SCP-055-IT
voto: +9+x

Elemento #: SCP-055-IT

Classe dell'Oggetto: Keter

Procedure Speciali di Contenimento: Data la diffusione di SCP-055-IT, il contenimento definitivo è attualmente impossibile. Gli sforzi della Fondazione sono principalmente mirati all'identificazione delle popolazioni sul territorio italiano, alla loro sorveglianza e alla loro eventuale eradicazione nel caso esse mostrino segni di accrescimento o siano poste in aree densamente popolate. Ogni notizia riguardante esemplari di SCP-055-IT dev'essere soppressa dalla SIR-I ("Aureæ Notitiæ") mediante le procedure standard di insabbiamento.

Aggiornamento: Gli esperimenti svolti dagli esperti del Sito Deus hanno rivelato che l'apertura di squarci nella realtà controllati può farvi convergere le istanze di SCP-055-IT, facilitandone la cattura e l'eliminazione. In seguito a tale scoperta, il protocollo "Piscator Vacui" è stato approvato per l'applicazione sull'intero territorio italiano, con l'apertura di Aree adibite alla creazione, al controllo e allo studio di SCP-055-IT. Grazie a tale protocollo, il numero di incidenti causati da SCP-055-IT è calato del 92%.

Descrizione: SCP-055-IT è una specie di organismi normalmente risiedenti all'esterno della realtà nota che, quando emergono, si manifestano con un corpo serpentiforme lungo di norma dai 50 cm ai 4,5 m e pesante dai 0,8 ai 30 kg e dotato di due pinne laterali. La muscolatura di SCP-055-IT ha consistenza flaccida, è molto elastica e facilmente deformabile, mentre la pelle è traslucida e piuttosto viscida, di colore nero o brunastro e ricoperta da una fine peluria. La testa di SCP-055-IT è molto grande, fino a un terzo della lunghezza complessiva, e presenta mascelle ben sviluppate, di cui quella inferiore in grado di aprirsi con un angolo di circa 100°, munite di denti conici con bordo seghettato, occhi atrofici (in alcuni esemplari ricoperti dalla pelle) e quattro paia di vibrisse lungo il bordo della bocca. A partire dalla prima metà del dorso, SCP-055-IT presenta una pinna allungata di colore grigio pallido o beige che si estende fino alla punta della coda, tesa tra spine ossee di dimensioni decrescenti a partire dalla regione cefalica.

SCP-055-IT è carnivoro e caccia emergendo improvvisamente da squarci o aree particolarmente deboli del tessuto spazio-temporale. L'esposizione alle leggi della fisica del nostro universo causa una "contrazione" del corpo di SCP-055-IT che, a sua volta, provoca una forza di risucchio compresa tra i ███ N e i ██ kN in base alle dimensioni dell'esemplare. SCP-055-IT utilizza tale effetto per attirare la preda verso la propria bocca, stordirla e danneggiarla così da impedirle di fuggire o di opporsi durante la fase di uscita dalla realtà.

Si ipotizza che la peluria e le vibrisse di SCP-055-IT fungano da sensori per rilevare la presenza di prede e per individuare punti di emersione, permettendogli di pianificare l'attacco e di passare meno tempo possibile nella realtà: nonostante si sia adattato per ridurre al minimo lo shock causato dall'emersione, gli effetti della manifestazione nel nostro universo sono deleteri e portano al decesso dell'istanza entro pochi minuti nelle istanze più piccole, mentre quelle più grandi riescono a sopravvivere diverse ore.

Non sono note molte informazioni sul comportamento e sulla crescita di SCP-055-IT data l'impossibilità di un'osservazione diretta. Dai dati disponibili, è noto che gli esemplari di dimensioni minori si muovano in branchi di diversi individui mentre quelli più grandi siano solitari e territoriali, con un'area di emersione favorita; tuttavia, nel caso vi sia un gran numero di prede, è possibile che più istanze di grande taglia convivano nella stessa zona.

Storia dell'anomalia: Le fonti più antiche riguardo SCP-055-IT provengono da documenti parziali dell'Ordo Iani risalenti al VIII secolo, nei quali vennero riportati una descrizione dell'anomalia e un resoconto degli studi condotti su di essa; in particolare, venne evidenziato che la maggioranza delle emersioni di SCP-055-IT avvenisse in aree caratterizzate da fenomeni anomali indipendenti portando all'ipotesi che essi fossero "attirati" in qualche modo dagli eventi paranormali. Documenti successivi, risalenti alla seconda metà del IX secolo, rivelano che l'Ordine riuscì a sviluppare un metodo per sigillare le aree d'emersione e che avviò una campagna per limitare la diffusione di SCP-055-IT, in particolar modo nelle aree urbane.

Nonostante l'iniziale efficacia di queste misure, la popolazione di SCP-055-IT aumentò nettamente nella seconda metà del XIII secolo, in particolar modo in Puglia e in Basilicata; questo attirò l'attenzione del CCSG, il quale designò SCP-055-IT come anomalia diabolica1 e creò una sezione apposita per dedicarsi unicamente al loro sterminio su ampia scala, alla sorveglianza delle zone di manifestazione e alla loro stabilizzazione. Tali operazioni ebbero notevole effetto e portarono a un drastico calo della popolazione di SCP-055-IT sul territorio.

Con l'avvento del RIDIA, CCSG e OI persero il controllo che avevano sul territorio, con conseguente degrado delle strutture esoteriche e riduzione delle campagne di sterminio; ciò, unito allo scoppio delle due guerre mondiali e a [REDATTO PER ORDINE DELLA SOVRINTENDENZA], causò un drammatico aumento della popolazione di SCP-055-IT. Al momento della scrittura dell'articolo, si stima avvengano oltre ██ fenomeni di emersione con attacchi ad esseri umani ogni mese sull'intero territorio italiano (particolarmente concentrati in Puglia, Basilicata e Valle d'Aosta), di cui la metà con esito fatale. Dati provenienti dalle altre Branche della Fondazione mostrano che questo fenomeno è localizzato principalmente in Italia, Svizzera e Francia, dove avviene la maggioranza degli eventi di manifestazione.

Addendum 1: In seguito allo sviluppo del Sistema Cella della Realtà, la Direzione del Sito Deus ha autorizzato l'apertura di uno squarcio controllato nella Sezione C di massima sicurezza per la cattura di esemplari di SCP-055-IT a vari stadi dello sviluppo. Per fare ciò, è stata emessa la direttiva "Piscator Vacui", che ha destinato ██.000.000 di euro nell'arco di dieci anni al progetto, supervisionato dalla Dott.ssa Claudia Barra.

Di seguito sono riportati i documenti più rilevanti sul progetto. È necessario un Livello di autorizzazione 3 o superiore per visualizzare i documenti.


Addendum 2: Di seguito è riportato un resoconto del dott. Baldini, ricercatore di Livello 4 del Sito Deus, sulle osservazioni svolte nelle varie autopsie su istanze di SCP-055-IT.

Addendum 3: In data 13/07/13, i sensori del Sito Deus hanno rilevato una notevole distorsione spazio-temporale provocata da un branco di diverse centinaia di istanze di SCP-055-IT, che si ritiene essere stato attirato dalle operazioni del protocollo "Piscator Vacui", in movimento verso l'Italia da sud-est; alla velocità attuale, si ritiene che esso raggiungerà il nostro paese entro il 202█, ma che l'incremento di esemplari sarà comunque gestibile dalle strutture attualmente esistenti. La Sovrintendenza ha pertanto ritenuto necessario emanare una direttiva a tutto il personale con autorizzazione di Livello 4/055 o superiore per gestire l'evento.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License