SCP-189
voto: 0+x
scp189.jpg

Giovane esemplare di SCP-189 visto con un ingrandimento di 10,000x.

Elemento #: SCP-189

Classe dell'Oggetto: Safe

Procedure Speciali di Contenimento: I campioni di SCP-189 vanno conservati nella struttura di Crio-contenimento ██, e ogni surplus deve essere distrutto mediante incenerimento. Le cavie infettate con SCP-189 devono essere tenute in una camera stagna di contenimento, con un compartimento stagno che includa una doccia chimica. I membri del personale che interagiscono con essi devono indossare delle tute standard di pericolo NBC per tutto il tempo che rimarranno nella camera di contenimento e sottoporsi a una doccia chimica prima di uscire dal compartimento stagno. Quando le cavie muoiono o vengono eliminate, i loro resti devono essere sigillati in un contenitore o in una sacca per cadaveri ermetici, che saranno sottoposti alla medesima doccia chimica dei membri del personale che li porteranno all'esterno della camera di contenimento, e smaltiti attraverso incenerimento.

I membri dello Staff che risultano infettati da SCP-189 devono essere messi in quarantena in accordo alle procedure descritte in alto per le cavie, e trattati con l'agente antiparassitario 189-A. Vedere il Documento 189-█ per il protocollo del trattamento. Se viene scoperta un'infestazione di SCP-189 in un individuo o un animale in uno degli impianti, tutto il personale e gli animali in quella struttura devono essere ispezionati al fine di rintracciare la presenza di SCP-189 come indicato nella Procedura 189-█, ogni membro dello Staff deve essere trattato come descritto in alto, il personale di Classe D e/o gli animali non SCP devono essere eliminati e inceneriti, e la struttura sottoposta a una pulitura completa con l'antiparassitario 189-A.

Nel caso in cui venissero confermate infestazioni di SCP-189 in soggetti o animali esterni alla Fondazione, tutti gli infetti devono essere presi in custodia e messi in quarantena. Gli animali dovranno essere uccisi e inceneriti, mentre gli uomini saranno trattati con l'agente antiparassitario 189-A, e saranno somministrati loro amnesiaci di Classe C o B. Qualsiasi individuo che potesse essere entrato a stretto contatto con l'infetto (o gli infetti), e/o potesse aver avuto accesso a eventuali veicoli o al suo luogo di residenza, devono essere visitati alla ricerca di tracce di SCP-189 e, se necessario, trattati come descritto. Fare riferimento al documento 189-█ per storie di copertura adeguate.

Descrizione: SCP-189 è una specie di ascaride parassita (tentativo di classificazione tassonomica [DATI CANCELLATI]) in grado di infettare qualsiasi forma di vita mammifera. Più comunemente, l'infezione si verifica in seguito al contatto diretto della pelle con una o più sacche d'uova. Queste ultime sono coperte da "uncini" microscopici simili a quelli sulle cuticole di alcune specie di nematodi, che ancorano le sacche all'epidermide. Il contatto con il sudore provoca la schiusa delle uova all'interno di esse, momento nel quale le larve cercano di uscire e si nascondono in uno o più follicoli piliferi vicini.

Una volta dentro il follicolo, la larva si attacca alla base della papilla e inizia a nutrirsi dai capillari che la approvvigionano. Nel corso di 2-3 giorni, la larva cresce in dimensioni e diventa adulta. Dopo essere completamente maturato, il nuovo adulto si stacca dalla papilla, recide la fibra capillare dalla radice, e avvolge quasi completamente la matrice pilifera e la papilla. Da questo punto in poi, l'ascaride nutre le cellule avvinghiate alla matrice pilifera (che normalmente forma la fibra capillare), e inizia a crescere.

Gli esemplari adulti di SCP-189 crescono solo in lunghezza, estrudendo una "coda" che attinge ad alcuni dei pigmenti e della cheratina dalle cellule che vengono consumate in una cuticola esterna. Questo, unito al fatto che il diametro della "coda" di un esemplare è generalmente simile a quello del pelo che normalmente cresce dal follicolo ospitante, fa sì che SCP-189 sia visivamente indistinguibile da un pelo normale, se non sotto ispezione microscopica. Comunque, alcuni esemplari occasionalmente fletteranno, attorciglieranno e srotoleranno, e/o sbatteranno la loro "coda" particolarmente in risposta a uno stimolo tattile. Il motivo di questo comportamento non è attualmente compreso, né lo è il perché solo alcuni esemplari si comportino in questo modo, anche se è stato ipotizzato che [DATI CANCELLATI].

Come molte altre specie di nematodi, SCP-189 è ermafrodita, e possiede entrambi gli apparati genitali contenuti nella "testa" (la parte che avvolge la papilla e la matrice dei peli). Vengono prodotte uova fecondate in gruppi di 1-3 e vengono sviluppare in una sacca protettiva, che viene quindi incorporata nella "coda" crescente. Le sacche di uova sviluppano i loro microscopici "uncini" e le uova generalmente maturano nel momento in cui la porzione della coda che le contiene si è estesa per circa 1 mm oltre la superficie della pelle dell'ospite. Una volta completamente sviluppata, la sacca di uova passa all'esterno della coda dell'organismo, diventando vagante all'interno della sua cuticola. A questo punto, se la sacca di uova entra in contatto con una superficie ospite adatta (inclusa la pelle dell'attuale ospite), essa si attacca a questa superficie e viene espulsa dal suo genitore. Questo è il metodo primario che SCP-189 utilizza sia per infettare nuovi ospiti sia per continuare a infettare l'ospite attuale.

La "coda" di un esemplare adulto di SCP-189 non è più durevole di un pelo normale, e la sua "testa" non è attaccata più fortemente al follicolo ospitante. La "coda" può essere tagliata o rotta, o l'intero organismo può essere tirato fuori, con ogni metodo che agirebbe in modo simile con un pelo. Le sezioni mozzate della coda di un adulto possono generare una nuova "testa" e rigenerarsi in un individuo separato, ma solo se può attaccarsi a un ospite adatto. La morte di un follicolo infestato da un SCP-189 adulto (a qualsiasi altro evento che causerebbe la perdita di tale follicolo pilifero) fa sì che l'individuo si distacchi dal suo ospite. Senza un ospite, un SCP-189 adulto muore nel giro di 1-6 ore. Le uova mature possono rimanere vitali fino a █ anni dopo la morte del loro genitore, e perciò, anche gli adulti morti possono presentare un rischio di infestazione.

Quando un ospite affetto muore, ogni esemplare adulto di SCP-189 sopravvissuto continua a nutrirsi e a crescere, eventualmente scavando nei tessuti dell'ospite. Una volta che decadimento comincia, tuttavia, il campione viene ucciso dalle tossine prodotte.

Addendum 1: SCP-189 fu scoperto per la prima volta nel 19██, quando il Dr. A████ F██████ (al tempo non affiliato con la Fondazione) fece un viaggio in un'area remota della foresta pluviale [DATI CANCELLATI] come parte di un'indagine sulla biodiversità di sei mesi. Il Dr. F██████ portò Kara, il suo golden retriever domestico di tre anni, insieme a lui nella spedizione. Sembra probabile che sia stato per primo infettato il cane in un qualche momento durante questo viaggio. Indipendentemente da quando l'infestazione fosse iniziata, al momento in cui il Dr. F██████ e Kara tornarono negli Stati Uniti si pensa che oltre l'80% dei follicoli dell'animale fossero stati infestati da SCP-189. Circa ██ giorni dopo il suo ritorno, il Dr. F██████ stava accarezzando Kara quando la "pelliccia" dell'animale iniziò a muoversi. Riconoscendo la natura anormale dell'infestazione, il Dr. F██████ contattò il Dr. I██ W███, un parassitologo, con l'invito di studiare l'organismo recentemente scoperto. Fu quando i Dottori F██████ e W███ presentarono un documento su SCP-189 destinato alla pubblicazione che la Fondazione venne a conoscenza della sua esistenza, e subito prese il Dr. F██████ e il Dr. W███ in custodia e sequestrò tutti i loro materiali di ricerca. Entrami i dottori furono successivamente reclutati dentro la Fondazione, e il Dr. W███ divenne il capo ricercatore in carica di SCP-189, e attualmente alloggia a [DATI CANCELLATI] mentre indaga sulle popolazioni indigene di SCP-189 per l'eventuale contenimento o eliminazione.

Addendum 2: Da quando la Fondazione venne per la prima volta a conoscenza di SCP-189, ci sono stati ██ incidenti di infestazioni all'infuori della Fondazione, risultati in ███ umani e ████ animali confermati infetti in varie parti del mondo. Il monitoraggio continuo è giustificato per assicurare che tali incidenti non vengano a conoscenza dell'opinione pubblica.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License