SCP-030-FR
voto: +2+x
blank.png
SCP-030-FR-2.jpg

Coro di SCP-030-FR.

Elemento #: SCP-030-FR

Livello di Minaccia: Giallo

Classe dell'Oggetto: Euclid

Procedure Speciali di Contenimento: L'accesso a SCP-030-FR è interdetto al pubblico col pretesto di importanti lavori di ristrutturazione del luogo e di salvaguardia del patrimonio. Un perimetro di 250 m² è delimitato da palizzate alte 2,5 m, disposte attorno al luogo in cui è situato SCP-030-FR; solamente il personale che dispone di un'autorizzazione di Livello 4 può oltrepassare le recinzione. L'unica porta che permette di accedere in SCP-030-FR risulta bloccata, mentre la chiave si trova sotto la custodia di O5-██. Sulla base dei risultati degli esperimenti effettuati finora, insieme ad ulteriori ricerche sulle caratteristiche di SCP-030-FR, l'ingresso non è consentito fino a nuovo ordine.

Descrizione: SCP-030-FR è una chiesa cattolica costruita nel XIX° secolo, sita nella regione di ████████, in Polonia. I materiali per la costruzione non differiscono in nulla da quelli utilizzati per l'edificazione dei luoghi di culto dell'epoca. Tuttavia, sia i muri che il pavimento sono parzialmente deteriorati, a differenza del tetto, il quale è stato ricostruito a più riprese a causa di crolli avvenuti durante le cerimonie religiose, che hanno portato al definitivo abbandono del luogo nel XX° secolo. SCP-030-FR è provvisto di un balcone, della mobilia usuale di tutte le chiese cattoliche, oltre ad una serie di 20 file di banchi in legno di rovere, sui quali sono sedute (o, più raramente, in piedi) un totale di 40 sagome di forma umana, interamente coperte da un tessuto bianco opaco che rende impossibile qualsiasi identificazione a prima vista. Sul muro interno est di SCP-030-FR è stata scritta a mano la frase "Bóg jest martwy" ("Dio è morto" in polacco) con l'ausilio di un materiale non identificato, di color ocra rossa.

Quando una sagoma viene svelata da un individuo (SCP-030-FR-1) che è lui stesso fisicamente osservato da una terza persona, verrà scoperto il cadavere (SCP-030-FR-3) di un membro fino a quel momento ancora in vita della famiglia di SCP-030-FR-1, a condizione che SCP-030-FR-3 stesso non venga fisicamente osservato da qualcuno mentre SCP-030-FR-1 svela la sua sagoma (consultare il Log esperimento 030-B).

Il legame di parentela tra SCP-030-FR-3 e SCP-030-FR-1 mai estesosi oltre le 3 generazioni da quella a cui appartiene SCP-030-FR-1 può estendersi oltre le 3 generazioni, e il membro della famiglia deceduto sarà sempre il più prossimo genealogicamente a SCP-030-FR-1 (legame di fratellanza in primis, altrimenti un altro rapporto di parentela).

Nel caso in cui una sagoma venga svelata da un individuo (SCP-030-FR-2) che non è fisicamente osservato da una terza persona, si presume che SCP-030-FR-2 scopra il proprio corpo, provocando così il suo decesso, sebbene non sia chiaro come il corpo "morto" di SCP-030-FR-3 nascosto dal velo sostituisca il corpo "vivente" di SCP-030-FR-2 (consultare il Log esperimento 030-C).

Le sagome opporranno una resistenza anomala ad ogni tentativo di movimento, indipendentemente dai mezzi utilizzati e dalla forza esercitata. Finché il velo che cela l'aspetto della sagoma non verrà rimosso, tutti questi tentativi saranno fallimentari. Distruggere una sagoma tramite il fuoco, per esempio, rivelerà il corpo di una nuova istanza di SCP-030-3/SCP-030-FR-2 non appena il tessuto si sarà consumato, e il responsabile del tentativo sarà soggetto agli stessi effetti di SCP-030-FR-1 (o SCP-030-FR-2 nel caso in cui non sia visivamente protetto).

Far sollevare il velo da un robot avrà gli stessi effetti, come se la persona che aziona la macchina avesse sollevato fisicamente il velo. Inoltre, se un velo viene sollevato da due o più individui, sarà il più giovane a subire gli effetti di SCP-030-FR, massimizzando così le possibilità che un familiare stretto muoia nella maniera già indicata.

Quando le sagome presenti in SCP-030-FR non saranno più sorvegliate da un individuo umano, nuovi esemplari rimpiazzeranno quelli che sono stati già svelati, in modo tale che il loro numero rimanga a 39. Il mezzo con il quale sia possible tale rimpiazzo è ancora sconosciuto. Inoltre, la loro posizione all'interno di SCP-030-FR può variare ad ogni riapparizione.

In ragione della minaccia che rappresenta SCP-030-FR per la Fondazione, il suo accesso è vietato dal ██/██/████ e nessun test verrà autorizzato (consultare il Log esperimento 030-D).

Log esperimento - Test A - 08/10/████

Soggetto: D-5058 e suo fratello D-5081, entrambi colpevoli di triplice omicidio.

Procedura: D-5058 è incaricato di sollevare il velo che copre una delle sagome, sotto la sorveglianza del Dott. Carter. Nel frattempo, D-5081 è tenuto in custodia in una cella del Sito-██, osservato attraverso le telecamere della cella dal personale di sicurezza.

Risultato: Viene svelato il corpo di un uomo di età matura, caucasico, identificato da D-5081 come quello di suo padre. Il Classe-D mostra immediati sintomi d'ansia e diventa ostile, per poi venire sopraffatto dalle guardie di sicurezza che accompagnavano il Dott. Carter.

Analisi: Un parente stretto del soggetto può quindi essere influenzato dagli effetti di SCP-030-FR, indipendentemente dalla sua posizione geografica, a condizione che il sogetto non sia osservato fisicamente da un'altra persona quando il tessuto viene sollevato. Dalle informazione ricevute, risulta che il padre dei due Classe-D era da solo in casa al momento del test; è stata inscenata un'intossicazione da monossido di carbonio come causa della morte.

Log esperimento - Test B - 10/10/████

Soggetto: D-5058 e D-5081

Procedura: Viene chiesto a D-5058 di sollevare il velo di un'altra sagoma, sotto la sorveglianza del Dott. Carter. La telecamera di sorveglianza nella cella di D-5081 viene questa volta spenta.

Risultato: Il corpo di D-5081 viene svelato da D-5058. Un rapido controllo mostra che la cella occupata da D-5081 pochi istanti prima è adesso vuota, nonostante l'impossibilità fisica per lui di uscire e trovarsi all'interno di SCP-030-FR. D-5058 diventa di nuovo ostile nei confronti del Dott. Carter e viene neutralizzato dalle guardie di sicurezza.

Analisi: È quindi il membro della famiglia più vicino al soggetto che viene esposto per primo agli effetti di SCP-030-FR in caso di osservazione del soggetto; tutti gli altri membri della loro famiglia sono vivi e quindi potenziali bersagli.

Log esperimento - Test C - 24/10/████

Intervistato: D-8644
Intervistatore: Dr ██████

Premessa: D-8644 è un uomo, caucasico, di 35 anni, avente una sorella, D-9675, entrambi colpevoli per rapina a mano armata e recidività. La presenza di D-9675 all'interno della sua cella al Sito-██ è confermata, dopodiché la telecamera viene spenta. D-8644 è incaricato di entrare in SCP-030-FR da solo e di svelare una sagoma. La porta d'ingresso di SCP-030-FR viene richiusa dietro di lui. La conversazione continua con un microfono.

Dr ██████: D-8644, è entrato in SCP-030-FR?

D-8644: Sì. È… ehm… è normale che ci siano persone vestite di bianco sedute sui banchi?

Dr ██████: Questo è del tutto normale. Vuole avvicinarsi ad una di queste sagome e sollevare il tessuto che la ricopre, per favore?

D-8644: Ma… Perché sono immobili? Chi sono questi tizi? È uno scherzo, vero? È una Candid Camera?

Dr ██████: Abbiamo rimosso tutte le telecamere dall'edificio e nessuno la sta guardando in questo momento. Ecco perché ho bisogno che lei rimuova un velo e mi descriva cosa nasconde.

D-8644: Mi prende per il culo… E.. Sto sognando o ce ne sono 3 dietro che mi stanno guardando?

Dr ██████: Nessuno la sta osservando. Adesso, sveli una sagoma, per favore.

(È stato supposto che in questo istante D-8644 fa cadere il velo che ricopriva uno dei corpi)

D-8644: PORCA PUTTANA! È… ME?

Dr ██████: D-8644? Mi descriva subito quello che vedono i suoi occhi.

D-8644: Ma… non posso più vo…

Dr ██████: D-8644? Risponda!

(D-8644 non dà più nessun segno di vita da questo istante)

Nota finale: Le guardie di sicurezza hanno aperto di nuovo la porta di SCP-030-FR e sono rientrate nei locali su ordine Dott. ██████. Il cadavere di D-8644 è stato ritrovato nella precedente posizione di una sagoma, seduto su un banco, il tessuto steso sul pavimento, posto ai suoi piedi. Un'autopsia effettuata sul suo corpo, privo di qualsivoglia lesione, ha stabilito come unica causa del decesso l'arresto cardiaco.

Log esperimento - Test D - 19/03/████

Soggetto: D-9440, sopravvissuto al massacro di ██████, dove tutta la sua famiglia è stata assassinata in ████.

Procedura: D-9440 è posto sotto la sorveglianza del Dott. ██████. Gli viene chiesto di sollevare il velo di una delle sagome.

Risultato: Il corpo del direttore del Sito-██, fratello di O5-██ viene scoperto.

Analisi: Un lungo lavoro di ricerca ha portato a pensare che D-9440 possieda un lontano grado di parentela con il direttore del Sito-██, e quindi anche con O5-██; [DATI CANCELLATI].

Su decisione unanime del consiglio O5, qualsiasi esperimento su SCP-030-FR è d'ora in poi proibito.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License