SCP-206
voto: 0+x

Elemento #: SCP-206

Classe dell'Oggetto: Euclid

Procedure Speciali di Contenimento: Dato che non è attualmente possibile mettere in sicurezza SCP-206, è stato messo in atto un piano di soppressione di informazioni per nascondere la sua esistenza. Le frequenze che SCP-206 è noto utilizzare devono essere monitorate, e tutte le immagini trasmesse alla Terra attraverso altre sonde o satelliti devono essere cancellate da ogni associazione operativa che non sia la Fondazione dopo che esse sono state recuperate. I siti web, le riviste e i periodici di tecnologia e astronomia devono essere monitorati per discussioni sul rover o sulla ricezione di fotografie inusuali (vedere il Documento 206-AA12 per una lista completa). Alle persone che dovessero venire a conoscenza dell'esistenza di SCP-206 devono essere somministrati degli amnesiaci.

AGGIORNAMENTO- 11/30/20██: Siccome l'osservazione orbitale di SCP-206 è stata provata possibile, gli agenti all'interno delle organizzazioni satellitari e di ricezione immagini aeree hanno le direttive di tenere gli occhi aperti per le istanze di SCP-206, e di rimuovere le immagini ricevute. Il racconto della storia di copertura "immagini corrotte" è suggerito.

Descrizione: SCP-206 è un rover di esplorazione Marziano (Desiganzione - Invictus) lanciato in orbita in data 12/08/20██  come parte di uno sforzo congiunto dell'Istituto di Ricerca Spaziale Russo / Agenzia Spaziale Europea. (Le specifiche esatte degli oggetti sono elencate nel Documento 206-AA1.) Nonostante il successo del lancio a bordo di un razzo Soyuz-FG, i dati di telemetria furono persi in data 16/01/20██, circa a metà strada per Marte. I tentativi si ristabilire la comunicazione fallirono, e in data 10/02/20██ il mezzo fu dichiarato disperso.

In data 08/06/20██ (un giorno dopo l'arrivo previsto di Invictus sulla superficie di Marte) fu stabilita una connessione con il controllo di volo dell'ESA sulla frequenza assegnata al rover. Prima della chiusura della fonte, furono trasmesse 38 fotografie, che sembrano mostrare la zona prevista di atterraggio nel Cratere Victoria. Tre giorni dopo, un ulteriore gruppo di 11 immagini furono ricevute, mostranti un luogo completamente diverso (successivamente si determinò essere nella Cydonia Mensae, circa 2500 km verso sud).

La Fondazione fu informata degli incidenti dagli agenti alla ESA poco dopo, e iniziò a investigare. Le procedure di contenimento furono istituite in data  21/06/20██, quando il Commando della ESA ricevette un gruppo di 5 immagini mostranti la vista panoramica della superficie di Marte, apparentemente scattate dal suo satellite Deimos. Come il rover (che, per designazione, è capace di accelerare a un massimo di 90 m/h in piano) si sia spostato tra questi luoghi è attualmente sconosciuto.

SCP-206 contatta la Terra sporadicamente, utilizzando il suo canale originale, [DATI REDATTI]. Una volta che la connessione viene stabilita, esso carica un gruppo di immagini in vari formati. Le immagini ricevute non sempre corrispondono all'hardware originalmente installato su Invictus, anche se la sigla e i pacchetti SIP combaciano con quelli programmati.

Le stazioni di rintraccio hanno ricevuto un totale di ████ immagini. Un grande numero di queste immagini (circa il 38%) sembra essere stato scattato sulla Terra, o su un mondi molto simili ad essa (differenti solo in alcuni dettagli). Le restanti fotografie sembrano essere state scattate su, o nelle regioni di, vari corpi celesti, solo una piccola percentuale dei quali sono stati identificati. I periodi tra le trasmissioni variano considerevolmente; il più corto registrato ad oggi è di 26 ore, il più lungo di 511.

Nonostante la conferma visiva dell'esistenza di qualcosa di simile al rover (vedi Addendum 206-1) nessuna traccia di esso è stata trovata nelle immagini ricevute, anche quando la scena comprende una superficie riflettente. Inoltre, una serie di fotografie mostrano posizioni estremamente difficili, se non impossibili da raggiungere per un rover di dimensioni e forma quali quelle di Invictus.

Addendum 206-1: Al tempo in cui vennero istituite le procedure di contenimento, era sconosciuto se le trasmissioni fossero originate dalla sonda stessa, o se un'entità sconosciuta avesse semplicemente cooptato la frequenza e stesse impersonando il rover.

Comunque, in data 13/08/20██, SCP-206 trasmise una fotografia di ciò che fu identificato essere una porzione di un Laser di Misurazione Lunare Catarifrangente. Alle attività orbitali nelle vicinanze fu riassegnato il compito di sorvegliare le regioni interessate, rilevando tracce molto somiglianti a quelle che avrebbe potuto lasciare un rover di dimensioni e forma simili a Invictus. In data 30/11/20██  il modulo orbitante lunare Giapponese SELENE colse il veicolo stesso durante una sessione di calibrazione della fotocamere sopra il Cratere Copernico. Quattro ore dopo, SCP-206 caricò una nuova immagine mostrante la stessa regione. Da allora, SCP-206 è stato colto da numerosi satelliti in varie località – vedi Log Avvistamenti SCP-206.

Addendum 206-2: Anche se SCP-206 utilizza generalmente [DATI REDATTI], in almeno 5 occasioni le immagini furono trasmesse a (o attraverso) attività spaziali civili o militari. Nessuna connessione tra le immagini in questione fu trovata. Vedere Log Incidente SCP-206 per ulteriori dettagli.

scp
Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License