SCP-061-IT
voto: +9+x

Elemento #: SCP-061-IT

Classe dell’Oggetto: Euclid

Procedure Speciali di Contenimento: Attraverso la collaborazione degli enti aerospaziali internazionali, ogni avvistamento di SCP-061-IT deve essere occultato e le informazioni raccolte riguardanti l'oggetto devono essere rimosse, screditate o insabbiate come protocollo standard di occultamento per oggetti in orbita terrestre.

Le attività di controllo di SCP-061-IT da parte della Fondazione sono coordinate dal Sito Urano della Branca Italiana, eseguite da terra o tramite la sonda Luciano-1. Ogni richiesta da parte di SCP-061-IT-A verrà indirizzata alla Sovrintendenza S5, considerato l'impegno necessario per una qualsiasi consegna.

SCP-061-IT deve essere inoltre esposto ad attacchi di radio jamming1 costanti, bloccando qualsivoglia ricezione e trasmissione radio su canali non autorizzati dalla Fondazione.

Descrizione: SCP-061-IT è una struttura artificiale di forma ogivale di 40 x 15 x 10 m in orbita terrestre bassa. La struttura è circondata da una rete di un materiale sconosciuto simile in apparenza e struttura alla seta (designato Elemento Anomalo EA#23MQ-IT). Mappe topografiche 2D e 3D della struttura possono essere studiate nel Documento 061-02J1. L'oggetto è dotato di sistemi di comunicazione radio.

SCP-061-IT è abitato da sei cinque organismi numerati SCP-061-IT-A-1 fino a -6 -5, più due istanze decedute precedentemente al contenimento, A-7 e A-8. Il loro corpo consiste in un nucleo ellittico di colore grigio dal diametro di circa 1 m, munito di 4 paia di arti prensili. Gli arti posteriori sono collegati orizzontalmente fra loro da una membrana elastica. Il lato frontale presenta un guscio riflettente simile agli occhi composti degli artropodi. Si è osservata la fuoriuscita di vapore in getti controllati da varie direzioni del corpo, oltre alla secrezione di EA#23MQ-IT, suggerendo la presenza di un sistema di propulsori biologico e di un numero indefinito di ghiandole sericigene. Ogni istanza è sapiente e capace di dialogare in italiano e tedesco.

Scoperta: Un messaggio in codice morse venne trasmesso in loop a cadenza regolare da SCP-061-IT a partire dal ██/██/1963, senza un bersaglio specifico. Si nota l'uso del codice di criptazione [REDATTO] appartenente al Regio Istituto Delle Italiche Anomaliæ.

Dopo aver identificato la fonte del segnale, il team di ricerca del Sito Urano cercò di contattare l'oggetto.


Addendum-061-IT-1: Cronologia

Indagini nel luogo menzionato da SCP-061-IT, l'aeroporto militare di ████████, portarono all’identificazione di tracce di onde d’urto e di prodotti di reazioni chimiche esplosive nel suolo circostante.

Lo stato di questo "cannone spaziale" è sconosciuto. Interviste con il personale ex-SKP assunto dalla Fondazione suggerisce una possibile acquisizione dalla Branca [REDATTO]. Al momento, essa non ha ancora espresso commenti. Ricerche da parte delle Branche Italiana, Tedesca e Portoghese sono tuttavia in corso concluse dal [REDATTO] con risultati [REDATTO].

L'assenza negli archivi di riferimenti ad una missione "Vespucci-1" e nel personale di membri di tale progetto implica possibili operazioni di depistaggio e di reclutamento dal Consiglio Fascista dell'Occulto.


Addendum-061-IT-2: Possibile biologia di SCP-061-IT-A

Stando a quanto raccontato da SCP-061-IT-A-3, il corpo di SCP-061-IT-A è ricoperto da un esoscheletro plumbeo sovrastante una massa liquida e uno strato spesso di lipidi per protezione da impatto e da radiazioni solari, oltre ad isolare la loro pressione interna e a mantenerla costante. Una colonia di microorganismi permette alle istanze di sintetizzare l'EA#23MQ-IT e di produrre energia tramite litotrofia nello stomaco e radiosintesi nella pelle. Delle ghiandole esocrine sono state potenziate per ottenere propulsori a base di vapore acqueo. Una piccola proboscide è presente sul fronte di SCP-061-IT-A per comunicare e nutrirsi. Un guscio riflettente protegge gli occhi ma permette la visione.

Chirurgia preliminare fu necessaria per adattare il corpo di SCP-061-IT-A all'ambiente spaziale, per poi essere integrato in suddetti involucri biologici. L'involucro pare essere tuttavia removibile, nonostante sarà necessario un periodo di riadattazione alla superficie terrestre.

Nota: Parte dell'informazione sopra è da considerare inattendibile a seguito dell'Incidente 061-IT-K04 e perciò è stata rimossa.


Addendum-061-IT-3: Incidente 061-IT-K04


Addendum 061-IT-4: Aggiornamento ██/██/1989


Addendum 061-IT-5: Incidente 061-IT-G01

SCP-061-IT ricevette un segnale con successo nonostante le attività di jamming. SCP-061-IT-A-5 fu l'unico a leggerne il contenuto, inviandolo alla Fondazione e promettendo di non menzionarlo al resto di SCP-061-IT-A. Un'indagine avanzata di SCP-061-IT ritrovò una carica esplosiva in uno scompartimento nello scafo dell'oggetto. La carica esplosiva possedeva una piccola trasmittente: si ritiene essa sia stata usata come ponte radio per aggirare le procedure di contenimento in atto. SCP-061-IT-A-5 rimosse con successo la carica e SCP-061-IT-A-1 la fece detonare a distanza di sicurezza tramite segnale radio.

Segue una trascrizione del segnale sconosciuto.

La Fondazione rintracciò e fotografò il ponte radio utilizzato dal mittente del segnale. A causa di un possibile effetto anomalo da parte di esso, non fu possibile né seguire né tracciare l'oggetto. L'ubicazione di SCP-061-IT-A-8 è perciò tuttora ignota.
Non si è riusciti a rintracciare la sorgente del segnale. Indagini sugli interessi del CFO verso SCP-061-IT sono in corso.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License