SCP-049
voto: +15+x
SCP-049

SCP-049, che rivela degli occhi molto simili a quelli umani.

Elemento #: SCP-049

Classe dell'Oggetto: Euclid

Procedure Speciali di Contenimento: SCP-049 è contenuto all'interno di una Cella di Sicurezza per il Contenimento di Umanoidi Standard, nel Settore di Ricerca 02, al Sito-19. Per essere trasportato da un punto all'altro, SCP-049 deve essere sedato e costretto in un'Imbracatura Restrittiva per Umanoidi di Classe III (con collare a scatto e fibbie estensibili), nonché tenuto sotto controllo costante da non meno di due guardie armate.

Nonostante SCP-049 si sia spesso dimostrato cooperativo con il personale della Fondazione, gli occasionali cambiamenti violenti nel comportamento del soggetto devono essere contenuti a piena forza. Durante uno di questi episodi, nessun membro del personale deve entrare in contatto diretto con SCP-049. L'applicazione della pianta della lavanda (L. multifida) si è rivelata efficace nel calmare il soggetto nel caso SCP-049 mostri aggressività; una volta calmato, generalmente SCP-049 torna ad essere cooperativo, e potrà essere ricondotto alla propria area di contenimento con poca o nessuna resistenza attiva.

Onde facilitare il contenimento continuato di SCP-049, è necessario fornire ad esso il cadavere di un animale deceduto di recente (spesso un bovino, o un altro esemplare di stazza simile) una volta ogni due settimane, così che l'entità lo possa studiare. I cadaveri che diventano istanze di SCP-049-2 devono essere rimossi dalla cella di contenimento e cremati. Ad SCP-049 è tassativamente vietata l'interazione con soggetti umani, e ogni richiesta inoltrata in questo senso deve essere respinta.

Update Temporaneo alle Procedure di Contenimento: (Vedi Addendum 049.3) Come da Ordine del Comitato di Contenimento 049.S19.17.1, SCP-049 deve essere tenuto isolato da ogni membro del personale della Fondazione, e l'approvvigionamento bisettimanale di carcasse animali è sospeso a tempo indeterminato. Tali provvedimenti saranno mantenuti fino a quando non si raggiungerà un consenso sul metodo di contenimento a lungo termine di SCP-049.

Descrizione: SCP-049 è un'entità umanoide dall'altezza approssimativa di 1,90 m, il cui aspetto ricorda quello di un medico della peste medievale. Nonostante SCP-049 sembri indossare una spessa tonaca ed una maschera in ceramica, indumenti tipici della professione, tali abiti sembrano in realtà essere cresciuti dal corpo stesso del soggetto, nel tempo1, e al momento sono indistinguibili dalla vera forma sotto di essi, qualunque essa sia. Nonostante ciò, un'esame a raggi X dimostra che sotto lo strato esterno SCP-049 possiede comunque una struttura scheletrica umanoide.

SCP-049 è in grado di comunicare efficacemente in una certa varietà di lingue, nonostante preferisca esprimersi in Inglese o Francese Medievale2. Anche se SCP-049 solitamente si dimostra cordiale e cooperativo con lo staff della Fondazione, esso può diventare estremamente irritato o, talvolta, attivamente aggressivo nel caso egli senta di essere in presenza di ciò che esso stesso definisce "la Pestilenza". Nonostante non sia ancora chiara la natura di questa Pestilenza ai ricercatori della Fondazione, questa pare essere una questione di vitale importanza per SCP-049.

SCP-049 diviene ostile in presenza di soggetti nei quali esso individui tale Pestilenza, ed è spesso necessario trattenere fisicamente l'entità onde evitare danni a persone e cose. Se non si interviene in questi casi, solitamente SCP-049 finirà con l'uccidere ogni individuo di cui sopra; SCP-049 è in grado di far cessare tutte le funzioni biologiche in un organismo tramite il semplice contatto cutaneo. Come tale fenomeno possa verificarsi rimane ancora un dato sconosciuto, e tutte le autopsie eseguite fino ad oggi sui cadaveri lasciati da SCP-049 non hanno prodotto alcun risultato. SCP-049 ha più volte espresso frustrazione o rimorso per questi omicidi, dichiarando che tali interventi hanno contribuito ben poco nell'eradicazione della "Pestilenza"; nonostante ciò, esso cercherà spesso di eseguire una primitiva operazione chirurgica sul cadavere, con l'ausilio di diversi dispositivi medici che si trovano all'interno di una borsa nera da dottore, che esso porta con sé in ogni momento3. Tali procedure non sono sempre "un successo", ma spesso risultano nella creazione di un esemplare di SCP-049-2.

Le istanze di SCP-049-2 sono cadaveri rianimati in seguito ad un operazione chirurgica per mano di SCP-049. Tali esseri non sembrano possedere i ricordi passati o anche solo delle normali funzioni mentali, e possiedono solo le abilità motorie e i meccanismi di risposta basilari. Questi esemplari sono solitamente inattivi, si muovono molto poco e solitamente solo per camminare, ma possono diventare estremamente aggressivi se provocati o se SCP-049 stesso gli ordina di comportarsi in tale modo. Le istanze di SCP-049-2 possiedono delle funzioni biologiche, ma queste non sono in alcun modo simili a quelle che ci si aspetterebbe dalla fisiologia umana. Nonostante tutte queste alterazioni caratteriali e biologiche, SCP-049 sostiene spesso che tali esemplari sono stati "curati".

Addendum 049.1: Ritrovamento

SCP-049 è stato scoperto durante un'investigazione riguardo una serie di sparizioni nella città della Francia meridionale di Montauban. Durante un raid in una abitazione della città, gli investigatori presenti hanno trovato SCP-049 insieme a numerose istanze di SCP-049-2. Durante il susseguente scontro fra le istanze ostili di SCP-049-2 e le forze dell'ordine, è stato notato che SCP-049 si è limitato ad osservare lo scontro e prendere appunti sul proprio quaderno. In seguito all'eliminazione di tutte le istanze di 049-2, SCP-049 si è consegnato volontariamente alla Fondazione.

La seguente intervista è stata condotta dal Dr. Raymond Hamn, durante l'investigazione iniziale.

Intervistatore: Dr. Raymond Hamm, Sito-85

Intervistato: SCP-049


[INIZIO LOG]

SCP-049: (In Francese) Ebbene dunque, come iniziare? Una presentazione reciproca, forse?

Dr. Hamm: (Parlando ai presenti nella stanza) Cos'è, Francese? Fate venire un traduttore-

SCP-049: (In Inglese) Oh, l'Inglese di Sua Maestà! No, nessun bisogno di un traduttore, signore, sono sufficientemente in grado di parlarlo.

Dr. Hamm: Bene. Io sono il Dr. Raymond Hamm, e-

SCP-049: Ah! Un dottore! Un individuo dalla mente affine alla mia, non v'è dubbio. In quale disciplina risiede la Vostra specialità, signore?

Dr. Hamm: Criptobiologia, ma perché-

SCP-049: (Ridendo) Un uomo di medicina, esattamente come me. Oh, che meraviglia! Sciocco me, che credetti poc'anzi di essere stato catturato da dei comuni banditi della strada! (Osserva la stanza intorno) Dunque, questo posto; è questo il Vostro laboratorio? Mi interrogavo in effetti se questo fosse il caso, data l'estrema pulizia e la quasi totale assenza di qualsivoglia traccia della Pestilenza.

Dr. Hamm: La Pestilenza? Cosa intendi?

SCP-049: La Piaga! La Grande Morìa. Suvvia, lo sa benissimo, la, ehm… (si picchietta insistentemente la tempia) …com'è che la si chiama, la… la… ah, poco importa. La Pestilenza, proprio così. Ahimè, essa abbonda al di fuori di queste mura. Tante persone vi sono ormai perite, e molte altre continueranno a farlo, fin quando non verrà ideata la perfetta cura. (Si appoggia allo schienale della sedia) Grazie al Fato, oramai sono assai prossimo al suo completamento. Vede, è il mio supremo compito quello di debellarla dalla faccia del mondo. La Cura delle Cure!

Dr. Hamm: Quando parli della "Grande Morìa", stai parlando della peste bubbonica?

SCP-049: (Rimane un attimo in silenzio) Non ho idea di cosa essa sia.

Dr. Hamm: Capisco. Ok, uh, confermi che le entità che i nostri agenti hanno trovato in casa erano morte quando le hai incontrate? E che successivamente le hai rianimate?

SCP-049: Hm, in un certo qual senso, suppongo di sì. Dottore mio, Voi vedete tutto in maniera sì semplice! Dovete espandere i Vostri orizzonti. Vita e morte, malanno e salute, questi sono termini usati invero solo da dilettanti del mestiere. V'è un solo malanno nel mondo dell'uomo, ed è la Pestilenza. Null'altro! Non abbiate dubbi al riguardo, erano tutti estremamente malati.

Dr. Hamm: Pensi di aver curato queste persone?

SCP-049: Precisamente. La mia cura è estremamente efficace.

Dr. Hamm: Le cose che abbiamo ritrovato non erano più umane.

SCP-049: (Si ferma e lancia uno sguardo al Dr. Hamm) Ahimè, tal cura non è ancora perfetta, ma lo sarà infine, senza fallo. Ma ciò necessita tempo, e ulteriore sperimentazione! Ho passato la vita mia tutta a raffinare i miei metodi, Dr. Hamm, e il Cielo mi fulmini se non ne passerò tutta un'altra, se necessario. Suvvia ora, abbiam sprecato financo troppo tempo. V'è lavoro da compiere! Necessiterò d'un laboratorio mio proprio, uno nel quale possa continuare la mia ricerca senza impedimento alcuno. E degli assistenti, ovviamente, anche se a tal proposito immagino di potermi destreggiare per mio conto, nel tempo. (Ride)

Dr. Hamm: Non penso che la nostra organizzazione si renderà disponibile-

SCP-049: Fandonie. Siam tutti omini di scienza. Ordunque, prendete il Vostro camice, dottore, e portatemi alla mia nuova abitazione. (Indicando in avanti con un bastone a punta) Il nostro lavoro principia ora!

[FINE LOG]

Nota dell'Intervistatore: Nonostante SCP-049 sia in grado di comunicare in modo molto umano, in sua presenza si sperimenta un certo senso di malessere. Invero, c'è qualcosa di davvero peculiare in questa entità.

Abbiamo inoltre confiscato quel bastone appuntito che SCP-049 è solito agitare. Questo è stato fatto in parte per seguire i protocolli standard riguardo gli oggetti personali in possesso della anomalie contenute, in parte perché SCP-049 è una vera minaccia quando agita quel bastone. L'entità si è dimostrata inizialmente seccata, ma dopo che gli sono stati concessi dei pazienti su cui sperimentare (che in realtà sono più per beneficiare la nostra ricerca sul suo comportamento che altro), esso si è abituato all'idea.

Addendum 049.2: Log d'Osservazione

Durante il contenimento al Sito-19, SCP-049 ha trascorso un considerevole lasso di tempo studiando ed eseguendo operazioni chirurgiche sui cadaveri mammiferi fornitigli: la routine pare essere quella di passare diversi giorni a operare la carcassa, per poi (sia che il cadavere sia diventato un esemplare di SCP-049-2 che non) passare altri giorni a trascrivere le sue scoperte nel quaderno in spessa pelle solitamente all'interno della sua borsa. SCP-049 cerca spesso di condividere tali scoperte con il resto del personale della Fondazione.

Quanto segue è un log di diverse occasioni in cui SCP-049 è stato osservato mentre intento ad operare sul cadavere di un mammifero.

Log d'Osservazione 049.OL.1 SOMMARIO

Soggetto: SCP-049

Premessa: Un soggetto del test (D-85123) viene introdotto nella cella di contenimento di SCP-049. L'entità esprime profonda gratitudine ai membri dello staff di contenimento e di ricerca.

Osservazioni: SCP-049 ha cominciato con il chiedere a D-85123 diverse domande standard di carattere medico, prelevando nel mentre alcuni strumenti medici dalla propria borsa. Poco dopo aver terminato i preparativi, SCP-049 si è rapidamente avvicinato al soggetto del test, uccidendolo con un tocco sulla gola. In seguito, SCP-049 ha eseguito diverse alterazioni alla struttura base del cadavere del soggetto, introducendo spesso dei fluidi non meglio identificati provenienti dall'interno della propria borsa tramite una pompetta a mano e dei tubi in rame.

L'istanza risultante di 049-2 si è animata, agitandosi e cercando di afferrare i muri della camera di contenimento con degli arti prodotti dalla procedura medica, il tutto emettendo versi sconnessi tramite un orifizio oblungo ora presente nei pressi dello sterno. Durante questo episodio, SCP-049 ha continuato a scrutare il soggetto e a prendere note sul quaderno, facendo notare al personale presente l'efficacia della sua cura. Il personale di sicurezza è entrato nella camera per rimuovere SCP-049 dal luogo e riportarlo in contenimento, ma sono stati attaccati dall'istanza di 049-2. Dopo che il personale ha eliminato la creatura, SCP-049 ritorna in contenimento senza opporre resistenza, dichiarandosi anzi soddisfatto dei risultati ottenuti.

Log d'Osservazione 049.OL.2 SOMMARIO

Soggetto: SCP-049

Premessa: A SCP-049 viene presentato il cadavere di una capra morta di recente. SCP-049 esprime la propria gratitudine.

Osservazioni: SCP-049 ha operato sul corpo della capra per diversi giorni, producendo infine un esemplare di SCP-049-2. SCP-049 si dichiara soddisfatto del risultato, ammettendo però che "il malanno si trovava ancora nelle fasi prime. La mia pratica veterinaria è ancora rudimentale, temo, ma il paziente ha risposto di buon grado alla procedura."

Log d'Osservazione 049.OL.3 SOMMARIO

Soggetto: SCP-049

Premessa: A SCP-049 viene presentato il cadavere di un orango morto di recente. SCP-049 esprime una profonda gratitudine per la peculiarità del soggetto, rimarcando le grandi similitudini fra l'anatomia umana e quella dell'animale.

Osservazioni: SCP-049 ha passato diversi giorni ad operare sull'orango, rianimandolo diverse volte. Nonostante ciò, SCP-049 è sembrato essere scontento del risultato, tornando per tre volte dalla creatura dopo la prima rianimazione per effettuare ulteriori operazioni. Dopo essere stato incapace di rianimare il corpo per una quinta volta, SCP-049 ha volontariamente riconsegnato il cadavere allo staff della Fondazione per essere cremato, dichiarando che "Ho imparato assai da tale esperienza, seppur temo che l'iniziale mio ottimismo era forse troppo. Mai prima d'ora m'ero imbattuto in… in siffatto blocco sulla mia strada verso la cura. La mia ricerca beneficerà notevolmente da ulteriori esperimenti su soggetti simili, senza dubbio."

Log d'Osservazione 049.OL.7 RESOCONTO COMPLETO

Soggetto: SCP-049

Premessa: A SCP-049 viene presentato il cadavere di un bovino morto di recente. SCP-049 esprime un certo disturbo riguardo il soggetto fornitogli, accettandolo comunque4.

Osservazioni: SCP-049 ha passato diversi giorni a operare sul cadavere del bovino, facendo una pausa esclusivamente per consumare un pasto di cracker sottili, maiale sotto sale e formaggio indurito5. Dopo aver imbalsamato il cadavere, SCP-049 ha estratto un certo numero di grosse siringhe dalla propria borsa, ognuna con un fluido scuro e viscoso al suo interno. SCP-049 descrive questi fluidi come "essenze di umori", precisando che "la Pestilenza è in grado di causar uno sbilanciamento nel sistema tutto. In tal caso, avanti della vera cura, è necessario ripristinare il bilanciamento degli umori corporei, sicché il corpo non rigetti la cura."6

Nell'arco dei giorni successivi, SCP-049 ha trascorso molto tempo a riorganizzare gli organi del cadavere bovino con l'ausilio di diversi strumenti metallici di grossa dimensione. Dopo otto giorni, SCP-049 ha estratto dalla borsa un qualcosa di simile ad un parafulmine, che il Dr. Hamm ha sostituito con un bastone da mandriano elettrico collegato ad un cavo d'alimentazione, con il quale SCP-049 ha colpito il cadavere in diversi punti. Questa azione sembra aver avuto l'effetto di rianimare il bovide che è tornato a muoversi, nonostante l'inversione della testa e il riorientamento degli arti.


Intervista Successiva all'Evento

[INIZIO LOG]

Dr. Hamm: Sono diverse settimane che ti osserviamo al lavoro, ormai, e sinceramente non ho idea di cosa tu stia facendo. Potresti descrivere nel dettaglio il processo che applichi?

SCP-049: Oh, per Diana, no, il processo è invero assai complesso. Come ho già riferito al Vostro assistente, v'è un resoconto dettagliato delle procedure mie qui, nel mio quaderno, in cui diligentemente annoto il mio lavoro7.

Dr. Hamm: Capisco. La mia più grande preoccupazione, dottore, è che non capiamo ancora cos'è di preciso che stai cercando di curare, o come si manifesti, o com'è che trasformare quelle creature in droni senza un cervello semi-viventi possa aiutare nel trovare una cura.

SCP-049: Non comprendete la Pestilenza? Dopo tutto questo tempo? Mio buon dottore, è un orrore senza pari, un orrore che ha mostrato la sua vera natura più e più volte, è che invero lo farà di nuovo. La mia benedizione consiste nell'aver ricevuto la saggezza e i sensi atti ad eradicarla e distruggerla, ma pare che molti, come Voi stesso, non possano. Oh, che crudeltà, essere alla mercé d'un malanno di cui non si comprende la natura!

Dr. Hamm: Comunque questo non risponde alla mia domanda. In che modo la tua è una cura?

SCP-049: (Improvvisamente agitato) Ma essa è una cura! Deridete la mia impresa, se ciò vi giova, ma non macchiate il buon nome del progresso scientifico che ci ha portati sì vicino ad una tale grazia. Quel che Voi qui osservate è una vita di gran lunga migliore di quella che tale creatura avrebbe mai potuto avere, colpita com'era dalla Pestilenza. La creatura è ora pura, incapace di spargere ulteriormente la Pestilenza, e libera infine del terrore che avrebbe altresì avvertito, perpetuamente.

Dr. Hamm: A stento la chiamerei creatura, dottore, non può neanche-

SCP-049: (Molto agitato) Non vi prendete gioco di me, signore! Voi e i Vostri colleghi siete uguali medesimi a tanti altri, incapaci di proiettare il Vostro sguardo al di là di momentanei arresti nel progresso e vedere la luce della salvazione, proprio sotto i Vostri occhi. Attendete dunque a rimuovere delle travi marce, aspettando che il soffitto crolli su di Voi? No, li trovate e li eradicate, rimpiazzandoli con altri immacolati dal marciume! E soprattutto, non vi limitate certo a prendervi gioco della struttura perché essa è ora diversa da voi. Essa è forte! Libera dal malanno!

Dr. Hamm: Chiedo scusa. Non volevo farti agitare. Sto solo cercando di comprendere.

SCP-049: (Fa un profondo respiro) Sì, ebbene, badate alle Vostre parole in futuro, dottore. Sono un professionista, certo, ma pur noi professionisti possiamo sentire l'acuto morso dell'orgoglio quando ci confrontiamo con del siffatto criticismo della nostra opera magna. Vi perdono questo episodio come un atto in buona fede fra buoni colleghi.

Dr. Hamm: C'è qualcos'altro che posso fare per aiutarti?

SCP-049: (Fa una pausa, guardando lontano dal Dr. Hamm) No, è tutto. Un altro soggetto per gli esperimenti, come da programma. Conoscete bene la mia preferenza di soggetti con anatomie più umane.

[FINE LOG]

Nota del Ricercatore in loco: SCP-049 sembra essere davvero preoccupato di aiutare altri essere umani, nonostante finora non sia stato in grado di darci un esempio concreto riguardo cosa sia quello da cui sta cercando di salvarci. Sono ormai diverse settimane che lo osservo, e mentre i risultati non paiono mutare con il tempo, SCP-049 dichiara spesso di avvicinarsi sempre più alla cura. Penso che l'entità sia più conscia della realtà di questi risultati, più di quanto voglia farci credere.

Addendum 049.3: Incidente 16/04/2017

Sin dal contenimento iniziale di SCP-049, il Dr. Hamm ha condotto un certo numero di interviste con il soggetto per tentare di comprendere le sue abilità anomale, e col tempo ha notato un crescente disturbo riguardo i soggetti che la Fondazione forniva all'entità per i suoi esperimenti, nonché riguardo le istanze di SCP-049-2. Queste interviste sono continuate per diversi mesi, durante i quali SCP-049 non ha mai esibito comportamenti aggressivi.

Il 16 Aprile 2017, dopo l'entrata del Dr. Hamm nella camera di contenimento di SCP-049 per condurre altre interviste di routine, l'entità ha cominciato a diventare sempre più ansiosa, chiedendo al Dr. Hamm se si sentisse bene. Come da protocollo, il Dr. Hamm ha ricordato all'entità che era necessario eseguire l'intervista; a questo punto, l'entità è diventata ostile ed ha attaccato il Dr. Hamm, uccidendolo. A causa di un'osservanza incompleta del protocollo del sicurezza, il Dr. Hamm non ha attivato il sistema d'emergenza interno alla camera, e il cadavere del dottore è rimasto in compagnia di SCP-049 per tre ore, senza essere disturbato; a questo punto, il cadavere era già stato trasformato in un'istanza di SCP-049-2.

In seguito a questo incidente, SCP-049 è stato intervistato dal Dr. Theron Sherman.

Intervistatore: Dr. Theron Sherman, Sito-42

Intervistato: SCP-049


[INIZIO LOG]

Dr. Sherman: Ho bisogno che tu mi dia una spiegazione.

(Nessuna risposta)

Dr. Sherman: SCP-049, ti è stato ordinato di spiegare le tue azioni, e ti ricordo che la mancata cooperazione corrisponde a ulteriori restrizioni alle tua azioni durante il tuo contenimento alla Fondazione.

SCP-049: (Un attimo di silenzio) Le azioni mie non necessitano di spiegazione alcuna.

Dr. Sherman: Hai ucciso Raymond Hamm e poi lo hai macellato, finché-

SCP-049: (Interrompe con rabbia) Non morto! No! Non… non morto. Egli è… è curato, ora.

Dr. Sherman: Curato? Curato da cosa?

SCP-049: La Pestilenza, signore! Speravo che infine fosse stati in grado di comprendere quanto sia stato fortuito il caso che io abbia scoperto il malanno prima che-

Dr. Sherman: (Interrompendo) Quale pestilenza? Continui a blaterare di questa pestilenza, ma mai una volta sei stato in grado di definire quale sia questo "malanno". Cosa mai avrai visto in lui oggi che non hai visto tante altre volte? Cos'è che gli è costato la vita?

SCP-049: Lui… (pausa) La Pestilenza si presenta e progredisce in modi imprevedibili, e possiede un peculiare modo di- di intromettersi in coloro che non son pronti, e… (la respirazione diventa affannosa) chiamatelo come Volete, dottore. Quel che ho gli ho fatto è stato un atto di pietà. Egli è curato.

Dr. Sherman: È diventato un vegetale!

SCP-049: (Fa una pausa) Non… non mi aspetto che capiate. Voi e i Vostri… i Vostri compagni vi siete dimostrati più volte come tutto men che uomini di scienza, ma anzi, uomini di- di emozione. Non siete in grado di trarre apprezzamento dagli orrori a quali ho dovuto assistere, i tanti milioni che son soccombuti alla Pestilenza e che son cambiati, e che-

Dr. Sherman: La tua cura è costata la vita a Ray!

SCP-049: No, mio buon SIGNORE, io l'ho salvata! Voi permettereste a questo mondo di ritornare al- alla disperazione nel malanno e nella morte, ignorando il miracolo da me creato e-

Dr. Sherman: (Parlando sopra SCP-049) Quale malanno? Quale pestilenza? Era un uomo in salute, un buon dottore!

SCP-049: -che offro gratuitamente a tutti gli afflitti! Voi non siete degno di tal disquisizione, signore. Voi siete uno sciocco incapace di guardare lontano. Il Dr. Hamm era malato, ed io… (riprendendo il fiato) io l'ho curato. Io son l'unico che ne è capace. Il mio lavorar necessita un prosieguo, v'è ancora tanto da imparare, così tanto da-

Dr. Sherman: Basta, ne ho abbastanza. Considera pure revocati tutti i tuoi permessi. Benvenuto nel vero contenimento, quarantanove. (Lontano dal microfono) Abbiamo finito, qui.

SCP-049: -fare, e tanti altri da salvare! Persino Voi, nonostante non lo meritiate, sarete salvati! Posso salvare tutti voi! Posso distruggere questa piaga, una volta per tutte. Posso farlo! Solo io! Io… Io… (respiro affannoso) io l'ho… l'ho salvato… il Dr. Hamm, io… io l'ho curato… era malato, so bene che lo era, lo so, ed io… siete tutti malati, ma io… io posso salvarvi. Io posso salvarvi tutti, perché io… io sono la cura.

[FINE LOG]

Addendum 049.4: Intervista Post-Incidente

Quanto segue è un estratto dal Rapporto Incidente del 16/04/2017 049. L'intervista è stata condotta dal Dr. Elijah Itkin, ed ha avuto luogo tre settimane dopo l'inizio dell'investigazione iniziale.

Data: 07/05/2017

Intervistatore: Dr. Elijah Itkin

Intervistato: SCP-049

[INIZIO LOG]

Dr. Itkin: SCP-049, quest'intervista è parte dell'investigazione delle azioni che tu hai compiuto in data 16 Aprile, e che sono risultate nella morte di un membro dello staff. Hai qualche commento da fare al riguardo?

SCP-049: Solo che aspetto con trepidazione il giorno in cui mi permetterete di nuovo di procedere col mio lavoro! Ho passato le scorse settimane a rivisitare le mie annotazioni e a costruire una teoria per poter fornire una spiegazione su come la Pestilenza si sia potuta insidiare in modo tale che io stesso medesimo quasi non fui in grado di avvertirla.

Dr. Itkin: Hai provato del rimorso in seguito alle tue azioni? Per la morte del Dr. Hamm?

SCP-049: (Agitando la mano) Ah, già. Ebbene, la morte d'un collega è sempre un'occasione trista, ma nell'affrontare la Pestilenza dobbiamo muoverci con rapidità, dottore, e senza esitazione alcuna.

Dr. Itkin: Il Dr. Sherman ha annotato nel proprio rapporto che sembravi in lutto, durante la tua intervista iniziale.

SCP-049: In lut- (Fa una pausa) È possibile. Non pensavo che… È davvero una sciagura che un compagno dottore divenga infetto, ma il lavoro abbisogna di proseguire. Per quanto… per quanto la morte del Dr. Hamm sia stata una pessima nuova, essa ha fornito degli importanti indizi per la ricerca mia. È così, dei soggetti umani ancora vivi sono l'unico modo di procedere, son deciso. La cura mia non è d'aiuto niuno sulla carne morta, e ho imparato tutto il possibile dal Vostro generoso provvedere di cadaveri. I miei desideri però son verso coloro che ancora vivono, e che necessitano d'un sollievo dal malanno.

Dr. Itkin: Ho paura che non sarai soddisfatto.

SCP-049: (Ridendo) Oh, dottore, io non ne sarei tanto sicuro.

[FINE LOG]

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License