SCP-103-IT
voto: +16+x

Tempo di lettura: 3-5 min

Elemento #: SCP-103-IT

Classe dell’Oggetto: Safe Argus.Classe dell'Oggetto impiegata su anomalie il cui Contenimento è, per ragioni di comodità o necessità, affidato a parti terze fidate; la Fondazione si riserva il diritto di supervisionare il Contenimento delle anomalie di classe Argus.

Procedure Speciali di Contenimento: SCP-103-IT dev’essere contenuto in un terrario-habitat a chiusura ermetica dotato di abbeveratoio e mangiatoia, entrambi a loro volta dotati di impianto che ne consenta la sigillazione ermetica, presso il Sito Cerere. Qualora studi comportamentali condotti su SCP-103-IT ne dimostrino un’insofferenza rispetto al proprio habitat artificiale, esso dev’essere espanso nei limiti del ragionevole. L’ubicazione dell’habitat di SCP-103-IT deve essere nei pressi di un lucernario, finestra o altro portale d’ingresso che consenta l’esposizione dell’anomalia alla luce solare. L’habitat dev’essere dotato di un sistema di controllo atmosferico e della temperatura.

Eventuale materiale impiegato per simulare un ambiente naturale all’interno dell’habitat artificiale di SCP-103-IT dev’essere compatto, preferibilmente indivisibile, e non comprendente piccole parti (quali bulloni, granelli eccessivamente fini di sostanze et al).

Descrizione: SCP-103-IT è un esemplare di Testudo marginata.Tartaruga sarda. di sesso femminile. L’età di SCP-103-IT è di ventinove anni ca..Lì 18/09/2011., la sua altezza di 23 cm, la sua lunghezza di 42 cm e il suo peso di 11,8 kg. Per quanto SCP-103-IT goda di buona salute, essa soffre di una condizione anomala di accumulo perenne di elettricità statica sul proprio corpo. L'elettricità statica si è dimostrata resistente a qualsiasi tentativo di eliminazione e neutralizzazione. Quandunque SCP-103-IT entri in contatto con polvere, pulviscolo, particolato e simili aggregati di materia microscopica, essa aderirà al suo corpo, con particolare concentrazione sul carapace superiore. Qualora l'accumulo di materiale non venga rimosso l’anomalia causa, a lungo andare, fastidio e disagio a SCP-103-IT.


Addendum SCP-103-IT-A — Acquisizione

In data 06/04/2008 SCP-103-IT venne recuperata presso la foce del fiume Corace, in località Catanzaro Lido (CZ), da Maccabea Einhell, Brigadiera della Guardia di Finanza e informatrice della SIR-I. Si trovava all’interno di una gabbia per trasporto animali adatta a contenere un gatto o simile creatura di dimensioni ridotte. Attaccata alla gabbia si trovava una serie di tre post-it di colori assortiti, recanti rispettivamente nome e specie dell’anomalia, recapito ed indirizzo dell’ente al quale essa sarebbe dovuta essere consegnata e un breve commento, tutti scritti in inchiostro magenta.

SCP-103-IT risulta avere per nome “Mariagrazia”; sarebbe dovuta essere consegnata presso l’ufficio europeo dell’ente ambientalista e oasi per animali Statunitense “Wilson’s Wildlife Solutions”, gestito da Tim Wilson.Agg. 11/2018: ora Faeowynn Wilson. di Boring, Oregon, situata presso [RIMOSSO], Arles, Francia; chiunque abbia abbandonato l’anomalia ha ritenuto opportuno commentare semplicemente, tramite terzo post-it, “mi spiace non era mia intenzione non sono grande abbastanza[SIC]”.

Al momento dell’acquisizione, il carapace di SCP-103-IT era ricoperto da uno strato particolarmente spesso e compatto di polvere accumulatasi, probabilmente, a causa di un lungo periodo di negligenza.


Addendum SCP-103-IT-B — Cronistoria breve

06/04/2008: Acquisizione di SCP-103-IT.

19/04/2008: Trasferimento di SCP-103-IT presso il Sito Cerere.

13/05/2008: Fine del processo di pulizia di SCP-103-IT da parte del personale del Sito Cerere.

09/06/2008: Tentativo di eliminazione dell'accumulo di elettricità statica. [Mezzo: lavaggio di SCP-103-IT in acqua dolce corrente — Esito: fallimento]

25/12/2008: Stipula dell’Accordo di Boring tra la “Wilson’s Wildlife Solutions” (di qui in poi WWS), la Branca Anglofona della Fondazione SCP e l’Unità Incidenti Insoliti del FBI.

28/12/2008: Tentativo di eliminazione dell'accumulo di elettricità statica. [Mezzo: trattamento con spray antistatico e inserimento in ambiente umidificato per gg 2 — Esito: fallimento]

31/12/2008: Apertura di un canale di comunicazione tra la sede di Arles della WWS e le Branche Francofona, Spagnola, Portoghese, Italiana, Tedesca e Serbo-Croata della Fondazione SCP.

20/01/2009: Proposta di trasferimento di SCP-103-IT alla sede di Arles della WWS. [Avanzata dalla Dott.ssa Coord. Giulia Rossetti – RESPINTA]

17/02/2009: Primo trasferimento di un’anomalia europea presso la sede di Arles della WWS.

19/02/2009: Proposta di trasferimento di SCP-103-IT alla sede di Arles della WWS. [Avanzata da un conglomerato del personale della Divisone Zoologico-Botanica – RESPINTA]

27/02/2009: Ampliamento del terrario di SCP-103-IT.

05/03/2009: Pulizia di SCP-103-IT.

10/03/2009: Tentativo di eliminazione dell'accumulo di elettricità statica. [Mezzo: isolamento in macchinario elettrosoppressore/antistatico per 25 min — Esito: fallimento]

19/03/2009: Pulizia di SCP-103-IT.

26/03/2009: Pulizia di SCP-103-IT.

28/03/2009: Implementazione del sistema di sigillazione ermetica dell’ambiente di residenza di SCP-103-IT.

15/04/2009: Guasto del sistema di sigillazione ermetica.

18/04/2009: Pulizia di SCP-103-IT.

20/04/2009: Proposta di trasferimento di SCP-103-IT alla sede di Arles della WWS. [Avanzata da un conglomerato del personale della DZB – ACCOLTA]

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License