SCP-014
voto: 0+x
3241597616_e47326fc1a.jpg

SCP-014 prima del confinamento iniziale.

Elemento #: SCP-014

Classe dell'Oggetto: Safe

Procedure Speciali di Contenimento: SCP-014 deve essere tenuto presso il Sito ██, su di una sedia provvista di braccioli, preferibilmente di fronte ad una finestra. È opportuno inoltre che vi sia della musica in sottofondo, preferibilmente in ogni momento della giornata; tale musica non deve includere pezzi composti dopo il 1937. Una telecamera di sicurezza deve essere sempre presente nella stanza di SCP-014.

Descrizione: SCP-014 è un maschio caucasico che sembra avere circa 30 anni di età, con capelli neri, occhi castani e un viso abbastanza rotondo. I documenti indicano che il suo nome è Robert Chetford, confinato nel 1915 presso il manicomio Norwich del Connecticut per follia delirante, affermando che era stato condannato a vivere per sempre e che di conseguenza si stava lentamente trasformando in calcestruzzo; il manicomio fu chiuso nel 1937 ed i pazienti furono stati trasferiti in altre strutture. SCP-014 venne all'attenzione della Fondazione SCP nel 19██ tramite alcune voci circa un paziente che sembrava essere del tutto immobile e che non mostrava segni d’invecchiamento. Ulteriori indagini hanno determinato che ne doveva essere garantita l’acquisizione.

SCP-014 appare a tutti gli effetti come un uomo normale, ma non sembra invecchiare e non sembra possedere un metabolismo. Egli non mangia, non beve, non suda né dimostra in alcun modo funzioni vitali. Respira solo per parlare e, a parte gli occhi e l’apparato vocale, è immobile a tutti gli effetti. Non ha mai mostrato alcun segno di lesioni da pressione nonostante la sua posizione non sia variata per diversi decenni; neppure i suoi muscoli sembrano atrofizzati. Egli può conversare normalmente, ma mostra poca conoscenza o interesse verso ogni evento a partire dal giorno del suo confinamento.

Addendum:
Nota: Francamente, se avessi interrogato quest’uomo senza conoscere la sua storia avrei pensato che fosse un individuo perfettamente sano che, purtroppo, era divenuto tetraplegico. Stando a ciò, devo concludere che lui è la prova definitiva che è la mente a comandare il corpo. Crede di essere di calcestruzzo e che vivrà per sempre, e crede abbastanza ad entrambe le cose da fare in modo che sia così. In qualche modo.
Dr. █████

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License