SCP-019-IT
voto: +6+x
Sea_urchin_tests.jpg

SCP-019-IT durante la fase riproduttiva

Elemento #: SCP-019-IT

Classe dell'Oggetto: Euclid

Procedure Speciali di Contenimento: Una singola colonia di SCP-019-IT è contenuta per fini di studio in una struttura per organismi acquatici del Sito Nettuno. Le tubature collegate a tale struttura devono contenere delle grate con spazi di ampiezza inferiore ai 2 cm; inoltre, l'acqua in uscita dev'essere riscaldata a 78°C per denaturare le tossine prodotte da SCP-019-IT. Una volta ogni due mesi, 35 kg di materiale vegetale devono essere introdotto nella vasca per permettere agli esemplari di SCP-019-IT di nutrirsi.

Descrizione: SCP-019-IT è una specie geneticamente modificata di organismi marini appartenente alla classe degli Echinoidea, comunemente noti come ricci di mare. Sono caratterizzati da un corpo rotondeggiante che può raggiungere il diametro di 14 cm. Non sono presenti spine sul corpo di SCP-019-IT, bensì dei bitorzoli collegati ad una ghiandola velenifera; quando si sente minacciato, SCP-019-IT rilascia da essi una potente neurotossina nell'area circostante, la quale stimola altri esemplari a rilasciarne a loro volta. L'apertura orale di SCP-019-IT presenta cinque placche simil-ossee sufficientemente resistenti da triturare legno e piccole pietre. SCP-019-IT è molto adattabile ed è in grado di vivere sia in acqua dolce che salata, a temperature comprese tra i -25°C e i 60°C e di resistere a pressioni fino a 48 atm. SCP-019-IT può inoltre entrare in uno stato di ibernazione se non vi è cibo a sufficienza per la propria sussistenza.

SCP-019-IT si riproduce per gemmazione: quando un esemplare di SCP-019-IT raggiunge una massa corporea di circa 40 g, alcune cellule specializzate presenti sull'area dorsale iniziano a riprodursi rapidamente, formando un nuovo individuo che si stacca una volta raggiunta la massa di circa 12 g. Il nuovo nato può riprodursi a sua volta dopo sole 36 ore se dispone di cibo a sufficienza.

SCP-019-IT può potenzialmente distruggere interi ecosistemi e causare l'estinzione di innumerevoli specie acquatiche in tempi estremamente brevi a causa della sua velocità di riproduzione, della sua adattabilità e della mancanza di predatori naturali in grado di nutrirsene. Per tale ragione, la SSM-II ("Legio Atlantidis") deve indagare su qualunque notizia riguardante SCP-019-IT ed eliminare qualunque esemplare.

Recovery Log: Una grave moria di pesci avvenuta nel 2016 a Marina di Sestri, Genova, attirò l'attenzione della Fondazione, che inviò la SSM-II ad indagare. Dalle analisi effettuate su campioni d'acqua marina e sulle carcasse dei pesci emerse la presenza di una neurotossina sconosciuta, particolarmente concentrata in un'area a circa 400 m dalla costa. L'area venne esplorata attraverso un drone 'Oceanus' modificato che individuò come sorgente della tossina un container di grandi dimensioni poggiato sul fondale a circa 120 m di profondità. La SSM-II utilizzò una nave speciale per estrarlo e trasportarlo al Sito Nettuno, dove venne aperto; al suo interno furono trovati oltre ████ esemplari di SCP-019-IT. Venti di essi vennero contenuti per studiarli mentre gli altri vennero eliminati e inceneriti.

Nota del Colonnello Basilio Aramini, comandante della SSM-II: SCP-019-IT rappresenta una minaccia immensa: basta immaginare cosa sarebbe successo se quel container fosse stato aperto. Per tale ragione, richiedo l'installazione lungo le coste italiane di sensori in grado di individuare la neurotossina prodotta da SCP-019-IT così da poter rintracciare gli esemplari liberi.

Nota di S5-9: Il Concilio degli S5 approva la richiesta. La SSM-II può procedere con la creazione e l'installazione dei rilevatori sia lungo le coste che nelle aree lacustri.

Addendum SCP-019-IT-A: Durante un raid della SSM-IV ("Pugnus Ferri") in una base del Consiglio Fascista dell'Occulto venne trovato un acquario contenente quattro esemplari di SCP-019-IT in stato di ibernazione. Ulteriori indagini portarono alla scoperta di svariati documenti cifrati riguardanti la creazione e il perfezionamento dell'entità, incluso un diario scritto da uno dei ricercatori. Quest'ultimo è stato completamente decodificato, essendo stato scritto con un codice relativamente semplice; di seguito sono riportate alcune pagine.

Addendum SCP-019-IT-B: Uno dei documenti ritrovati dalla SSM-IV è stato decifrato con successo. Il suo contenuto è strettamente riservato al personale di Livello 3 o superiore.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License