SCP-291 con altri SCP.


Fonte ufficiale: SCP-291

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License