SCP-2310
voto: +1+x
blank.png

Elemento #: SCP-2310

Classe Oggetto: Euclid

Procedure Speciali di Contenimento: Le istanze di 2310-A devono essere alloggiate all'interno di quattro repliche di SCP-2310, per incoraggiarne la cooperazione. Il perimetro del complesso di abitazioni dev'essere posto sotto sorveglianza, ma i soggetti dovrebbero godere di libertà di movimento al suo interno.

SCP-2310 dev'essere mantenuto isolato sul terreno del Sito 115. Non dev'essere condotto alcun esperimento su SCP-2310 che richieda la presenza fisica del personale della Fondazione, e nessun membro del personale può avere accesso alla struttura che contiene SCP-2310. Le ricerche che richiedono un'interazione umana con SCP-2310 devono essere intraprese con l'assistenza di volontari addestrati reclutati fra la popolazione di 2310 del Sito 115. Tutti i volontari 2310-A devono sottoporsi ad un minimo di 18 mesi di terapia prima di essere autorizzati ad offrirsi come volontari come personale di Classe-C.

2310-B dev'essere trattenuta in un alloggio sicuro al Sito-115. Il Personale della Fondazione deve evitare ogni contatto con lei finché non saranno concluse le ricerche sulle sue possibili proprietà anomale.

Data l'assenza di proprietà anomale in Ms. Palmer e la collaborazione in corso con la Fondazione SCP, la sua designazione come 2310-B è stata ritirata; è stata liberata dalla supervisione da parte della Divisione di Contenimento, e i dettagli dello stesso verranno gestiti dalle Risorse Umane.

Descrizione: SCP-2310 è un'abitazione di periferia originariamente situata nella Contea Anne Arundel, nel Maryland.1 Qualunque essere umano che entri nell'edificio diventa vittima di un evento altera-mente anomalo: tali soggetti costituiscono le istanze di 2310-A. Le istanze di 2310-A ritengono di essere una donna umana di 42 anni di nome "Sarah Palmer."

2310-B, l'individuo ritenuto essere la Sarah Palmer originale, non presenta alcuna caratteristica anomala, a parte l'immunità agli effetti di SCP-2310; ha vissuto all'interno di SCP-2310 fra il 1989 e il 2007. Non è stata riportata alcuna attività anomala attorno alla casa in quel periodo, né da lei né da altre persone; si ritiene che l'attuale anomalia si sia manifestata in qualche momento del 2013. 2310-B non era al corrente di alcuna anomalia riguardante la sua precedente abitazione finché non ne è stata messa al corrente dal personale.

La coscienza di ogni nuova istanza di 2310-A viene rimpiazzata con una copia della mente di 2310-B nello stato in cui era il mattino del 20 Gennaio 2002.2 2310-B ha confermato che i ricordi descritti dai 2310-A coincidevano con i suoi fino a quella data. I ricordi di 2310-B dopo quella data non sono accessibili ai 2310-A, e sebbene le personalità di 2310-A siano inizialmente molto simili, spesso si evolvono in modi differenti. I 2310-A non mantengono i ricordi e la consapevolezza del proprio io precedente, e si autoidentificano come Sarah Palmer.3 Poiché non c'è un modo noto di invertire il processo, il personale della Fondazione influenzato da SCP-2310 in questo modo è da considerarsi deceduto, anche se fisicamente ancora operativo.

Nè le parti che costituiscono SCP-2310, né alcun oggetto o articolo d'arredamento all'interno, né il sito in cui esso si trovava originariamente dimostrano alcun effetto anomalo se presi singolarmente. Non è chiaro quale grado di assemblaggio sia necessario perché SCP-2310 manifesti effetti anomali.

Addendum 2310-I: Avviso di Riclassificazione di Sicurezza

Il rapporto missione completo sull'Operazione Snowglobe è secretato, e la cosa non cambierà nell'immediato futuro. Ad ogni modo, considerati i drammatici cambiamenti che essa ha causato all'interno del Sito 115, la curiosità è naturale. Ho ottenuto il permesso di spiegare gli eventi di Snowglobe: inoltre, sicuramente avrete già sentito alcuni dettagli dalle nostre Sarah locali.

Permettetemi di essere franco: Snowglobe è stato un errore che si sarebbe potuto evitare. Venti agenti di una Squadra Speciale Mobile con esperienza sono morti a causa di un artefatto che sarebbe stato probabilmente classificato come Safe, se il recupero non fosse fallito in modo così grave. Come vostro nuovo direttore del sito, spero di servirmi di questo come opportunità di apprendimento per affrontare le cause di una simile catastrofe.

La nota che segue consiste in estratti dal Rapporto Missione di SCP-2310 e nei miei commenti. Le sessioni di discussione per migliorare la comprensione delle procedure di ingaggio da parte del nostro staff inizieranno Lunedì. Questo include sia il personale del Sito 115 sia tutte le unità sul campo assegnate al Sito 115. Per cortesia, prendete familiarità con gli eventi dell'Operazione Snwoglobe prima di allora.

—Prell, Direttore del Sito

Addendum 2310-II: Rapporto sul Recupero di SCP-2310

18 Agosto 2013: Mentre monitorano le attività dei culti alla periferia di Washington DC, gli agenti della Fondazione dell'Unità su Campo Epsilon-7 ("Sette Gazze") notano una serie di sparizioni in un singolo quartiere nella Contea Anne Arundel, nel Maryland: due di queste sparizioni sono agenti di polizia che stavano essi stessi indagando nel quartiere. Vengono richieste altre informazioni dal Dipartimento di Polizia della Contea Anne Arundel.

Mattina del 19 Agosto: La polizia locale riferisce di essere convinta che le persone scomparse siano trattenute in una casa a █████ ██████████████. I vicini riportano strane attività nella casa, che descrivono come "da setta"; descrivono anche una specie di lotta fra le persone all'interno della casa. La polizia locale ottiene un mandato celere: gli agenti della Fondazione continuano ad osservare la situazione mentre lasciano procedere le autorità.

Sera del 19 Agosto: Il Dipartimento di Polizia della Contea Anne Arundel effettua un raid nell'abitazione. Nonostante non ci siano indizi di lotta, le comunicazioni con gli ufficiali si interrompono. Mentre l'AACPD si prepara a fornire assistenza, gli agenti su campo sotto il comando di Eric Strohman intervengono e prendono il controllo della situazione. Viene allestito un perimetro attorno alla casa, i vicini sono evacuati, e gli agenti su campo iniziano ad effettuare una ricognizione attorno all'edificio.

A questo punto, iniziano gli errori della squadra su campo. Le Sette Gazze sono specializzate nelle indagini sui problemi legati ai culti nell'area di DC, e quando i vicini hanno suggerito che ci potesse essere un "culto" che viveva in SCP-2310, la squadra si è fiondata senza considerare appieno altre possibilità. Per il resto del periodo di ricognizione, essa opera assumendo di avere a che fare con cultisti dotati di armamenti anomali, piuttosto che con un'anomalia localizzata e contenuta all'interno della casa. Questa valutazione influenzerà la risposta della Squadra Speciale Mobile.

20 Agosto, 12:40 AM: Gli agenti su campo riportano dei movimenti all'interno della casa. Diversi poliziotti scomparsi sono avvistati mentre si aggirano all'interno, in stato di apparente agitazione. I tentativi di comunicare con loro tramite altoparlante hanno il solo effetto di farli reagire in modo impaurito. Sono avvicinati da figure vestite in modo bizzarro, che li conducono in cantina; tuttavia, si osserva che altri presunti prigionieri hanno libertà di movimento all'interno della casa. Gli agenti su campo ne traggono la conclusione che i cultisti potrebbero possedere mezzi anomali di indottrinamento.

1:12 AM: Un uomo con addosso una tunica rossa4 apre una finestra al piano superiore ed inizia a gridare contro le guardie al perimetro, ordinando loro di lasciare la casa. Non risponde ai tentativi di negoziare la liberazione dei prigionieri. Dopo diversi minuti, scoppia in lacrime e si ritira all'interno della casa.

3:51 AM: Viene completata un'analisi ad ampio spettro della casa. Non sono identificate firme energetiche inusuali, ma sono rilevate circa ventiquattro forme di vita all'interno. Basandosi sulle scomparse nei dintorni, viene stimato che fino a ventuno di loro potrebbero essere prigionieri.

4:25 AM: La Direttrice del Sito Pritchard arriva sul luogo assieme alla Squadra Speciale Mobile Rho-14 (Cinghiali Anziani), guidati dall'Agente Talbot. La Pritchard, Talbot, e l'Agente Strohman si riuniscono per discutere la reazione della Fondazione. Viene approvata un'irruzione a forza nell'abitazione e l'arresto dei suoi abitanti. L'operazione di recupero è protocollata come "Snowglobe."

L'intervento personale della Direttrice del Sito Pritchard non era necessario, e probabilmente è stato influenzato dai suoi precedenti successi nel combattere la Società delle Sette Figlie e gli Amici di Amicus. In base a quanto riferito, ha richiesto un intervento militare immediato, supportata dall'Agente Talbot, nonostante l'Agente Strohman avesse sollevato obiezioni.

Anche se la preoccupazione della Pritchard per garantire la sicurezza dei prigionieri è encomiabile, l'aver ignorato l'analisi di Strohman è stato imprudente. Le trascrizioni suggeriscono come lei e Talbot avessero deciso la linea d'azione prima ancora di raggiungere il luogo; anche se Strohman era un suo subordinato, come comandante degli agenti su campo impegnati a studiare SCP-2310 il suo giudizio avrebbe dovuto essere tenuto in maggiore considerazione. Anche se le sue ipotesi sulla natura dell'anomalia altera-mente all'opera erano errate, era nel giusto nel considerare la semplice possibilità di un'anomalia altera-mente come degna di cautela particolare.

Un'ultima considerazione, di natura più sottile e psicologica: una volta che una Squadra Speciale Mobile da combattimento viene inviata in loco, la leadership della Fondazione si ritrova sotto pressione per utilizzarla. In effetti, abbiamo condotto delle ricerche a riguardo — quando le Squadre Speciali Mobili sono dispiegate prima che l'uso della forza venga approvato, l'approvazione viene concessa entro le 12 ore successive nel 78% dei casi, ed entro 48 ore nel 90% dei casi. La loro sola presenza rende l'uso della forza il la soluzione più semplice. Fra tutti, siamo noi che dovremmo riconoscere quanto poco potere abbiamo sulle nostre menti.

5:00 AM: Gli Agenti riprendono i tentativi di negoziazione tramite altoparlante. Mentre questo attira l'attenzione degli abitanti della casa, la SSM Rho-14 prende posizione e si prepara ad entrare nell'edificio. La Squadra Aksum si posiziona alla porta sul retro, la Squadra Babele alla botola del sotterraneo, la Squadra Corinto sul tetto, e le Squadre Dacia ed Egitto sono tenute di riserva.

5:10 AM: L'Agente Talbot ordina alla Squadra Axum di entrare nell'abitazione. La squadra sfonda la porta sul retro. L'Agente Wright è il primo ad entrare: appena all'interno nella casa, la sua coscienza è rimpiazzata all'istante con un'istanza di 2310-A, che lo rende l'individuo noto come 2310-A-18.5

Man mano che segue Wright nell'edificio, il resto della squadra è rimpiazzato allo stesso modo con istanze di 2310-A. Ritrovandosi circondata da uomini armati, 2310-A grida "Non sparate!" Tutti gli altri 2310-A hanno una simile reazione impaurita, e si separano. La maggior parte si sposta all'interno dell'abitazione; 2310-A-2 corre in giardino e si nasconde in un cespuglio.

Quando sente la Squadra Axum gridare alla radio a proposito di uomini armati, l'Agente Talbot invia all'interno le Squadre Babel e Corinto, con l'obiettivo di fiancheggiare gli uomini armati che si ritiene stiano assaltando Aksum. Babele entra nel seminterrato e Corinto fa irruzione attraverso il tetto; tutti e quattro i membri di ciascun team sono immediatamente convertiti in istanze di 2310-A e si uniscono al vocio via radio che parla di uomini armati.

Di fronte a quello che appare un nemico inaspettatamente pericoloso ed equipaggiato con armi convenzionali, la Direttrice del Sito Pritchard ordina alle Squadre Dacia ed Egitto di entrare nell'edificio. Gli Agenti Talbot e Strohman, che si sono ormai accorti delle reazioni insolitamente terrorizzate per degli agenti di una Squadra Speciale Mobile, si oppongono con forza alla decisione, ma le loro obiezioni vengono respinte.

L'Agente Talbot guida le Squadre Dacia ed Egitto attraverso la porta d'ingresso: sono convertite immediatamente in istanze di 2310-A. Con l'intera Squadra Speciale Mobile Rho-14 in rotta, la Direttrice Pritchard ordina una ritirata generale, ignorando che l'intera squadra è a tutti gli effetti già caduta in battaglia.

La Direttrice Pritchard non è stata riassegnata per aver causato la morte di alcune persone; se la Fondazione confinasse i Direttori dei Siti in "Servizio Keter" ogni volta che causano delle morti, io stesso sarei in servizio Keter. La Pritchard è stata riassegnata per non essere stata capace di ridurre le perdite quando tutti quelli che la circondavano suggerivano cautela.

So che la Pritchard era popolare qui, quindi permettetemi di assicurarvi che la sua carriera non sarà giudicata soltanto sulla base del suo momento più buio. Ha svolto per la Fondazione un lavoro eccellente, e verrà fatto buon uso dei suoi talenti altrove.

5:13 AM: Diversi agenti convertiti della Fondazione lasciano l'edificio, assieme ad altre istanze di 2310-A, spaventate dagli intrusi armati. Il loro stato mentale inusuale è immediatamente evidente. La Squadra su Campo Epsilon-7 riprende il monitoraggio dell'abitazione e trattiene i 2310-A che tentano la fuga.

6:30 AM: Gli interrogatori in loco degli agenti convertiti non fornisce informazioni; essi risultano incapaci di spiegare gli eventi del raid. Il loro cambio di identità non è ancora pienamente evidente, e si ritiene inizialmente che soffrano solo di una forma anomala di amnesia.

Gli interrogatori con le istanze di 2310-A che avevano avuto un tempo maggiore per adattarsi alla propria condizione sono stati più illuminanti. È stato subito chiaro che non erano affiliati con alcun gruppo d'interesse.6 Hanno discusso la loro identità condivisa come Sarah Palmer. Test improvvisati per mettere a confronto i loro ricordi e personalità hanno fornito supporto provvisorio alle loro dichiarazioni di essere duplicati della stessa coscienza.

La loro testimonianza spiega anche come i 2310-A avessero deciso di rinchiudersi in casa, sia per nascondere la propria condizione, sia perché ciascuno di loro la considerava come la propria casa. Le lotte all'interno descritte dai testimoni sono state istigate dalle "Vere Sarah", un gruppetto di 2310-A che somigliano anche fisicamente a Sarah Palmer. Le Vere Sarah hanno tentato, senza successo, di espellere gli altri 2310-A quando il denaro ed il cibo hanno iniziato ad esaurirsi. (Questa crisi sembra essere stata causata inavvertitamente dalla Sarah Palmer originale, allora residente in Florida, che in quel periodo aveva sporto denuncia per furto d'identità alla Bank of America.)

La maggior parte dei 2310-A si dimostra cooperativa a seguito di questi interrogatori. La direttrice Pritchard chiede a diversi volontari fra di essi di portare dispositivi di monitoraggio nella casa e di far uscire i 2310-A che sono rimasti nascosti all'interno, includendo i dodici agenti della Fondazione convertiti.

6:45 AM: I 2310-A entrano nella casa agendo sotto le direttive della Fondazione. Diversi volontari 2310-A sono minacciati con le armi da agenti convertiti della Fondazione. Ad ogni modo, la Sarah Palmer originale non aveva familiarità con il funzionamento dei fucili d'assalto, e nessuno degli agenti convertiti riesce a togliere la sicura.

Nel corso delle successive quattro ore, i rimanenti 2310-A sono persuasi con successo dai 2310-A volontari ad uscire dall'edificio. Sono presi in custodia dalla Fondazione e portati al Sito 115, dove incontrano degli psicologi della Fondazione che li aiutano a prepararsi per la detenzione.

1:10 PM: Dopo un esame dei prezzi degli immobili locali, viene stabilito che sarebbe più economico rilevare e ricollocare la casa piuttosto che metterla in sicurezza in loco. Viene inviata una richiesta al Sito 227 per l'impiego temporaneo di un team di ingegneri.

Il rapporto prosegue, ma vi risparmio i dettagli sul team di ingegneri che sposta l'edificio originale. Vi basti sapere che SCP-2310 ha causato un'ultima perdita per la Fondazione durante la ricollocazione della struttura: il tetto (che si era indebolito durante l'irruzione della Squadra Corinto) è crollato, e i detriti hanno sepolto uno degli ingegneri. Questo non lo ha convertito in un'istanza di 2310-A, ma le ferite gli hanno fatto perdere l'uso delle gambe; egli è l'unico sopravvissuto ad un contatto con SCP-2310.

SCP-2310 è ottuso. Non tenta di ingannare le sue vittime o di attirare qualcuno all'interno: sfrutta semplicemente il desiderio umano di aiutare le persone. I vicini sono andati a controllare la coppia di anziani che viveva lì, e quando non sono usciti i loro amici sono andati a cercarli, poi la polizia è andata a cercare loro, e noi li abbiamo seguiti unendoci alla fila di pecoroni. Pensavamo di cavarcela nel comportarci allo stesso modo perché siamo professionisti, mentre la vera professionalità sarebbe consistita nel fare qualcosa di diverso.

La Fondazione SCP svolge un lavoro incommensurabilmente importante, e lo fa di solito estremamente bene. Tuttavia, ho visto troppi impiegati della Fondazione di talento affetti dalla mentalità del fazzoletto usato: cioé, la convinzione che i pericoli che affrontiamo siano così letali ed urgenti da dovergli lanciare addosso tutto quello che abbiamo.

Tuttavia, per quanto le risorse della Fondazione siano considerevoli, posso assicurarvi che non sono infinite; arrivano da qualche parte, e se ne abusiamo, andranno a qualcun altro. Davanti al pericolo, dobbiamo essere prudenti. Dobbiamo essere pronti a rinunciare, ritirarci, e combattere un altro giorno, in un altro modo; o verrà il giorno in cui solleveremo la cornetta per chiedere aiuto, e la voce dall'altra parte risponderà "No."

Attendo con impazienza di lavorare con tutti voi al Sito 115.

—Prell, Direttore del Sito

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License