SCP-093 Test "Giallo"
voto: +3+x

Test dello Specchio 4: Colore (Giallo)

Il personale di Classe D non è più autorizzato ad effettuare test. Dopo aver analizzato i rapporti recuperati dalle tre precedenti spedizioni, l’obiettivo dei test è stato modificato nella raccolta di dati per comprendere meglio il destino del mondo a cui SCP-093 dà accesso e determinare se siano necessarie misure di sicurezza per salvaguardare il nostro. L’analisi del fluido marrone sui vestiti di █████, membro del team di esplorazione andato disperso, è stato archiviata con gli altri reperti recuperati.

Il Dr. █████ si è offerto come volontario in quanto, tra i possibili candidati, è stato in grado di portare SCP-093 ad emettere un nuovo colore. Non ci sono prove né di comportamenti criminali o illegali, né di alcun problema psicologico nel passato del Dr. █████. Non appena si è posizionato davanti allo specchio, la vista è mutata in un ufficio a scompartimenti.

Per questo test il Dr.█████ ha scelto di usare una telecamera wireless ed ha rinunciato all’uso di una corda di sicurezza, affermando di essere sicuro che non avrebbe corso alcun pericolo in quanto nessuna delle “creature-torso” e' mai stata rilevata all’interno di alcun edificio mostrato dallo specchio. La registrazione comincia subito dopo che il Dr. █████ attraversa lo specchio. Come nei test precedenti il colore corrente di SCP-093, il giallo, tinge tutte le registrazioni video.

La telecamera si attiva dopo uno sfarfallio e fa una panoramica su una serie di semplici cubicoli da ufficio bianchi. Ne sono visibili circa una trentina. All’estremità più lontana dal punto d’ingresso si trova un ufficio con pareti di vetro satinato ed una porta di vetro. Il Dr. █████ si avvicina alla porta e legge la scritta che vi è incisa: 'Senior Manager - Stanlee Milamitz'. La porta non è chiusa a chiave.

Il Dr. █████ entra nell'ufficio ed esamina la scrivania. Una tazza di caffè giace su di essa, con una macchia marrone scuro che ricopre metà delle pareti interne, segno del liquido ormai evaporato. Su un piatto vi è una ciambella che il Dr. █████ prende e lancia contro il muro. Il rumore dell’impatto è simile a quello di una roccia. Uno schedario nell'angolo della stanza cattura l’attenzione del Dr. █████, che ne esamina ogni cassetto. Si ferma al secondo e, dopo averne estratto un documento, ritorna al primo e ne prende altri due. Passa al terzo e al quarto, preleva altri quattro documenti e li sparpaglia sulla scrivania. I documenti sono contenuti in cartelle blu, le indica e inquadra su ognuna un simbolo di mani che pregano, affermando che tutti gli altri documenti sono conservati in cartelle gialle. Le cartelle blu vengono conservate nel suo kit da campo.

La visuale della telecamera si sposta sul PC sulla scrivania, acceso e operativo. Il Dr. █████ commenta ad alta voce chiedendosi da dove questi apparecchi stiano prendendo energia, non avendo visto alcuna presa di corrente. Il desktop del PC mostra il logo di "Faithful OS" ed emette anche suoni, con i click del mouse seguiti da leggeri mormorii simili ad inni ed l'apertura di icone seguita da campane angeliche. Il PC non dà alcuna informazione utile al Dr. █████, che lo abbandona e lascia l’ufficio.

Arrivando all’altro lato dell’ufficio, il Dr. █████ preme sul muro il bottone dell’ascensore e vi entra, scoprendo di trovarsi al 34° piano di un edificio con una strana disposizione numerica. La tastiera dell’ascensore, infatti, va da -115 a 115 e include tutti i numeri tra questi due estremi. Prima di premere il bottone per un piano il Dr. █████ richiede che il ripetitore wireless sia portato nell’ascensore e sia sostituito all’ingresso da un cono per marchiare il punto d'entrata. Una seconda unità trasmettitrice viene posta davanti all’ascensore e al controllo viene ordinato di recuperare la seconda unità e sigillare la camera del test, in caso accada qualcosa al Dr. █████. A questo punto, quando tutto è pronto, il Dr. █████ preme il bottone per il piano -115.

La discesa dell’ascensore è lunga, circa di 15 minuti. Durante questo lasso di tempo la telecamera ha un malfunzionamento durante il quale l’immagine muta in statico e, una volta tornata alla normalità, mostra 14 figure nell’ascensore oltre al Dr. █████, ognuna delle quali si muove per lasciargli libertà di movimento. Rimangono per 35 secondi, al termine dei quali il video muta ancora in statico ed infine ritorna normale. Il Dr. █████ è nuovamente solo nell’ascensore, presumibilmente intento a ballare, giudicando dai suoi movimenti.

Il Dr. █████ si ferma a commentare un crescente fetore proveniente dal basso. In questo momento l’ascensore ha raggiunto il piano n°-108. Il Dr. █████ preme il tasto -110 per interrompere la discesa verso il basso ed esce non appena l’ascensore ha raggiunto il piano desiderato. Le porte dell’ascensore si aprono su una stazione d'osservazione chiusa con diverse sedie e PC. Sembra che tutti i PC siano alimentati. Il soffitto di questo stanza è sempre di vetro e, al di sopra di questo, è visibile un altro punto di osservazione. Il Dr. █████ si avvicina alle stazioni di monitoraggio ed esamina una delle schermate dei PC.

Sullo schermo c’è il logo “Faithful OS” con una visuale che si alterna tra quattro possibili inquadrature. La prima visuale è una stanza contenente migliaia di tubi simile a quelli trovati nel Test "Viola". La seconda visuale è una vista ravvicinata di questi tubi con la telecamera che si avvicina a ciascuno per esaminarne il contenuto. Tutti i tubi davanti a cui la telecamera passa sono rotti. La terza visuale è rivolta in senso opposto, con una telecamera che si sposta verticalmente ed inquadra tutti i punti di osservazione. Viene contato un totale di 10 punti ed il Dr. █████ è visibile nel momento in cui la telecamera passa per la sua postazione. Guardando in alto, una telecamera che levita senza alcun mezzo evidente di locomozione plana sopra di lui. La quarta visuale mostra il terreno sotto al punto d’osservazione, dove una singola creatura-torso estremamente grande si sta trascinando girando in cerchio, colpendo le pareti e cambiando direzione. Da quanto si può evincere dalla registrazione le dimensioni della creatura sono circa 19 metri.

Riportando l’attenzione ai contenuti del PC, il Dr. █████ sposta lateralmente la finestra con la visione delle telecamere per vedere un semplice programma di testo nascosto dietro di essa. Una stampa di questo file è stata recuperata ed archiviata nel kit da campo. Essa indica la presenza di una cassaforte al piano 54 e ne fornisce la combinazione. Il Dr. █████ lascia la stazione d’osservazione e prosegue verso il piano 54 senza che accada nulla di particolare, arrivando ad un piccolo ufficio. Continua fino alla scrivania menzionata nel documento e trova una cassaforte nascosta sotto la stessa. La combinazione apre la cassaforte e rivela un quaderno, archiviato nel kit da campo, ed un particolare revolver che è stato identificato come ███-███, oltre a 24 munizioni trovate con lo stesso.

Il Dr. █████ procede verso l'ascensore senza intoppi e torna al piano 34. Dato l'enorme numero di piani da esplorare e le informazioni vitali ottenute dalla stazione d'osservazione, il test viene considerato concluso e l'equipaggiamento viene recuperato. Prima di tornare al punto d'ingresso, il Dr. █████ ispeziona un vicino terminale e scopre che anch'esso mostra l'esatta schermata del terminale al piano -110. Si suppone che l'autore del messaggio abbia installato un virus nella rete dell'edificio in modo da propagare la stessa schermata per ogni terminale dell'edificio, così che il messaggio potesse essere scoperto indipendentemente dal terminale di accesso.

Il Dr. █████ fa ritorno al punto d'ingresso e lo specchio riacquista le sue proprietà riflettenti. Tutti i materiali vengono conservati insieme a quelli del test precedenti riguardanti SCP-093. L'analisi di ███-███ e delle sue munizioni è rimandata in quanto ciò richiederebbe lo smantellamento di uno dei proiettili, che potrebbero essere utili altrimenti fino a quando i test con SCP-093 non saranno terminati.

Il test successivo è classificato come Test Rosso.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License