SCP-120
voto: 0+x

Elemento #: SCP-120

Classe dell'Oggetto: Safe

Procedure Speciali di Contenimento: Data la sua importanza per il progetto SCP, SCP-120 deve essere tenuto sotto videosorveglianza e guardia armata per tutto il tempo. Qualsiasi membro del personale che tenterà di utilizzare l'elemento senza autorizzazione deve essere Terminato immediatamente. Tutti i membri del personale che desiderano utilizzare l'elemento sono tenuti a presentare una copia compilata del modulo di richiesta (Documento #120-23) ai gestori della struttura.

Data la tempistica precisa ed il coordinamento richiesto dall'uso efficiente di questo elemento in caso d'emergenza, tutto il personale che entra nell'edificio di SCP-120 è posto sotto il comando temporaneo dei capi della struttura, Il Capitano ████████ (membro del Reparto Sicurezza di Livello 4) ed il Dr. █████████ (membro del Gruppo Ricerca di Livello 4).
Tutti i luoghi di destinazione devono essere tenuti sotto stretta sorveglianza e guardia armata. Sono preziosi all'SCP ma non cruciali, tuttavia, qualsiasi destinazione compromessa deve essere immediatamente segnalata al personale di SCP-120.

La Squadra Speciale Sigma 6 ("Puddlejumpers") è stata creata con l'obiettivo di proteggere e mantenere la struttura e gli avamposti di SCP-120. È composta da un unità di comando ed una di difesa e manutenzione con sede presso la struttura di SCP-120, presso il Comando ██; 5 unità hanno sede nei luoghi di destinazione, altre 5 unità sono di riserva per questo compito; ulteriori 5 unità sono state assegnate ad altri progetti correlati ad SCP-120.

Descrizione: SCP-120 sembra essere una piccola piscina per bambini, color rosa pastello, con un diametro interno di circa 2,5 metri ed altezza interna di 0,3 metri. La piscina sembra essere stata fabbricata con plastica terrestre comune, ma si è dimostrata essere indistruttibile con qualsiasi mezzo tentato (vedi rapporto di ricerca #120-32 per una sintesi completa). La struttura della piscina e la risposta alla pressione sono tipiche di una piscina di plastica (si flette quando viene applicata una pressione ed è morbida al tatto) ma ha una straordinaria resistenza alla trazione e non può essere allungata o strappata in modo definitivo.

Ciò che è contenuto all'interno della piscina sembra essere un liquido brillantemente luminoso e colorato, che sembra esistere solo parzialmente nella nostra dimensione. Non risponde alla manipolazione con mezzi organici o inorganici, ma la sostanza si increspa e brilla sistematicamente e regolarmente, suggerendo che questa esista fisicamente in un'altra dimensione.
La proprietà più interessante ed utile di SCP-120 viene utilizzata regolarmente dal personale SCP.
Qualsiasi essere umano entri nella piscina, a patto di essere vivo e che abbia (vestiti inclusi) un peso al di sotto dei 37,80 chilogrammi, vi cade attraverso e viene depositato in uno degli 11 luoghi di destinazione. Questi sono elencati nell'Addendum.

L'elemento funziona in questo modo solo se sono soddisfatte determinate condizioni: il soggetto deve essere geneticamente umano; il soggetto deve essere cosciente; il soggetto deve trasportare un peso al di sotto del valore specificato e solo un soggetto deve essere presente sulla superficie. I soggetti che tentano di utilizzare SCP-120 mentre queste condizioni non sono state soddisfatte hanno riferito di aver sentito i loro piedi far contatto con una superficie liscia sotto il liquido, ma non sono stati osservati effetti significativi.

L'uso principale di SCP-120 è quello di potenziale mezzo di evacuazione per il Comando ██ durante una grave emergenza. È attualmente conservato e tenuto in una dependance fortificata di questa struttura. Per ispezionare le procedure di evacuazione, consultare il documento #120-22.

SCP-120 è stato portato all'attenzione delle autorità SCP per la prima volta nel 31/08/1992. Le locali forze di polizia in █████, California, stavano indagando su alcune segnalazioni di bambini scomparsi nella loro giurisdizione ed hanno individuato e segnalato l'oggetto il 31/08. Il Comando SCP è stato automaticamente informato attraverso i canali di informazione segreta ed un piccolo team di Agenti SCP è stato spedito per assicurarsi l'oggetto e trasportarlo al Sito 19, dove è rimasto per i successivi 2 anni.
È stato poi trasferito nella sede attuale, Comando ██, nel 1994.


Addendum:

Documento #120-7: Risultati dei Test di distruzione per SCP-120 - 24/12/1993 [versione ridotta]

Sega a mano: 30cm - Nessun risultato.
Trapano industriale: punta di acciaio - Nessun risultato.
Trapano industriale: punta di diamante - Nessun risultato.
Munizioni 9x9mm parabellum - Nessun risultato.
Munizioni 5.56x45mm NATO - Nessun risultato.
Munizioni 7.62x39mm - Nessun risultato.
Munizioni 120mm M830 HEAT - Nessun risultato.
Fiamma ossidrica : Acetilene - Nessun risultato.
Fiamma ossidrica: Idrogeno - Nessun risultato.
Fiamma ossidrica: Propano - Nessun risultato.
Laser CO2 (picco di energia: 100 kW) - Nessun risultato.
Laser CO2 (picco di energia: 500 kW) - Nessun risultato.

Documento #120-10: Spiegazione dettagliata delle capacità e dei luoghi di destinazione di SCP-120 – 12/02/1994 [Versione abbreviata].

SCP-120 possiede la capacità di traslocare istantaneamente gli esseri umani, eventualmente tramite una o più dimensioni alternative. I soggetti che utilizzano SCP-120 vengono sempre depositati presso una delle 11 destinazioni. Queste locazioni hanno una turnazione ciclica con un pattern specifico ed immutabile. Gli 11 luoghi e le loro posizioni sono stati determinati con dei Test tramite il personale di classe D trasportante dei radiofari. Queste posizioni sono:

Destinazione 1 - Oceano Pacifico: il liquido di SCP-120 mostra un bagliore blu mentre è connesso a questa destinazione.

I soggetti che tentano di viaggiare in questa destinazione vengono depositati circa 2 metri sopra la superficie del Pacifico, alla latitudine █████████°S e longitudine ██████████°O. Una nave SCP (SCP Demetra - Ufficialmente nota come USS Nassau, una nave meteorologica) è attualmente stazionata in questa posizione ed il personale che arriva in questa postazione tramite l'utilizzo di SCP-120 si materializza all'interno della stiva della nave.

Il materiale sensibile SCP od il personale possono essere inviati qui in caso d'emergenza e la nave ha una disposizione che permette di conservare oggetti SCP di bassa minaccia (Safe) in caso di necessità. Il personale di classe D utilizzato per "sintonizzare" SCP-120 può essere confinato ed estratto dall'elicottero e poi riutilizzato o semplicemente Terminato, ed i loro corpi conservati in deposito.

Il membro di Classe D e la radiotrasmittente utilizzati in origine per determinate questa posizione sono stati persi in mare e dovrebbero in futuro essere recuperati per mantenere la segretezza, semmai dovessero approdare su coste abitate.
Questa configurazione di SCP-120 è stata arbitrariamente designata come #1, e non ha alcun effetto significativo osservabile al di sopra delle altre. Le destinazioni che vanno da 2 a 11 seguono un ordine sequenziale dopo questa configurazione, e ritornano a #1 al termine di un ciclo completo.

Viaggiare da SCP-120 a questa posizione non è consigliabile durante i temporali dato il rischio di lesioni.

Destinazione 2 - Groenlandia: SCP-120 emette una luce bianca brillante quando è sintonizzato su questa destinazione.

I soggetti che viaggiano in questa destinazione si materializzano ad 1,5 metri sopra la superficie della Groenlandia, a latitudine █████████°N e longitudine █████████°O. Una piccola struttura SCP è stata costruita qui, utilizzando la scusa dell'espansione dell'industria petrolifera. Questa struttura ha funzionalità ed uso simili alla Demetra, ed è inoltre dotata di pista di atterraggio e di strutture di rifornimento.

Destinazione 3 - L3: Situato nel punto di Lagrange, nel sistema Terra-Luna. SCP-120 è di colore nero profondo.

Oggetti e personale inviati tramite SCP-120 a qualsiasi punto di Lagrange (Destinazioni 3, 5, 8 e 11) sono effettivamente persi, dato che il recupero è impossibile utilizzando il nostro attuale livello di tecnologia. Questi possono essere però un possibile metodo di rimozione per elementi SCP piccoli ma minacciosi. Tuttavia per ora questa destinazione è solo un inconveniente, a causa del necessario sacrificio di personale di classe D per spostare SCP-120 alla configurazione successiva.

Destinazione 4 - Himalaya: SCP-120 emette una luce bianca simile a quando è sintonizzato sulla Destinazione 2.

La materializzazione avviene alla latitudine █████████°N, longitudine █████████°E, su una montagna della catena montuosa dell'Himalaya. Sono state apportate solo piccole modifiche alla destinazione: lo scavo di un foro di 8 metri per lo smaltimento dei corpi del personale di Classe D, un baldacchino per nascondersi, forniture e tende per l'evacuazione in questa posizione (che dovrebbe avvenire solo in circostanze estreme).

Al personale di classe D utilizzato per la sintonizzazione deve essere iniettata una miscela di sedativi e di neurotossina prima dell'invio, per assicurare una morte umana e la diminuzione del rischio di danneggiamento della struttura presso la Destinazione 4.

Destinazione 5 - L5: Identico alla posizione 3.

Destinazione 6 - Sahara: SCP-120 assume un colore giallo.

Il personale si materializza alla latitudine █████████°N, longitudine █████████°E, in un piccolo avamposto SCP. Il bisogno di segretezza rende questa struttura impossibilitata nell'ospitare qualsiasi significativo elemento SCP, ma è ideale per l'evacuazione del personale e dei documenti dal Comando.

Destinazione 7 - Gobi: SCP-120 mostra un colorito marrone.

La destinazione si trova nel Deserto del Gobi, latitudine █████████°N, longitudine ██████████°E; qui è presente un piccolo avamposto SCP identico a quello della destinazione 6.

Destinazione 8 - L8: Identico alla destinazione 3, anche se sembra essere potenzialmente migliore per lo smaltimento di SCP, essendo situato al di là della luna.

Destinazione 9 - Mare Imbrium: SCP-120 ha un bagliore grigio soffuso quando è sintonizzato con questa destinazione.

Questa destinazione è posta su un tratto relativamente pianeggiante del Mare delle Piogge, sulla superficie lunare. Attraverso il vasto impiego di soldi e di personale di classe D, è stato stabilito un piccolo avamposto, ed è considerato uno dei rifugi più sicuri tuttora in possesso della Fondazione.

Destinazione 10 - L10: Identico alla destinazione 3.

Destinazione 11 - L11: Identico alla destinazione 3.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License