SCP-1049
voto: 0+x

Elemento #: SCP-1049

Classe dell'Oggetto: Safe

Procedure Speciali di Contenimento: SCP-1049 deve essere contenuto in un'uccelliera di 1 m x 1 x 3. A parte un posatoio posto a 2 m di altezza e i contenitori per il cibo e l'acqua, non è permesso nessun altro oggetto estraneo nella gabbia di SCP-1049. SCP-1049 deve restare sempre legato al trespolo. Se si rende necessario entrare nella gabbia di SCP-1049, si devono indossare degli indumenti protettivi e bisogna passare dentro di essa il minor tempo possibile.

SCP-1049 deve essere nutrito con una dieta che consiste principalmente in scarafaggi, grilli e cavallette. Una volta a settimana si possono anche dargli dei piccoli pipistrelli e dei topi. Il personale non è costretto a entrare nell'uccelliera per sfamare SCP-1049: la vaschetta per il cibo collegata al trespolo permette di introdurre da mangiare dall'esterno.

Descrizione: SCP-1049 è un maschio adulto di allocco fasciato bianco e nero ("Strix nigrolineata"). Fisicamente è identico agli altri membri della sua specie salvo per gli occhi, che sono di color ciliegia. Le sue esigenze alimentari e il suo comportamento di caccia sono simili a quelli degli altri gufi. Tuttavia, SCP-1049 ha mostrato di possedere la capacità di rimuovere in maniera ignota lo scheletro agli esseri umani. Si presume che lo faccia solo agli uomini, dato che non sembra che SCP-1049 abbia mai usato questa abilità su nessun'altra creatura prima del contenimento.

SCP-1049 venne scoperto dopo che a ██████, Messico, la polizia rinvenne nella giungla circostante dei corpi privi di ossa che non presentavano nessun segno di ferite esterne, senza aver trovato il responsabile del crimine. Tuttavia, sul torace di una delle vittime vennero ritrovate molte piume che furono identificate come appartenenti a un gufo. Gli abitanti del luogo dichiararono di aver visto nella zona un esemplare insolito dagli occhi rossi vicino a dove furono scoperti i corpi e dissero che era esso la causa della morte delle vittime. La polizia ha subito scartato questa ipotesi.

Gli agenti della Fondazione ricevettero la segnalazione durante i controlli di routine dei servizi d'informazione e perlustrando la zona alla fine trovarono SCP-1049. Prima che SCP-1049 potesse essere contenuto, si posò sulla spalla dell'Agente █████. SCP-1049 beccò l'agente █████ sul volto, anche se l'Agente non riportò nessuna ferita. Dopo qualche secondo, l'Agente █████ crollò a terra. Il corpo dell'Agente █████ sembrava come se all'interno fosse vuoto. Si scoprì che i resti dell'Agente █████ erano completamente senz'ossa. Le cause della morte si ritengono siano stata la pressione e lo shock a cui è stato sottoposto il cervello dopo la perdita del cranio.

SCP-1049 ha poi rigurgitato un pellet contenente piccole schegge di ossa umane che includono dei frammenti di una falange e una coclea. Gli esami hanno confermato che i frammenti appartenevano all'Agente █████.

SCP-1049 attaccherà in questo modo qualsiasi persona che avvista, col risultato della perdita completa del tessuto osseo a cui segue la morte.

Addendum: Le analisi di SCP-1049 non rivelano nessuna anomalia interna né alcun indizio su cosa causi la reazione vista nell'Agente █████. Non ci è dato di sapere neanche come SCP-1049 ingerisca i frammenti d'osso, visto che non cerca di mangiare le sue vittime.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License