SCP-150
voto: +1+x
SCP-150
Un esemplare di SCP-150

Elemento #: SCP-150

Classe dell'Oggetto: Euclid

Procedure Speciali di Contenimento: SCP-150 dev'essere tenuto in una cella sicura di contenimento nell'Area Area di Ricerca biologica 12. Tutto il personale che dovesse entrarci è tenuta ad indossare l'equipaggiamento anti rischio biologico di Livello 4 per prevenire l'infezione. Non sono necessarie ulteriori procedure di sicurezza.

Descrizione: SCP-150 somiglia ad una Cymothoa exigua (parassita della lingua di alcuni pesci), ma si è adattato all'homo sapiens. In caso di contatto, il soggetto si incorpora profondamente nella carne del suo ospite. Entro 48 ore, l'arto più vicino al punto in cui il parassita si è attaccato sarà convertito in un'appendice che apparirà come un esoscheletro chitinoso. L'arto esoscheletrico sarà composto della stessa materia di cui è fatto il guscio di SCP-150. L'ospite sarà in grado di di controllare quest'arto come se fosse uno normale grazie a un evoluto collegamento neuromuscolare tra il parassita e l'ospite stesso. Il parassita trae i nutrienti dai vasi sanguigni assimilati, soprattutto dalle arterie brachiale e radiale nelle braccia, e dall'arteria femorale nelle gambe.

La seconda fase d'infezione inizia dopo circa 7 giorni. L'uomo dichiara di sentire una voce sconosciuta che lo esorta ad agire in un modo da rimuovere l'arto parassitario. Dopo il distacco, l'appendice diventa una sorta di "bozzolo" esoscheletrico. Molteplici parassiti ne fuoriescono e vanno alla ricerca del potenziale ospite più vicino, continuando così il ciclo. Nel ██% dei casi, i parassiti neonati ritornano all'ospite originale. Questo continuerà fino a quando tutti gli arti dell'ospite originale non saranno stati infettati. Accaduto questo e persi tutti gli arti, più esemplari di SCP-150 si impianteranno nel busto dell'ospite, trovando nutrimento dall'arteria polmonare, dall'aorta e dalla carotide. Il petto dell'uomo si espanderà sino a circa il ███% delle sue dimensioni naturali. A questo punto, fuoriusciranno dai ██ ai ███ esemplari di SCP-150 dalla cavità toracica dell'ospite. La terza fase d'infezione ha un tasso di mortalità del 100%.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License