SCP-194
voto: 0+x
scp-194.jpg
SCP-194-1 in uno stadio di trasformazione avanzato.

Elemento #: SCP-194

Classe dell’Oggetto: Euclid

Procedure Speciali di Contenimento: Gli esemplari di SCP-194 devono essere tenuti all’interno di una voliera nel Sito-43. L’area attorno alla voliera deve essere circondata da delle reti ad almeno cinquanta (50) metri di distanza da essa. SCP-194 deve essere nutrito giornalmente con dei roditori; le piume cadute da SCP-194 possono venire raccolte al momento del pasto. Solo il personale che non presenta sintomi di introversione o isolamento nel suo passato può essere designato per nutrire SCP-194. Gli esemplari di SCP-194-1 devono essere rinchiusi in una camera sotterranea all’interno del Sito-43. Questa camera è provvista di paglia e di luci a soffitto per simulare la presenza del sole. SCP-194-1 deve essere nutrito con una dieta identica a quella di SCP-194 con l’aggiunta delle piume di SCP-194 se richieste. Per nessuna ragione SCP-194-1 deve entrare in contatto con gli SCP-194, a meno che SCP-194-1 non si sia completamente trasformato in un SCP-194. Al personale è vietato interagire con SCP-194-1 al di fuori dei colloqui o altri eventi programmati con il Dr. ████████████. I membri del personale che hanno avuto delle interazioni non autorizzate con SCP-194 o SCP-194-1 devono sottoporsi perentoriamente ad una valutazione psichiatrica.

Descrizione: Gli esemplari di SCP-194 sono visualmente identici al Corvus Corax, o corvo comune. Anche il loro comportamento è identico a quello della maggior parte dei corvi, salvo per il fatto che mostrano un grado anormale di agiatezza in presenza di esseri umani. SCP-194 non fuggiranno dagli esseri umani a meno che non vengano minacciati apertamente, ed è noto come si posino su di essi quando lo trovano conveniente. Hanno inoltre una dieta differente dai normali corvi, preferendo la carne a grano e semi.

Gli SCP-194 si raggruppano in gran numero attorno alle persone introverse, di solito persone con tendenze antisociali e pochi o nessun episodio di violenza. I gruppi di SCP-194 seguiranno suddette persone, affollandosi attorno alle loro case o al loro posto di lavoro, e volando attraverso qualsiasi area questi si trovino quando all’esterno. Le persone che rimangono per un periodo prolungato in contatto con SCP-194 diventano SCP-194-1. Non è stata trovata alcuna prova che suggerisca che SCP-194 possa provocare questo effetto ad altri animali.

SCP-194-1 sviluppa rapidamente dei disturbi antisociali di personalità e una mentalità isolazionistica se non era precedentemente in possesso di questi attributi. SCP-194-1 tenderà a mettere da parte il lavoro e le relazioni sociali, preferendo spendere la maggior parte del suo tempo all’esterno in compagnia di SCP-194. Se SCP-194 comincia a fare la muta, SCP-194-1 raccoglierà le piume per mangiarle. Una volta che SCP-194-1 prende l’abitudine di mangiare le piume, mangerà poco o nient’altro. Comincerà a perdere peso corporeo ad una velocità assai maggiore rispetto a come sarebbe possibile tentando volontariamente di morire di fame.

Approssimativamente una (1) settimana dopo che la fase in cui si ciba di piume è iniziata, SCP-194-1 subirà una metamorfosi; le scapole svilupperanno delle piccole protuberanze ossee che cresceranno verso l’esterno con della pelle e del tessuto muscolare attorno ad esse mentre si estendono. Nel corso di ventiquattro (24) ore, le protuberanze continueranno a svilupparsi, formando degli arti provvisti di ossa cave molto simili alle ali degli uccelli. Già in questa fase possono essere visibili delle piume che crescono da queste “ali”, altrimenti potrebbero crescere successivamente. Tutti gli SCP-194-1 che sono stati intervistati hanno descritto questa trasformazione come estremamente dolorosa, e delle ferite interne attorno alla parte superiore della schiena sono comuni, così come le loro condizioni dovute alla malnutrizione.

Dopo che le appendici simili ad ali si sono completamente sviluppate, SCP-194-1 diventerà letargico e spenderà la maggior parte del suo tempo riposando. Diventerà inoltre ossessionato dalla necessità di rimanere in presenza di SCP-194 e di imitarne il comportamento, e potrebbe mostrarsi ostile nei confronti di eventuali interferenze da parte degli esseri umani. SCP-194-1 continuerà a perdere peso e subirà ulteriori cambiamenti fisici, cominciando con una drammatica riduzione delle dimensioni della colonna vertebrale, atrofia degli arti, e il rimodellamento del cranio, terminando con la crescita di piume nere su tutte le parti del corpo che ancora non le aveva. In caso SCP-194-1 sopravviva fino alla fine di questa fase (la trasformazione parziale è risultata fatale nel 70% dei casi osservati), SCP-194-1 avrà completamente assunto la forma di SCP-194. La sperimentazione ha rivelato che seppur sia possibile ritardare e prolungare la trasformazione fino a sei (6) mesi mantenendo SCP-194-1 separato da SCP-194, non è nota una via per fermare o invertire la trasformazione senza uccidere SCP-194-1 dopo che le “ali” si sono sviluppate.

Colloquio 194-3
Intervistato: 6754-D, attualmente nelle fase centrale della trasformazione in SCP-194-1

Intervistatore: Dr. ████████████

Premessa: Tra numerosi soggetti, 6754-D era uno dei più aperti. Tuttavia, come tutti gli altri soggetti, 6574-D parlò con un tono calmo e uniforme per tutta la durata dell’intervista e in qualsiasi altra occasione venisse interpellato.

<Inizio Registrazione, ██/██/████>

Dr. ████████████: Buongiorno.

6754-D: (pausa) …Giorno.

Dr. ████████████: Oggi vorrei parlarti di SCP-194

6754-D: Non è così che si chiamano.

Dr. ████████████: (pausa) … Allora com’è che li chiami tu?

6754-D: Sono il mio stormo. La mia insensibilità. I miei padroni. I miei confratelli di carogne. Qualsiasi nome tu voglia, ma non un numero.

Dr. ████████████: Un numero non può essere un nome?

6754-D: (silenzio)

Dr. ████████████: (pausa) … Perché sei attratto a SCP… ai padroni?

6754-D: Loro sono venuti da me. Mi hanno riconosciuto come uno di loro.

Dr. ████████████: Come un corvo?

6754-D: Come un prigioniero. Come sperduto. Come… (silenzio)

Dr. ████████████: Come cosa?

6754-D: (silenzio)

Dr. ████████████: Proviamo con una domanda differente. Perché hai mangiato le loro piume?

6754-D: Erano regali. Non si rifiutano dei regali.

Dr. ████████████: Perché non mangi altro al di fuori delle piume?

6754-D: Non mi serve altro.

Dr. ████████████: …Sai cosa ti sta accadendo?

6754-D: Mi sto unendo a loro. Sto diventando uno di loro. Sarò bellissimo.

Dr. ████████████: Sei a conoscenza del fatto che la maggior parte delle persone che sono state nella tua posizione sono morte dolorosamente a metà della trasformazione?

6754-D: (silenzio)

Dr. ████████████: Sei a conoscenza del fatto che se sopravvivi, sarai chiuso in gabbia assieme agli altri corvi della voliera?

6754-D: (silenzio. 6754-D non ha più risposto ad alcuna domanda, e dopo venti minuti il Dr. ████████████ ha concluso l’intervista.)

<Fine Registrazione>

Commento Finale: Vedendo come 6754-D sembrasse empatizzare con SCP-194, suggerisco che nessun membro di Classe D sia autorizzato ad entrare in contatto con SCP-194. Suggerisco inoltre l’applicazione dell’eutanasia ad ogni membro del personale della Fondazione che si trasformi in SCP-194-1, in quanto non sono sicuro di quanta intelligenza conservino gli uccelli in caso sopravvivano alla trasformazione e non voglio rischiare che un mucchio di uccelli senzienti che sono a conoscenza della Fondazione possano fuggire. – Dr. ████████████

Rapporto Incidente 194-1: Il 05/09/████ alle ore 1300Z, un gruppo di corvi che stavano volando sopra al Sito 43 atterrarono sulla voliera di SCP-194 e si appollaiarono sulla sua superfice. Uno di loro si aggrappò alla maglia di catene attorno alla porta di accesso alla voliera e tentò di manipolarne la maniglia. Gli spari della sicurezza in avvicinamento fecero fuggire lo stormo; degli uccelli invasori, uno (1) fu abbattuto, uno (1) fu ferito e aggiunto alla voliera una volta guarito, ed è stato confermato che almeno sei (6) sono riusciti a scappare.

Rapporto Incidente 194-2: Il 05/09/████ alle ore 1500B, l’Agente Andersson entrò nell’area recintata attorno alla voliera di SCP-194, usando le sue autorizzazioni per bypassare il controllo di sicurezza. Portava con sé un secchio di ratti morti, portando le guardie a credere che stesse andando a nutrire SCP-194 come da programma. Aprì la voliera e cominciò ad estrarre degli esemplari di SCP-194 liberandoli nell’aria. La sicurezza agì abbastanza velocemente da riuscire a incapacitare l’Agente Andersson e chiudere la porta della voliera, ma non prima che tre (3) esemplari di SCP-194 fossero liberati. Da allora Andersson è stato riclassificato come SCP-194-1 e rinchiuso.

Rapporto Incidente 194-3: Il 05/09/ ████ alle ore 2100H, █████ ███████, il nutritore designato per SCP-194, entrò nell’area di sicurezza attorno alla voliera di SCP-194 con un secchio di ratti morti, e si diresse al nutritore rotante al di fuori della voliera per riempirlo. Le registrazioni mostrano ███████ fermarsi al di fuori del nutritore per almeno un minuto fissando SCP-194 all’interno della voliera. Posò poi il secchio e si diresse verso la porta. Le guardie di sicurezza bloccarono ███████ prima che potesse aprirla. Successive esaminazioni e interrogazioni hanno suggerito che fosse in atto su di lei una forte costrizione psichica e fu rilasciata senza ulteriori punizioni.

Addendum: Dr. ████████████, mi aspetto molto di più da lei rispetto a questo. Dovrebbe concentrare i suoi sforzi su ciò che è davvero importante: trovare il modo di distinguere SCP-194 da un qualsiasi altro uccello. Non abbiamo le risorse per sterminare ogni singolo volatile nel mondo, e il suo inadeguato lavoro di tenere confinati quelli che abbiamo catturato non è di aiuto. Abbiamo bisogno di qualcosa di più stretto di una voliera che ha ottenuto dall’Home Depot, e ci servono più informazioni sugli uccelli, non le persone che vi si trasformano. –O5 - █

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License