SCP-271
voto: -5+x

Elemento #: SCP-271

Classe dell'Oggetto: Keter

Procedure Speciali di Contenimento: SCP-271 deve essere conservato per il più a lungo possibile nell'Unità di Contenimento !12 in ███ █ █████ ████████████████████ ██ ████ sopra un piedistallo di pietra alto un metro (SCP-271-01), che sarà sommerso di acqua e sigillato in una sfera cava spessa 5 cm, composta di vetro saturo di ferro.
Saranno posti intorno alla stanza (di dimensioni standard) dei magneti permanenti al nedimio-████████ per sospendere la sfera a mezz'aria e respingere intrusi indesiderati. La stanza sarà rivestita di carbonio pirolitico per contenere il campo magnetico generato dai magneti. La porta della stanza deve essere lasciata incustodita e mascherata da normale stanzino delle pulizie, tenuta chiusa da una password inseribile in un terminale anch'esso mascherato da termostato, montato sul muro lungo il corridoio e dietro l'angolo. Il Dr. Vg deve cambiare la password mensilmente. Ogni studio deve limitarsi solo all'osservazione fino a nuovo ordine. In caso di accesso non autorizzato gli elettromagneti nella stanza devono essere attivati da remoto per distruggere la sfera di vetro in modo che il recupero possa essere semplificato.

Descrizione: SCP-271 è un piccolo disco, di composizione ignota di natura metallica, con un diametro poco superiore ai 4 cm, inciso con dei simboli che potrebbero far parte di un alfabeto sconosciuto. Questi simboli infettano col tempo l'ambiente circostante, apparendo gradualmente come se scolpiti invisibilmente sugli oggetti vicini. Essi sono capaci di fuggire attraverso qualsiasi buco, anche se minuscolo, ma si sono dimostrati incapaci di penetrare fluidi non gassosi. Gli oggetti che presentano i simboli per sufficiente tempo iniziano a mutare a livello molecolare nello stesso materiale dell'SCP; entrambi i processi di incisione e pietrificazione sono estremamente dolorosi per gli organismi biotici. L'unico modo conosciuto per purgare i simboli è la distruzione dell'oggetto, cosa che non è possibile fare con lo stesso SCP-271.

Ad oggi sia SCP-271 che SCP-271-01 sono completamente rivestiti dei simboli incisi e sembrano "tremolare" leggermente – Il Dr. Vg e gli altri osservatori gli hanno descritti come "il lato opposto di un'ondata di calore" o "non interamente presenti". I simboli sembrano inoltre essersi piuttosto frattalizzati; gli studi con apparecchiature di potenziamento della vista hanno rivelato simboli in miniatura all'interno e intorno alle incisioni più grandi di entrambi gli oggetti.

SCP-271 era un SCP precedentemente sconosciuto recentemente recuperato da un santuario appartenente alla Chiesa del Dio Frantumato dalla Squadra Speciale Mobile Armata 12, quando [DATI CANCELLATI]. Esso era stato precedentemente conservato in una stanza propria, e i documenti che lo riguardavano notavano che dovesse essere tenuto sigillato "fino a che il riassemblamento non fosse pronto". I documenti acquisiti nel mentre suggeriscono che [DATI CANCELLATI]. La piattaforma è originale; date le vastissime scritte sulla stanza in cui era contenuto, il santuario stesso fu polverizzato. Ad ogni modo, vista la rapida risposta da parte delle forze nemiche, i resti della SSMA-12 furono costretti a [DATI CANCELLATI]. Furono ristabiliti i contatti, ma la natura dell'SCP e i cercatori nemici impedirono un facile recupero, ed è attualmente considerato più prudente che l'SCP rimanga nascosto anche se relativamente non protetto così da non attirare attenzione con il lancio di una missione di recupero molto costosa. Alla SSMA-12 fu ordinato di conformarsi nella UC-!12 (il punto esclamativo denota la loro esistenza atipica all'infuori dell'area sicura della Fondazione SCP).

Addendum: SCP-271 non deve mai essere portato in presenza di SCP-882.

COMUNICATO DI EMERGENZA: I rapporti da altre fonti sotto copertura indicano che dalla data ██-██-████ la Chiesa è a conoscenza della UC-!12 e della posizione di SCP-271, e sta preparando un imminente attacco contro l'unità. SCP-271 deve essere tenuto lontano dalle mani del nemico ad ogni costo. Alla CU-!12 è stato ordinato di mobilitarsi e prepararsi all'evacuazione. Una squadra di recupero deve essere preparata per l'immediato impiego sotto la direzione dell'Agente DuPont. Seguirà un rapporto più dettagliato.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License