SCP-221
voto: 0+x

Elemento #: SCP-221

Classe dell’Oggetto: Safe

Procedure Speciali di Contenimento: SCP-221 deve essere conservato in un contenitore chiuso dal quale non possa essere rimosso, eccetto per ulteriori test da parte del personale di Livello 2. Il contenitore è una scatola d’acciaio 15.25 cm x 15.25 cm, imbottita dentro e con un sistema di chiusura interno. Il contenitore deve essere posizionato in una stanza chiusa, con una guardia per garantire che SCP-221 non venga preso.

Descrizione: SCP-221 è un paio di pinzette fatte di oro, realizzate nel XVI o nel XVII secolo. Dopo una prova eseguita da un soggetto, è stato notato che le aree danneggiate usate per raccogliere campioni di materiale erano più piccole di quanto non lo fossero prima del test. Attualmente si teorizza che SCP-221 utilizzi le minuscole quantità di oro presenti nel corpo umano per rigenerare il danno.

Il soggetto ha rivelato che SCP-221 crea un forte caso di disordine ossessivo-compulsivo in qualunque persona che lo utilizza sul proprio corpo. I soggetti utilizzeranno SCP-221 per rimuovere lentamente tutti i peli dal proprio corpo, prima di rimuovere le dita e le unghie dei piedi, così come i denti, per poi culminare con la rimozione degli organi, sia esterni, come gli occhi e la pelle, sia interni, come il fegato e il pancreas, utilizzando le proprie mani nel caso SCP-221 non sia efficace (sebbene SCP-221 non sarà mai messo da parte durante questo processo, e rimane stretto in una delle mani del soggetto). Se SCP-221 viene portato via dal soggetto, quest’ultimo diventerà violento e maniaco e userà le proprie mani per continuare il processo, anche se in un modo meno attento. È bene notare che la progressione di questo comportamento varia da soggetto a soggetto, ma non è mai meno fatale.

Addendum:

Test Log 221-1: A un soggetto di Classe D venne ordinato di usare SCP-221 per rimuoversi le sopracciglia. Nonostante il soggetto fosse inizialmente poco entusiasta del compito, dopo i primi 10 minuti ha iniziato a strappare più attivamente i peli delle proprie sopracciglia, e dopo averle completamente rimosse, è passato a strapparsi le ciglia, a discapito dei ripetuti avvisi che il test era concluso. Quando SCP-221 gli è stato portato via, il soggetto ha iniziato a strapparsi le ciglia con le proprie dita, rimuovendole del tutto prima di passare alle unghie dei piedi. Il soggetto ha completamente rimosso le unghie delle mani e dei piedi, per poi gridare e schiantare la propria faccia contro il muro. La ragione di questo sfogo è divenuta chiara quando ha iniziato a staccarsi i denti, ormai allentati. I soggetto è infine morto per dissanguamento e shock, a metà strada nel rimuoversi i propri organi interni.

Test Log 221-2: I soggetti del test appartengono al personale di Classe D, al Soggetto Test 1 venne ordinato di utilizzare SCP-221 sull’altro membro di Classe D, Soggetto Test 2. Dopo 15 minuti, i soggetti del test hanno iniziato a discutere su come chi tenesse SCP-221 lo stesse utilizzando sull’altro. I soggetti del test hanno iniziato a combattere per utilizzare SCP-221, Soggetto Test 1 ha usato SCP-221 per pugnalare Soggetto Test 2 nell’occhio, penetrando nel cervello e uccidendolo all’istante. Soggetto Test 1 ha iniziato a utilizzare SCP-221 per rimuovere le proprie ciglia, passando poi ai denti e agli occhi. Soggetto Test 1 è morto per dissanguamento dopo aver rimosso il 73% della pelle del suo corpo.

scp
Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License