SCP-086-IT
voto: +13+x

Elemento #: SCP-086-IT

Classe dell’oggetto: Safe

Procedure Speciali di Contenimento: SCP-086-IT è contenuto nel Sito Vulcano, in un cella di 9m² arredata come una camera per bambini. Una stanza di sorveglianza è stata collegata alla cella per permetterne l’osservazione. La comunicazione con l’entità è consigliata per mantenerla in un buono stato mentale. Data la sua natura, SCP-086-IT non ha bisogno di alimentarsi e non ne sente il bisogno.
Squittii, danze e canti possono spesso essere sentiti e visti nella cella di contenimento. Questo fa parte dell’atteggiamento normale dell’entità e non deve essere considerato come un segno di breccia imminente del contenimento.
Il personale che ne sente il bisogno può entrare in contatto fisico con SCP-086-IT, previa autorizzazione del dottor Cruciani, direttore del Sito.

Descrizione: SCP-086-IT è un peluche raffigurando un pinguino dotato di orecchie, di colore rosa con aree di tessuto bianco e, sulla schiena, rossi, alto 20 centimetri, può parlare e cantare, ed emettere rumori e squittii. Al momento del suo ritrovamento, l’entità aveva la pelliccia molto danneggiata e venne riparato con pezzi di tessuto di colori differenti. Sul suo "volto" ci sono degli schermi che rappresentano degli occhi luminosi che cambiano espressione a seconda dell'umore e delle emozioni provate dall'entità.

SCP-086-IT ha sviluppato una coscienza e la capacità di dialogo. Sa perfettamente comunicare in italiano e sostenere una conversazione semplice. Può anche camminare e ballare, per "interattenere la gente". L’entità è cosciente di essere un peluche e che la sua utilità di base è di servire da pupazzetto o da giocattolo per bambini. Quando fu recuperato, ha affermato che il suo scopo era di "trovare un amico per la vita". È cosciente di essere sorvegliato e ne approfitta per "divertire" il personale del Sito Vulcano quando si rende conto di essere osservato.
SCP-086-IT ha un effetto rassicurante sul personale del Sito Vulcano e il personale di Classe D. Diversi test hanno mostrato che dei Classe D particolarmente violenti o depressi sono stati osservati giocare con SCP-086-IT, e in certi casi abbracciarlo. SCP-086-IT è cosciente di quest'effetto e si giustifica dicendo "sono un pupazzetto, è il mio lavoro". È da notare che l'entità sembra rattristirsi se non riesce a fare il suo "lavoro" e in questo caso, si rifiuta a comunicare con il personale per diversi giorni. La vicedirettrice del Sito, la dottoressa Ammanati, suppone che SCP-086-IT sia in grado di percepire le emozioni degli esseri umani (vedasi i log dei test).

Le analisi hanno mostrato che SCP-086-IT ha uno scompartimento per le batterie, ma che le batterie che aveva erano scariche, nonostante ciò l’entità funzionava ancora. Durante un'intervista, SCP-086-IT ha affermato che può ricaricarsi dormendo. Sembra che sia alla ricerca di un proprietario da diversi anni. Non si sa da dove venga SCP-086-IT: i peluche sono venduti in numerosi negozi e l’entità non sa da quale città proviene o in quale negozio è stato acquistato.
Grazie alla sua piccola statura, SCP-086-IT può nascondersi negli edifici o nei boschi. Quando arriva un bambino, si fa vedere nella speranza di essere "adottato". Non si rivela sempre un successo, e l'entità afferma di non ricordarsi quanti proprietari ha avuto e che tutti l'hanno abbandonato quando sono diventati adolescenti1. Nonostante questo, molti ricercatori del Sito Vulcano non esitano a dire che è "troppo carino" e esprimono il desiderio di prenderlo in braccio. Non si sa se è un effetto memetico o se è dovuto alla natura e la funzione di base dell'entità: servire da giocattolo.
Sotto la zampa destra di SCP-086-IT è stata ritrovata l'iscrizione "Caeli™", il che lascia pensare a delle relazioni con SCP-025-IT. Tuttavia, SCP-086-IT afferma non sapere cosa sia la Caeli. Delle indagini sono in corso da parte della Fondazione, per il momento senza risultati.

Recupero: SCP-086-IT è stato recuperato nel 2016 a Torino, in Piemonte, quando diversi adolescenti hanno trovato, durante una sessione di "urbex"2 notturno, un peluche che camminava autonomamente nella struttura che esploravano. Non hanno trovato un eventuale proprietario, nonostante la pubblicazione dei video sui social di "un peluche che cammina cantando". SCP-086-IT fu adottato da uno di loro, che "per nostalgia" riparò la sua pelliccia con altro tessuto. Quest’adolescente era Dario Cruciani, 18 anni, il figlio del dottor Tullio Cruciani, direttore del Sito Vulcano. Egli ha portato SCP-086-IT al Sito per analisi. Ha allora notato che dopo l'intervista, SCP-086-IT non ha cercato un altro proprietario, dicendo che era "contento di essere qui".

Nota del dottor Cruciani : Non ho potuto resistere, è troppo carino.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License