SCP-250
voto: 0+x
SCP-250.jpg
SCP-250 fotografato prima della cattura

Elemento #: SCP-250

Classe dell'Oggetto: Euclid

Procedure Speciali di Contenimento: SCP-250 deve essere tenuto in una cella di 50m x 50m metri che simuli l'ambiente di una prateria, con muri in acciaio imbottiti alti 15 metri e spessi 1 metro. La temperatura deve rimanere tra 20 e 28 gradi Celsius durante il dì, e tra 10 e 14 gradi Celsius durante la notte, con una umidità media di non più dell'8%; questo al doppio scopo di assicurarsi che il comportamento generale di SCP-250 rimanga prevedibile, e di mantenere l'integrità fisica delle sue parti componenti. Bisogna fare manutenzione della vegetazione dentro la cella settimanalmente; vedi documento 250-MB48 per dettagli.

Nonostante SCP-250 non necessiti fisicamente di nutrimento, deve essergli dato in pasto un maiale adulto vivo ogni due (2) giorni al fine di regolare i suoi istinti di caccia e aggressione. I resti del suo pasto devono essere rimossi dalla sua cella non meno di una (1) ora dopo l'entrata nel suo periodo di dormienza notturno; questo include pulire qualunque detrito biologico residuo dai componenti fisici di SCP-250 con aria compressa e scope in saggina. In nessun momento durante la pulizia si possono spostare le componenti fisiche di SCP-250 di più di 1 metro in qualsiasi direzione, poiché ciò rischia di interrompere la sua dormienza. La dormienza termina entro 5 minuti dal sorgere del sole; l'accesso al contenimento di SCP-250 durante il suo periodo di attività è proibito.

Descrizione: SCP-250 è lo scheletro fossile animato di un allosauro (originariamente identificato come Allosaurus fragilis; tuttavia, un articolo scientifico incompleto trovato tra gli effetti personali del paleontologo Dr █████████ indica che questa classificazione potrebbe essere stata erronea). Consiste di 153 ossa disarticolate, e 14 rimpiazzi in gesso e vetroresina, tenuti insieme ed animati da una forza sconosciuta. Lo studio di questa forza è ostacolata dal comportamento aggressivo di SCP-250, che è stato stimato dai paleozoologi della Fondazione essere perfettamente entro la norma teoretica per un allosauro.

SCP-250 emula quelle che si presume siano state le normali attività quotidiane di un allosauro vivente: girovaga per la sua cella di giorno, entra in uno stato di dormienza la notte, e tenterà di uccidere e divorare qualunque cosa percepisca come una preda adatta, inclusi gli umani. La sua mancanza di organi non sembra avere effetti sul suo comportamento in alcun modo, eccetto nel fatto che i resti di qualunque preda consumi cadranno inevitabilmente fuori dai buchi nel suo teschio, collo, e cassa toracica, venendo poi da esso ignorati.

SCP-250 fu dissotterrato la prima volta come uno scheletro completo per l'80% il [REDATTO], 19██; i rapporti dello scavo non includono alcuna menzione di anomalie. Nel 19██, fu trasferito al Museo ████████ di █████████████ in [REDATTO], dove fu assemblato, montato, e messo in mostra.

La notte del ██/██/20██, SCP-250 afferrò e uccise un intruso al museo. Nonostante i danni ai resti dell'intruso fossero così estensivi da rendere l'identificazione forense impraticabile, vennero in conclusione dimostrati non essere quelli del paleontologo Dr █████████, il cui ufficio al museo era stato vandalizzato estensivamente quella notte e che non è più stato visto da allora. Il personale della Fondazione integrato nello staff del museo riportò l'incidente, e SCP-250 fu preso in custodia.

scp
Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License