SCP-1277
1277.jpg
SCP-1277 prima del contenimento.

Elemento #: SCP-1277

Classe dell'Oggetto: Safe

Procedure speciali di Contenimento: SCP-1277 va contenuto nell'Unità Contenitiva Arborea 41-B. Il personale assegnato alle cure di SCP-1277 va dotato di un paio di cuffie completamente insonorizzate. Queste cuffie devono essere sempre indossate se in presenza di SCP-1277. SCP-1277-1 va monitorato tramite l'uso di un sistema di telecamere di sicurezza a circuito chiuso situato nell'Unità Contenitiva Arborea 41-B. Ogni "salto" di SCP-1277-1 va registrato dal personale di sicurezza.

Descrizione: SCP-1277 è un esemplare adulto di Carnegiea Gigantea, comunemente conosciuto come Cactus Saguaro. SCP-1277 ha un'altezza di 3,7m e pesa approssimativamente 37kg. SCP-1277 richiede le stesse cure che necessita un normale Carnegiea Gigantea.

SCP-1277-1 è uno scheletro umano maschile, alto 140 cm e pesante 12 kg. Non sembra soffrire della naturale decomposizione portata dal tempo. SCP-1277-1 è costantemente situato a circa 15m da SCP-1277. Ogni tentativo di rimuovere SCP-1277-1 da questo punto è fallito, in quanto SCP-1277-1 si è materializzato di fianco ad SCP-1277 se spostato ad una distanza superiore ai 15m.

L'effetto anomalo di SCP-1277 si manifesta non appena un essere senziente capace di parlare inglese americano si avvicina ad almeno 15m da SCP-1277-1. Quando questo avviene, SCP-1277 comincia ad emettere dei sussurri. È sconosciuto come SCP-1277 riesca a produrre questi suoni, siccome non sembrano avere una apparente sorgente all’interno dell’oggetto. I sussurri provenienti da SCP-1277 consistono in suppliche per dell’acqua e per essere salvato dal deserto. Queste frasi sono presenti sia che SCP-1277 sia in presenza di un deserto/di acqua o meno. SCP-1277 comunica con ogni persona che si rivolge ad esso, ma risponde solo a domande riguardanti l’acqua e il deserto; non risponde a domande riguardanti le origini di SCP-1277-1.

Addendum: Intervista 1277-A

Intervistato: SCP-1277
Intervistatore: Dr. Leipzig
Questa registrazione venne condotta durante le fasi iniziali del contenimento di SCP-1277.

<Inizio registrazione>

Dr. Leipzig: Puoi dirmi da dove vieni?
SCP-1277: Sono così assetato… Acqua… Hai dell’acqua? Sono molto assetato, e qui è così secco, voglio solo un po’ d’acqua…
Dr. Leipzig: Ti abbiamo già fornito dell’acqua. Puoi cortesemente dirci qualcosa di più sulle tue origini?
SCP-1277: Io non ho neanche una goccia d’acqua… Dove l’hai messa? Penso che possa essere evaporata per il caldo… Posso venire lì dentro con te? È così secco qua fuori, sono sicuro che potrei rispondere alle tue domande se fossimo dentro.
Dr. Leipzig: Siamo già al coperto, SCP-1277. Dove pensi di essere?
SCP-1277: Caldo, secco. Sembra estendersi per miglia e miglia, e non importa quanto io mi sforzi, il sole non va mai, mai, mai, mai giù e io sono davvero assetato. Posso riposarmi un attimo, per favore? Il caldo mi sta assalendo…
Dr. Leipzig: Per favore, aspetta. Ho altre domande per te…

<Fine registrazione>

SCP-1277 non ha risposto ad ulteriori domande, e l’intervista è stata conclusa in anticipo.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License