SCP-2201
voto: 0+x
Barbershop.jpg

Foto originale fatta a SCP-2201-1 usando l'autoscatto.

Elemento #: SCP-2201

Classe dell'Oggetto: Safe

Procedure Speciali di Contenimento: SCP-2201 è conservato in un armadietto di contenimento standard per Oggetti Anomali di classe Safe che si trova nell'Ala Gamma del Sito 118. I ricercatori che desiderano fare esperimenti con l'oggetto devono presentare un modulo di richiesta al Dottor Louef, l'attuale direttore dell"Ala Gamma del Sito 118.

Tutti i ricercatori che fanno test su SCP-2201 devono prendere nota del corrente programma degli esperimenti per assicurarsi che sia passato un mese dall'ultimo test eseguito.

Descrizione: SCP-2201 è una moneta di stagno di circa 3 centimetri di diametro. Su un lato è stampato un simbolo rappresentante un paio di forbici per capelli e un rasoio a mano libera sovrapposti. Sull'altro è presente un'iscrizione stilizzata che recita: "la Barberia", assieme a una frase che dice "La migliore del mondo… E oltre".

Quando un uomo tiene la moneta in mano e pronuncia distintamente le parole "Avrei proprio bisogno di un taglio di capelli", scompare all'istante e riappare all'interno di SCP-2201-1.

Con la classificazione SCP-2201-1 si fa riferimento a un edificio anomalo simile a una bottega da barbiere degli anni '30. La posizione della bottega al momento è sconosciuta e tutti i tentativi di localizzarla non hanno avuto successo. Per adesso SCP-2201-1 è raggiungibile soltanto usando SCP-2201. Al momento, la porta di SCP-2201-1 è chiusa e SCP-2201-2 ha chiesto che nessuno cerchi di aprirla.

SCP-2201-2 è una denominazione relativa a un'entità umanoide che si fa chiamare "Giuseppe". SCP-2201-2 afferma di essere il proprietario e unico barbiere di SCP-2201-1. Ogni volta che una persona entra dentro SCP-2201-1, troverà SCP-2201-2 intento a sistemare i suoi strumenti sul tavolo ma si volterà immediatamente e gli chiederà che cosa desidera.

SCP-2201-2 parla nella lingua in cui il soggetto si sente più a suo agio. Indipendentemente dalla lingua, SCP-2201-2 mostrerà un forte accento siciliano, ma è capace di parlare in maniera fluente qualsiasi lingua testata. Generalmente, SCP-2201-2 è gentile e cortese, malgrado spesso cerchi di ignorare le domande riguardo la posizione di SCP-2201-1 o altre che ritiene essere troppo invadenti.

SCP-2201-2 è in grado di accontentare qualsiasi richiesta fattagli che rientri tra le normali mansioni di un barbiere, insieme ad alcune pratiche antiquate delle barberie, come la rimozione di denti o interventi di chirurgia. SCP-2201-2 è stato visto eseguire ogni compito richiesto estremamente bene. In un'occasione, SCP-2201-2 è stato capace di accorciare la barba di D-28091 con un margine di errore di 5 micrometri rispetto alla lunghezza richiesta.

Dopo aver portato a termine il lavoro richiesto, SCP-2201-2 ringrazierà il soggetto per essere venuto e schioccherà le dita, facendo si che egli ritorni nel luogo in cui aveva fatto inizialmente uso di SCP-2201.

I soggetti di sesso femminile non possono utilizzare SCP-2201. Quando gli viene chiesto il perché accetti solo maschi, SCP-2201-2 ridacchia e si rifiuta di rispondere. Inoltre, se qualcuno cerca di usare SCP-2201 prima che siano passati 30 giorni dall'ultimo utilizzo, il soggetto sentirà la voce di SCP-2201-2 nella propria mente che dirà "Non è ancora il momento".

SCP-2201 venne scoperto la prima volta il 02/12/1882, durante un raid a un magazzino della Marshall, Carter and Dark. SCP-2201 veniva garantito come un oggetto che potesse fornire "La perfetta toelettatura per i gentleman di prestigio".

È stato constatato che l'aspetto mostrato da SCP-2201-2 nelle attivazioni odierne di SCP-2201 sia identico a quello che aveva durante la sua prima attivazione. In contrasto con il suo aspetto moderno, è stato notato che SCP-2201-1 assomiglia a una bottega da barbiere del 19° secolo.

Resoconto dell'Interrogatorio 2201-A: Il seguente interrogatorio è stato effettuato dall'Agente Ethan Lang nel tentativo di acquisire maggiori informazioni a proposito di SCP-2201.

Lang: Buongiorno, Giuseppe.

SCP-2201-2: Ahh, benvenuto Ethan. Cosa posso fare per te oggi?

Lang: Il solito. Ho un po' di tempo, fammi una rasatura pulita. La voglio molto pulita.

SCP-2201-2: Certo, certo. Lo sai come lavoro, Ethan. Non resterai deluso.

Lang: Ti dispiace se ti faccio qualche domanda mentre stai lavorando?

SCP-2201-2: Certo che no. Cosa avevi in mente?

Lang: Che cos'è esattamente questo posto?

SCP-2201-2: È una bottega da barbiere. Non è evidente? Sei venuto qui così tante volte che dovresti saperlo, spero. [SCP-2201-2 ridacchia]

Lang: Sì, ma dove siamo? Si trova da qualche parte sulla Terra?

SCP-2201-2: [Sembra non essere a suo agio nel rispondere] In un certo senso, credo. Hai altre domande?

Lang: Sì. Da quanto fai il barbiere e perché?

SCP-2201-2: Da quando ero un ragazzo. Mio padre mi ha insegnato il mestiere e come mandare avanti l'attività. Sai, tagliare i capelli, radere la barba, fare le acconciature, dare una spuntatina ai tentacoli, mettere la cera alla proboscide. Glielo insegnò suo padre a cui aveva insegnato suo padre e così via. Sono un barbiere perché è quello che so fare.

Lang: E perché questo posto non è cambiato? A quanto pare questa barberia cambiava di continuo piuttosto spesso per stare al passo coi tempi.

SCP-2201-2: Le persone non vanno più dal barbiere come si faceva un tempo. Che dire di tutti questi nuovi saloni da parrucchiere? "Tentaclip?" Le persone non sanno più apprezzare una normale bottega da barbiere? Io mantengo vivo quello spirito.

Lang: Vedo. Hai mai avuto altri barbieri qui?

SCP-2201-2: [Sospira] Sì, una volta. C'erano un sacco di barbieri qui che facevano ogni tipo di lavoro. Adesso ci sono solo io a occuparmi di quelli che riescono ancora a trovare le monete. A parte il Signor Dark, la Signora Wondertainment e qualcun'altro, non ci sono molti clienti regolari da dove vieni tu.

Lang: Umm… Signora Wondertainment?

SCP-2201-2: È un favore a suo padre. Lo conosco molto bene e dovevo ripagargli un favore in qualche modo. E, sembra che qui abbiamo finito. Grazie per essere venuto, Ethan. È stato bello parlare con te.


Fonte ufficiale: SCP-2201
Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License