SCP-030
voto: +4+x

Elemento #: SCP-030

Classe dell'Oggetto: Safe

Procedure Speciali di Contenimento: SCP-030 dev'essere contenuto in una cella di contenimento per umanoidi modificata. Sono da includervi cambiamenti minori per meglio accomodare la statura dell'oggetto, come uno spazio lavorativo ed una sedia dalle dimensioni appropriate. La luminosità all'interno della cella può essere alterata su richiesta di SCP-030 fino ad un massimo di 2 000 lumen tramite una semplice manopola. Nel caso in cui sorga la necessità di rendere inattivo SCP-030, un interruttore esterno alla cella è presente onde indurre un blackout nella cella stessa, così come sono presenti delle spesse tende per bloccare la luce da fuori; sono inoltre presenti set di dispositivi per la visione notturna nella cabina di osservazione di SCP-030 onde osservare il suo stato inerte.

SCP-030 può richiedere materiali per ricerca personale ogni 90 giorni. Tutti i materiali precedentemente richiesti devono essere raccolti e distrutti prima della consegna dei nuovi materiali, e i nuovi materiali richiesti devono essere preventivamente controllati e approvati dal personale di ricerca e da quello di sicurezza. SCP-030 non deve aver accesso ad alcun testo scientifico moderno, e ogni racconto di finzione deve provenire da un anno non successivo al 1623, onde preservare l'integrità della sua conoscenza innata.

Lo staff che intende consultarsi con SCP-030 via scrittura deve anzitutto inoltrare una richiesta formale (documento #030-RS/B) al ricercatore supervisore in carica. Tutta la corrispondenza verrà esaminata. Lo staff che intende consultarsi in persona con SCP-030 deve inoltrare una richiesta formale al direttore del Sito (documenti 030-RP/A, 17-030/A) almeno 30 giorni prima della data considerata. Tutte le sedute verranno registrate. Lo staff anziano di ricerca può richiedere che SCP-030 sia rimosso dal contenimento fino ad un'ora onde dare un parere su materiali non ristretti o eventi al Sito-17. In nessun caso SCP-030 può lasciare i confini del Sito-17. Le richieste per tali estromissioni devono essere presentate almeno 30 giorni prima della data considerata. Tutti gli eventi che occorrono nell'ora di tempo non in contenimento sono da registrarsi e archiviati. SCP-030 è stato equipaggiato con un dispositivo di tracciamento (codice inventario #030-17-1) in modo da poter determinare in ogni momento la precisa locazione dell'SCP all'interno del Sito-17.

Descrizione: SCP-030 ha l'aspetto di un umano senza capelli, senza sesso apparente e dal colore grigio, con un'altezza di 71 cm ed un peso di 12,70 kg (corrispondenti all'antica unità di misura Britannica di due pietre). I suoi occhi puramente blu non possiedono delle iridi o delle pupille chiaramente distinguibili ed assomigliano a dei piccoli zaffiri intagliati. SCP-030 ha una voce androgina con un marcato accento Inglese non associabile ad una regione correntemente esistente; è inoltre in grado di conversare, leggere e scrivere in Greco Antico, Latino, Italiano, Inglese, Spagnolo e Portoghese, così come altre due lingue che non sono ancora state identificate, nonostante SCP-030 insista che dovrebbero essere "conoscenza comune". SCP-030 ha dimostrato conoscenze in fisica, chimica, astronomia, matematica ed orticoltura corrispondenti a quelle di accademici del diciassettesimo secolo, mostrando peraltro una conoscenza in questi campi che non si allinea con i registri storici: tali approcci alternativi o completamente sconosciuti alla ricerca nelle scienze naturali sono uno dei motivi per il quale può essere utile una consultazione con SCP-030.

SCP-030 rimane attivo in presenza di una fonte luminosa di almeno 15 lumen a non più di 1,5 metri di distanza; in assenza di luce, SCP-030 diventa inerte, perdendo apparentemente conoscenza e non mostrando segni visibili di vita. Quando riesposto alla luce, fra i cinque e i dieci secondi più tardi, SCP-030 torna attivo come se svegliatosi da un sonno leggero, indipendentemente dal periodo di inattività. SCP-030 non sembra richiedere questi periodi di inattività come li richiedono i normali esseri umani, ed ha anzi espresso il desiderio di rimanere attivo quanto più a lungo possibile.

Le biopsie e le analisi di SCP-030 rimangono inconclusive. Nonostante sia stato accertato che il corpo sia composto quasi interamente di argilla proveniente dalle contee inglesi del Kent, Surrey e Greater London, sono state anche trovate delle tracce di mandragola (Mandragora officinarum), liscivia, mercurio e sangue umano in ogni campione prelevato ad oggi. Si noti che i campioni rimossi non si rigenerano, e per questo motivo la rimozione di campioni dal corpo di SCP-030 è stata sospesa onde preservarne l'integrità. Anche se danneggiato, SCP-030 non prova dolore, e cercherà semplicemente di dare una nuova forma alla parte del corpo che ha perso massa. Si noti che il corpo non può essere lavorato direttamente da mani umane, e richiede l'utilizzo di implementi adatti. SCP-030 non respira, non richiede sostentamento e non produce rifiuti, nonostante talvolta richieda di fare un bagno.

SCP-030 si riferisce a sé stesso come "Ariel" e chiede regolarmente allo staff di agire allo stesso modo. Ogni domanda circa la creazione di SCP-030 riceve sempre la stessa risposta, apparentemente imparata a memoria: "Mi è stato chiesto di dimenticare questa informazione. Mi dispiace molto." SCP-030 recita tale risposta nello stesso tono e cadenza ogni volta che gli viene posta una domanda riguardo la propria origine o creatore. Data la sua composizione fisica ed il ruolo del suo ritrovamento, si sospetta un collegamento con gli Alchimisti di Alagadda.

SCP-030 è stato scoperto il 12/06/████ durante un'ispezione archeologica obbligatoria previa costruzione di un nuovo parcheggio automobilistico nel distretto Mortlake di Londra. L'oggetto era seppellito a circa 2,7 m sotto il livello del terreno, contenuto in un piccolo sarcofago di pietra senza segni o incisioni, che fu catalogato come la bara di un bambino, data la presenza di altri sarcofagi simili nell'area. Il coperchio della bara fu incidentalmente spaccato durante l'escavazione, esponendo SCP-030 ai raggi solari; pochi secondi dopo l'oggetto si è alzato, augurando il "Buongiorno" al team di lavoratori radunatosi intorno. Di lì a poche ore un ricognitore della forza presidiata nell'area di Greater London arrivò sul posto, mettendo sotto custodia l'oggetto senza incontrare resistenza. Furono inoltre somministrati amnestici al limitato numero di testimoni oculari in loco.

Addendum:

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License