SCP-045
voto: 0+x

Elemento #: SCP-045

Classe dell'Oggetto: Euclid

Procedure Speciali di Contenimento: SCP-045 deve essere sempre tenuto all’interno della Camera di Decompressione 32-s(D). L’atmosfera della Camera di Decompressione 32-s(D) deve essere composta di gas inerti, preferibilmente xeno ed elio. Nel caso SCP-045 venga esposto ad aria normale, l’intero settore di contenimento sarà sigillato e riempito di elio. La riapertura avverrà a discrezione del personale supervisore.

Qualsiasi membro del personale che entri nella Camera deve essere equipaggiato con una tuta a pressione completa, dotata di respiratori interni, e dovrebbe evitare qualsiasi contatto con SCP-045.

Descrizione: SCP-045 è stato trovato in stato letargico in una corrente calda sottomarina, a una profondità di ████ ████████, ████ ███████ e █████ (████) braccia, coordinate ████'█O ████'█N. L’Oggetto venne recuperato da una spedizione sottomarina e portato a bordo con le sembianze di una batisfera. La batisfera fu trovata una settimana dopo l’immersione, galleggiante ad alcuni kilometri dalla sua posizione originaria, riempita di acqua fino a raggiungere una pressione incredibile. Queste circostanze allertarono la Fondazione, e la batisfera venne sommariamente recuperata.

Nel suo stato letargico SCP-045 è un perfetto icosaedro formato da un materiale granuloso che non si correla ad alcun dato spettroscopico conosciuto. Poiché lo si trova solitamente ad alte pressioni, i ricercatori speculano che la forma di SCP-045 potrebbe essere dovuta al grande effetto di compattazione in azione su di esso. SCP-045 reagisce con l’azoto atmosferico, creando grandi quantità d’acqua. Poiché l’acqua creata eccede la quantità di azoto disponibile, si può affermare con ragionevole certezza che SCP-045 attinga massa da fonti extra-locali.

SCP-045 genera fasce sferiche d’acqua a circa 5 centimetri dalla sua superficie, permettendogli di continuare ad attingere all’azoto atmosferico. Queste fasce formano un vortice metastabile che si muove in senso antiorario a una velocità direttamente proporzionale alla quantità di acqua in cui SCP-045 è immerso. Nelle simulazioni, questo vortice esiste a profondità di più di tre kilometri. Immersioni totali nell’acqua, a pressioni superiori alle trecentottanta (380) atmosfere (trentottomila e cinquecento (38500) kPA) causano il collasso del vortice, facendo entrare SCP-045 nello stato letargico a causa della mancanza di azoto.

La composizione dell’acqua generata da SCP-045 è simile a quella dell’acqua marina, ed è creata ad una temperatura tra i dieci e trentadue (10-32) gradi Celsius.

Addendum #045-1: Le analisi del luogo di atterraggio di SCP-045 hanno portato alla luce materia meteoritica extraterrestre, supportando la teoria secondo cui la Terra non avrebbe ottenuto l’acqua attraverso processi geologici. Invece, dopo l’ingresso di SCP-045 nell’atmosfera, questi iniziò a generare acqua, alzando il livello dei mari a quelli correnti.

I modelli al computer mostrano che la generazione di acqua marina ha avuto un picco nell’ Era Pre Cambriana, dopodiché la deriva dei continenti e la generazione dell’acqua hanno lentamente portato SCP-045 a profondità superiori alle tremilaottocento (3800) braccia, mandandolo in ibernazione.

Addendum #045-2: È stato suggerito che un improvviso terremoto nel Mediterraneo durante l’Era del Mito potrebbe aver innalzato brevemente SCP-045 in un ‘punto caldo’, causando la generazione di un vortice dal diametro superiore ai duecento (200) metri. Ciò potrebbe spiegare la continua referenza a Cariddi nei miti del’epoca.

Promemoria riguardante #045: "Te l’ho detto, trovami un pianeta con abbondante azoto atmosferico e otterrò l’autorizzazione per lanciarci questo giocattolino. Terraformazione economica!’’ — ███████ ██████████


Fonte ufficiale: SCP-045

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License