SCP-049-J
voto: +8+x
Elemento#: 049-J
Livello3
Classe di Contenimento:
euclid
Classe Secondaria:
none
Classe di Disturbo:
vlam
Classe di Rischio:
cautela

doctor.png

SCP-049-J che mostra una faccia molto uccellosa.

Procedure Speciali di Contenimento: SCP-049-J è contenuto al Sito 19 Sito 101 Sito 17 Sito 81 Sito 13 nell'area top secret, speciale, ristretta, ad alta sicurezza MK-ULTRA 101.5 WFML, nelle vicinanze di Richmond, in Virginia. Ad SCP-049-J è permesso uscire dalla sua cella solo sotto la supervisione di due (2) (II) (两1) (dos) guardie armate con dei fucili AR-15 e dei manganelli stordenti.

Per via di certe preoccupazioni olfattive dello staff assegnato a SCP-049-J, non è più consentito all'entità di togliersi la maschera.

Descrizione: SCP-049-J è un entità umanoide che indossa l'abbigliamento tipico che viene attribuito ad un dottore della peste medievale. Ulteriori analisi di SCP-049-J hanno rivelato che sotto la mantella, l'entità è principalmente composta da muschio, batuffoli di tesuto e di maschere da dottore della peste più piccole. La seguente è una generale lamentela del personale della Fondazione, l'entità alle volte mente, e occasionalmente, inizierebbe a sudare copiosamente senza un motivo apparente.

Durante il periodo in cui è stato nella custodia della Fondazione, SCP-049-J ha continuamente proclamato su quanto fosse un potentissimo e magico dottore-stregone, capace di "curare" ciò che "affligge l'umanità". Fin'ora, SCP-049-J non è stato capace di curare letteralmente nulla, e tipicamente non fa altro che peggiorare la situazione in modo considerevole.

Sebbene tutto ciò non sarebbe abbastanza per tenere SCP-049-J in modo indefinito come entità anomala, si è anche dimostrato capace (in qualche modo) di evadere i tentativi di cattura e di scappare dai siti della Fondazione subito dopo che si viene a scoprire che questo sia in realtà un inetto. Per questo, e per l'incrollabile curiosità del personale circa le sue auto-proclamate magiche guarigioni ed altre abilità che descrive, SCP-049-J deve essere contenuto e trattato come un entità anomala.

Addendum 049-J.1:

[INIZIO LOG]
Dr. Baker: Ciao SCP-049-J, e benven-

SCP-049-J: Io sono un dottore.

Dr. Baker: -uh, sì, ne sono a conoscenza. Stiamo facendo ciò solo pe-

SCP-049-J: Io ho la cura.

Dr. Baker: (Pausa) …Sì, sì. Ci arriveremo a quello. Prima di iniziare, mi diresti il tuo nome?

SCP-049-J: Hmm sì, molto bene, io ho la cura buon signore; senza dubbio, sì io sono un dottore.

Dr. Baker: … cosa?

SCP-049-J: Portatemi al paziente, io li curerò (gesticolazione con il bastone appuntito da dottore)

Dr. Baker: Gesù, guar- cazzo. Guarda a dove punti quell'affare.

SCP-049-J: Io sono la cura.

Dr. Baker: Ma cosa diavol- Ohh, adesso capisco. Sei un deficiente, non è così?

SCP-049: No buon signore, io sono più efficace. Voglio dire, la mia cura. Io sono la cura. Molto efficace, sì. Quella più efficace. Perché io sono un dottore.

Dr. Baker: Giusto… lo andremo a vedere. Iniziamo a, uh- (Richiama gli assistenti gesticolando)

Due ricercatori traportano un paziente sul tavolo della stanza.

Dr. Baker: Quindi, questo pazien-

SCP-049-J: (Rumore di annusamento preoccupante) -ha la pestilenza, sì. Mmmmmmmmm, la posso sentire.

Dr. Baker: Come stavo dicendo, ha un mal di gola. Ci stavamo chiedendo se tu conoscessi qualche rimedio per curare il suo malessere.

SCP-049-J: Io… (pausa) sì, certamente. Sono un dottore dopotutto. (Il soggetto inizia a frugare nella sua borsa da dottore per un po' di tempo)

Dr. Baker: Ti serve una mano?

SCP-049-J: NO! (Brontolando) Tu non sei la cura. Io sono la cura. (Pausa) Ah, sì. Questo farà al caso nostro.

Dr. Baker: Ma è una scarpa.

SCP-049-J: Sì.

Dr. Baker: E quella riuscirebbe a guarire questa persona?

SCP-049-J: Questa è la cura.

Dr. Baker: D'accordo, va avanti.

SCP-049-J procede a gesticolare in modo drammatico sopra il malato, dopodiché inizia a sbattere violentemente la scarpa contro la sua gola.

Dr. Baker: Ma cosa! Cosa diamine stai facendo? Come riuscirebbe tutto ciò ad aiutarlo?

SCP-049-J: (Urla incoerentemente)

Dopo un momento, l'entità si ferma. Il paziente giace mutilato e morto sul tavolo.

Dr. Baker: …che cazzo era?

SCP-049-J: (Gesto drammatico) Paziente è guarito

Dr. Baker: Cosa? No, lei non sta bene! Hai distrutto la sua gola con una scarpa!

SCP-049-J: No il paziente sta molto bene ora, sì io sono un dottore.

Dr. Baker: Guarda tutto quel sangue! Tralasciando le atrocità morali, ci vorranno ore per pulire questo macello! Hai appena ucciso una persona!

SCP-049-J: No loro sono curati, sì, guarda (prende l'angolo della bocca del paziente e inizia a muoverla, parlando come farebbe un ventriloquo). Sì, ciao io sono il paziente buon signore, e sono stato curato con il metodo più efficace; grazie dottore ha fatto un buon lavoro, sì lei è il miglior dottore, mmhmm mmhmm.

Dr. Baker: Guarda che ti vedo laggiù, la vedo la tua mano e so che non è il paziente a parlare. Cosa dovrebbe essere tutto ciò?

SCP-049-J: (Pausa) Uh… (Pausa) Guarda, c'è altra pestilenza laggiù (Punta dietro il Dr. Baker).

Dr. Baker: (Si gira a guardare) Cosa? Dov- oh, per l'amor di Dio, è scappato di nuovo. Dannazione.

Le registrazioni video del log mostrano come SCP-049 sia fuggito velocemente tramite una porta di servizio. Ulteriori riprese da una città vicina rivelano che SCP-049-J si era fermato da un ferramenta per prendersi un "Bastone da dottore più appuntito"

[FINE LOG]

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License