SCP-157
voto: 0+x
scp157(1).jpg
Una piccola colonia di SCP-157 nella sua forma naturale

Elemento #: SCP-157

Classe dell'Oggetto: Euclid

Procedure Speciali di Contenimento: Quando non è soggetto ad un esperimento, SCP-157 deve essere conservato nel suo stato criptobiotico, in un contenitore ermetico e asciutto. Si stima che SCP-157 possa sopravvivere in questa condizione almeno per 10 anni. Gli esemplari destinati alla sperimentazione possono essere prelevati dal suddetto contenitore e devono essere riforniti di viveri, al fine di riportarli ad uno stato biologico favorevole alla sperimentazione.

Il personale che lavora con una colonia attiva di SCP-157 deve prestare attenzione a non mangiare, bere, cambiare abbigliamento o applicare sul corpo qualsiasi sostanza mentre è in presenza di SCP-157.

Gli agenti SSM della Fondazione sono autorizzati a somministrare amnesici di Classe A ai sopravvissuti o a testimoni di attacchi da parte di SCP-157.

Descrizione: Si suppone che SCP-157 sia stato inizialmente un animale di dimensioni microscopiche appartenente al phylum dei Tardigrada, adattatosi a vivere sulla terra come predatore. Al pari degli altri Tardigradi, SCP-157 ha un’elevata resistenza a condizioni ambientali estreme, e può entrare in uno stato criptobiotico nel caso in cui ci sia carenza di cibo. Solitamente, SCP-157 si presenta come una massa amorfa, risultato di un aggregato di milioni di singoli microrganismi. In questo stato, è in grado di strisciare e arrampicarsi lentamente.

Le colonie di SCP-157 si comportano come predatori: attaccano insetti e piccoli animali inglobandoli e poi, lentamente, dissolvono la preda grazie agli enzimi deputati alla digestione. Solitamente, le colonie di SCP-157 non attaccano direttamente gli esseri umani e prede di taglia simile o superiore dato che, a causa delle loro dimensioni, sono difficili da inglobare e richiedono un contatto prolungato affinché SCP-157 se ne possa effettivamente nutrire; perciò, l’organismo ha sviluppato un metodo alternativo per sopperire a tale limitazione, come spiegato in seguito.

Le colonie di SCP-157 possiedono un’innata capacità telepatica. Se la preda risulta essere troppo grande per essere attaccata direttamente , SCP-157 userà la telepatia per creare un’illusione ai sensi della vittima, presentandosi nella forma di qualcosa che essa desideri mangiare, bere, indossare o applicare sul corpo. Se ingerito, SCP-157 è altamente tossico: alla vittima devono essere somministrati gli antidoti per [REDATTO] e [REDATTO] entro 20 minuti, e deve essere sottoposta ad un immediato intervento chirurgico allo stomaco per rimuovere la porzione ingerita. Se invece viene applicato sulla pelle umana o animale, SCP-157 rilascerà una sostanza anestetica in modo tale che la preda possa sopportare il dolore, lasciandolo agire. Quindi SCP-157 dissolverà e consumerà la pelle in un periodo di tempo che va dai 30 minuti alle due ore. La preda, ormai morta, verrà rapidamente divorata ed SCP-157 crescerà in modo consistente con le dimensioni della preda. Raggiunto un peso pari a 5 kg, SCP-157 si dividerà in colonie più piccole, le quali andranno in cerca di nuove prede.

In presenza di due o più individui, SCP-157 assumerà un aspetto mutevole: ad una persona potrebbe sembrare un alimento, ad un’altra un capo d’abbigliamento. Ciò può risultare utile per prevenire un’eventuale esposizione all’organismo, nel caso in cui gli individui prendano atto della discordanza nelle loro impressioni.

Addendum: Si noti che, a causa della sua natura molto resistente, SCP-157 può essere scisso in pezzi più piccoli, essere bollito, messo in microonde, etc. senza che ciò risulti in alcun danno all’organismo.

SCP-157 Incidenti di cattura:

Incidente 157-01: █████ ██████, venne trovato con un gran parte dello scalpo danneggiato dopo aver scambiato SCP-157 per una bottiglia di shampoo ed averne applicato un po’ sui capelli. Apparentemente, la vittima era immune all’anestetico prodotto da SCP-157 dato che iniziò a urlare, attirando l’attenzione della moglie, la quale stava mangiando uno snack. "È stata la cosa più strana che abbia mai visto: mio marito aveva sulla testa un sandwich al pastrami che stava mangiando LUI!". La vittima è stata poi sottoposta al trattamento per le bruciature chimiche; SCP-157 è stato catturato vivo; alla vittima e alla moglie sono stati somministrati amnesici di Classe A e sono stati infine rilasciati.

Incidente 157-02: ███████ venne trovato parzialmente consumato da SCP-157 nel suo ufficio presso la ██████ Co.,dopo aver scambiato SCP-157 per un paio di calzini ed averli indossati. La vittima era morta per dissanguamento: i piedi e la parte inferiore delle gambe erano in gran parte dissolti.

Incidente 157-03: le normali operazioni di controllo e monitoraggio della polizia hanno messo in luce la relazione fra la scomparsa di alcune persone e le osservazioni degli investigatori, i quali riportano di aver visto un divano intento ad avanzare lentamente verso la porta dell’appartamento delle vittime. La polizia, in un primo momento, ha bloccato il divano in loco; solo in seguito gli agenti della Fondazione stabilirono che fosse in realtà un'istanza insolitamente grande di SCP-157. Furono somministrati amnesici a tutti i presenti. Sebbene fosse abbastanza grande da poter attaccare direttamente un essere umano, l’esemplare preferiva usare la sua abilità telepatica per attrarre a sé la preda,alla stessa maniera di una piccola colonia di SCP-157.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License