SCP-030
voto: 0+x
scp030xray.jpg

Un'immagine a raggi X di SCP-030. La linea solida bianca che va dal centro all'arto sinistro è parte del suo sistema di tracking.

Elemento #: SCP-030

Classe dell'Oggetto: Safe

Procedure Speciali di Contenimento: SCP-030 è confinato al Sito-62 con un grado di sicurezza speciale (Classe F) che gli consente l’accesso a tutti i laboratori di ricerca non sicuri, alle strutture di registrazione ed alle aree comuni sociali (mense, dormitori, palestre) se accompagnato da almeno un (1) addetto del personale di classe 1 o superiore. Con il consenso scritto di un addetto di Livello 4, a SCP-030 può essere consentito l’accesso temporaneo ai laboratori di ricerca sicuri o alle strutture di contenimento degli SCP di classe Euclid per agire come assistente di ricerca sotto la diretta supervisione di uno staff addetto del laboratorio.

SCP-030 è stato dotato di un dispositivo di tracciamento così che la sua posizione all’interno del Sito-62 possa essere sempre determinata con precisione ed in qualsiasi momento. Il software di tracking è installato su tutti i computer dello staff di Classe 3 e superiore.

Scoperta: SCP-030 fu scoperto il 12/06/████ nel suolo del cimitero della chiesa ██ ████ █████████ nel Distretto Mortlake di Londra. Era stato sepolto in una tomba anonima ad approssimativamente 2,7 metri (9 piedi) di profondità, contenuto in un sarcofago di pietra di piccole dimensioni. Il sarcofago non portava alcun segno e si credeva che fosse quello di un infante defunto. Il coperchio del sarcofago fu scheggiato da uno storico locale poco attento durante lo scavo, esponendo così SCP-030 alla luce del giorno. Dopo essere stato colpito dai raggi del sole, SCP-030 si risvegliò dal suo stato inerte ad uno stato di lieve attività nel giro di pochi secondi, esclamando semplicemente “Buon pomeriggio”. Fu convocato un membro della Fondazione delle forze di ricognizione del Greater London in poche ore, che prese il campione in custodia senza che vi si opponesse resistenza.

Descrizione: SCP-030 appare come un umano senza capelli, asessuato, dalla carnagione grigia ed è alto 71cm (28 pollici). I suoi occhi azzurri sono solidi, non hanno iridi o pupille e sembrano piuttosto due zaffiri di piccolo taglio. SCP-030 possiede una voce vagamente maschile con uno spiccato accento inglese ed è in grado di conversare, leggere e scrivere in greco antico, latino, italiano, inglese, spagnolo e portoghese oltre ad altre due (2) lingue che non sono state identificate malgrado SCP-030 insista sul fatto che dovrebbero essere di “conoscenza comune”. SCP-030 tiene regolarmente dei seminari su tali lingue per lo staff del Sito-62. SCP-030 ha inoltre dimostrato di possedere conoscenze di fisica, chimica, astronomia, matematica ed orticoltura ad un livello di post-laurea.
SCP-030 rimane attivo fin tanto che una fonte di luce equivalente alla fiamma di una candela si trovi ad almeno 1,5 metri (5 piedi). In assenza di luce, SCP-030 diventa inerte, sembra perdere apparentemente coscienza e non mostra segni evidenti di vita. Entro cinque-dieci (5-10) secondi dalla riesposizione di luce, SCP-030 si attiva di nuovo e sembra essersi svegliato da un sonnellino, a prescindere da quanto sia stato lungo il periodo di inattività. SCP-030 non sembra richiedere tali periodi di inattività come farebbe un essere umano per il sonno, preferendo rimanere attivo fin tanto che vi è un umano a cui può essere utile.
La biopsia di SCP-030 rimane inconcludente. Anche se la sua struttura sembra essere composta per la maggior parte da argilla proveniente dal suolo inglese, nei campioni prelevati sono state trovate anche tracce di mandragora (Mandragora officinarum), lisciva, mercurio e sangue umano. SCP-030 ha detto che un intervento chirurgico esplorativo completo per determinare il suo funzionamento porrebbe senza dubbio fine alla sua esistenza e non fornirebbe ulteriori risposte. Data la sua utilità durante le ricerche, non è stato considerata l’idea di esaminare SCP-030 oltre alle visite mediche regolari di frequenza mensile.

SCP-030 sembra non necessitare di sostentamento e non produce rifiuti, anche se di tanto in tanto richiede di fare un bagno. Quando gli è stato chiesto circa le sue origini, lui ha risposto dicendo che gli è stato chiesto di “dimenticare quella parte di informazioni”, ma offre un’abile assistenza e comprende qualsiasi problema sul quale si concentra. Ha negato qualsiasi conoscenza precedente circa gli altri SCP contenuti in loco ed ha cortesemente rifiutato di entrare in qualsiasi camera di contenimento SCP senza un sufficiente accompagnamento di addetti alla sicurezza umani. Ad oggi, SCP-030 è stato implicato in non meno di 6000 ore di assistenza alla ricerca al sito-62 per lo staff tra i diversi dipartimenti e comandi. Nonostante la possibilità, SCP-030 non ha mostrato alcun desiderio di voler uscire dai confini del sito-62, affermando regolarmente “C’è parecchio con cui aiutarvi da queste parti, grazie”.

Documento 030-C: Registri di Sicurezza per SCP-030

14/09/████: All’entità identificata come SCP-30 (“Ariel”) viene concessa il provvisorio accesso di sicurezza di livello F, che può essere revocato in qualunque momento dallo staff amministrativo di livello 4 o superiore. Sistema di tracking installato.

21/12/████: SCP-30 afferma che ci sia un malfunzionamento con il suo sistema di tracking. Le riparazioni sono state completate entro sei (6) ore. SCP-030 si è offerto di aiutare, ma la richiesta è stata rifiutata per motivi di sicurezza.

13/03/████: SCP-030 ha completato il seminario di 18 settimane circa il linguaggio sconosciuto Alfa (“Zephyr”), cinque (5) ricercatori del personale vengono considerati scorrevoli circa il linguaggio. Lessicografia trasmessa a O5-█.

16/06/████: SCP-030 ha richiesto sostanze ed uno spazio del laboratorio per la ricerca indipendente. In attesa di approvazione.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License