SCP-225-FR
voto: +3+x
blank.png
Cat.gif

SCP-225-FR mentre cerca di impedire ad un soldato inglese di utilizzare la propria mitragliatrice Bren, durante la Seconda Guerra Mondiale.

Elemento #: SCP-225-FR

Livello di Minaccia: Bianco ○ - Arancione

Classe dell'Oggetto: Safe

Procedure Speciali di Contenimento: In considerazione dei suoi effetti benefici sul personale, SCP-225-FR può essere lasciato libero nelle zone non critiche del Sito Aleph, come ad esempio la caffetteria o le sale relax. I membri del personale sono autorizzati ad interagire con SCP-225-FR allo stesso modo in cui interagirebbero con un gatto domestico non anomalo. Tuttavia, SCP-225-FR non deve addentrarsi nelle ali adibite al contenimento, di ricerca e in nessun caso nelle ali militarizzate del Sito. Qualsiasi membro del personale che scopre SCP-225-FR all'esterno delle aree autorizzate è invitato a ricondurre l'entità in esse, pena sanzioni.

In caso di violazione del contenimento, di attacchi contro il Sito o qualunque altro avvenimento che necessita di un intervento armato, SCP-225-FR dovrà essere introdotto all'interno di'unità di contenimento appropriata il più rapidemente possibile e non deve essere in grado di assistere a nessun combattimento. Un'unita di contenimento di questo tipo è presente in ogni sala relax dove SCP-225-FR è autorizzato a stazionare e nella caffetteria. Essi hanno la forma di un box misurante 60 cm, lateralmente incassato nel terreno e al quale si accede tramite un portello in acciaio dello spessore di 3 cm. Ogni unità deve essere provvista di un abbeveratoio e di una fonte di luce. SCP-225-FR potrà essere nuovamente liberato una volta che la situazione critica sarà stata risolta. Un addetto al contenimento dovrà quindi verificare le condizioni del portello del box interessato.

Almeno un gatto domestico non anomalo deve essere presente nel Sito Aleph in caso di morte dell'ospite attuale di SCP-225-FR.

Avviso per il personale: Apprezziamo tutti la presenza di un gatto durante le nostre pause. È per questo motivo, e anche per non dimenticarci che questo gatto rimane un oggetto SCP, che il suo contenimento è un affare di tutti.

Descrizione: SCP-225-FR si presenta attualmente sotto forma di un gatto domestico (Felis silvestris catus) dal pelo di media lunghezza e dal mantello di colore rosso scuro. Pesa 3,2 kg ed è lungo 59 cm, esclusa la coda.

Risulta essere molto difficile determinare la vera natura di SCP-225-FR. Esso può essere descritto come un essere-concetto1 parassitico e unico che si materializza esclusivamente tra i gatti domestici. Questo concetto conferisce di fatto invincibilità all'esemplare che occupa, sebbene l'invecchiamento non ne risenta. Inoltre, la coscienza del concetto sembra essere capace di prendere, in una certa misura, il controllo del suo ospite. Il livello d'intelligenza di questa coscienza sembra prossimo a quello di un bambino di una decina di anni. In questo modo, SCP-225-FR utilizza l'ospite per raggiungere i suoi scopi.

SCP-225-FR pare essere animato da ideali pacifici molto pronunciati. Infatti, esso non sembra sopportare la vista di qualsiasi forma di violenza, e addirittura la violenza istituzionalizzata delle guerre sembra farlo reagire con ancor più veemenza. Come risultato di questi ideali, SCP-225-FR cerca costantemente di prevenire qualsiasi forma di violenza di cui può essere testimone. Tuttavia, le sue azioni sono pesantemente limitate dalla natura del suo ospite: prevenire conflitti come le guerre è impossibile per l'anomalia, a causa della loro estesa entità. Nonostante questo, SCP-225-FR si dimostra effettivamente in grado di limitare i conflitti e le violenze di minore entità, come ad esempio le violenze coniugali o i conflitti tra colleghi.

Che tragedia per questo essere-concetto… Essere animato da tali ideali, pur non potendoli realizzare per mancanza di ospiti fisici più idonei… - Dott. Dupuy

Come già accennato, anche la coscienza di SCP-225-FR è parzialmente limitata dalla natura animale del suo ospite, e di conseguenza non sembra essere in grado di prenderne il controllo totale. Pertanto, SCP-225-FR, all'interno di un ospite, conserva i bisogni e i limiti di un gatto domestico non anomalo: esso necessita del contatto umano e continua — malgrado gli apparenti tentativi di SCP-225-FR di inibirli — a seguire le pulsioni istintive del suo ospite, come marcare il territorio ecc.

Sì, questo significa che potreste divertirvi a far seguire un puntino laser a questo essere pacifista. No, non fatelo. - Dott. Dupuy

Tuttavia, nonostante i limiti dei suoi ospiti, SCP-225-FR sembra essere comunque consapevole dei loro punti di forza. Ciò diventa evidente nel modo con cui l'essere-concetto riesce effettivamente a influenzare gli esseri umani. L'entità comincia sempre con il farsi apprezzare dalle persone che le stanno intorno, un passo facilitato dall'infatuazione degli esseri umani attorno al gatto. SCP-225-FR procede in seguito per associazione di idee: non appena sarà testimone di violenza, esprimerà la sua tristezza e il suo malessere facendo tutto ciò che gli è possibile per farsi capire. Avendo precedentemente conquistato la loro simpatia, la maggior parte dei soggetti umani cesseranno in poco tempo i loro conflitti, non desiderando far soffrire SCP-225-FR.

Si tratta di una questione delicata: SCP-225-FR riduce davvero i conflitti tra i membri del personale per mezzo di un effetto anomalo, o smettono davvero di litigare in sua presenza per paura di deludere un essere così adorabile? Ho paura che non avremo mai la risposta. - Dott. Dupuy

Quando l'ospite di SCP-225-FR muore, quest'ultimo non subisce la stessa sorte. Al contrario, la sua coscienza sembra trasferirsi nel gatto domestico più vicino. In questa maniera l'anomalia è stata scoperta dalla Fondazione: quando il gatto domestico del Dott. Dupuy, che non risiede al Sito Aleph,
è sopravvissuto a due incidenti consecutivi senza riportare ferite, oltre a mostrare comportamenti "insoliti", il ricercatore ha sospettato l'influsso di un effetto anomalo. Alcuni test sull'abilità calmante di SCP-225-FR hanno successivamente confermato questa ipotesi.

Addendum 225-FR-01: Per la sua natura di essere-concetto, la comunicazione con SCP-225-FR si rivela essere molto difficile. La squadra del Dott. Dupuy ha tuttavia tentato di rimediare a questo problema. Il primo passo è stato di far comprendere a SCP-225-FR le nozioni di "sì" e di "no". Per questo, e sapendo che l'entità è in grado di riconoscere le espressioni umane, delle immagini che le rappresentano sono state associate a dei visi umani che esprimevano sia un profondo malessere, sia una certa serenità. Grazie a ripetuti tentativi, è stata resa possibile un'associazione d'idee tra il lato negativo della prima immagine e la negazione (e rispettivamente il lato positivo della seconda immagine e l'affermazione). Poi, tramite dei montaggi, è stato reso possibile porre delle domande a SCP-225-FR, alle quali egli ha potuto rispondere. SCP-225-FR è stato dunque in grado di esprimere direttamente i suoi ideali pacifisti, ma anche grande stanchezza. L'entità ha inoltre confermato di aver preso parte a diversi eventi storici, sebbene sia incapace di precisare quali siano.

Addendum 225-FR-02: Sulla questione dell'immortalità apparente di SCP-225-FR e delle sue affermazioni di aver partecipato a degli eventi storici, sono state effettuate alcune ricerche per determinare la veridicità di queste affermazioni e l'influenza che l'entità avrebbe potuto avere sui suddetti avvenimenti.

Nazi.jpg

Erich Bärenfänger tiene tra le mani SCP-225-FR, poco prima della battaglia di Berlino.

Le ricerche hanno portato alla luce il caso di Erich Bärenfänger, Maggior generale della Wehrmacht durante la Seconda Guerra Mondiale. Sebbene sia stato difficile procurarseli, poiché occultati dai nazisti prima della fine della guerra, alcuni documenti hanno mostrato come l'ufficiale sia rimasto affetto da SCP-225-FR, che l'aveva adottato a Berlino nel febbraio del 1945. Un soldato rimasto anonimo che servì sotto gli ordini di Bärenfänger durante la battaglia di Berlino, scrisse il 25 aprile 1945:
«Il Maggior generale Bärenfänger rifiuta di comandare le sue truppe. I bolscevici sono entrati a Berlino, e nonostante il Führer in persona gli abbia affidato la difesa dei settori A e B, si nasconde da solo con il suo gatto nel quartier generale. Sembra inoltre che non esca da lì da due giorni. Come può infliggere questo trattamento al Reich in queste ore così oscure? Ha usurpato la sua croce di ferro? In ogni caso, il Tenente Becker non ha perduto il suo spirito, e domani ha deciso di lanciare degli attacchi contro i carri armati bolsevici. Possa l'inazione del Maggior generale non condannarci alla disfatta.»
Altre fonti indicanti che Bärenfänger si sarebbe suicidato il 30 aprile, invece del 2 maggio, mostrano l'influenza psicologica che SCP-225-FR potrebbe aver avuto in questo caso.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License