SCP-011-FR
voto: +3+x
blank.png
011FR.jpg

SCP-011-FR

Elemento # : SCP-011-FR

Livello di Minaccia : Verde Giallo

Classe dell'Oggetto: Safe Euclide. Vedere l'incidente A.

Procedure Speciali di Contenimento: Nessuna misura di sicurezza particolare deve essere necessaria per SCP-011-FR. Tutti gli agenti di tutte le classi potranno essere assegnati al sito per la manutenzione di SCP-011-FR. Nessun membro del personale femminile dovrà entrare nella cella di contenimento di SCP-011-FR. SCP-011-FR deve essere contenuto in una stanza di 4 x 4 x 4 metri. Un gruppo di due membri del personale dovranno sorvegliare le telecamere di sicurezza in ogni momento nel caso in cui SCP-011-FR appaia o lasci lo specchio. Nel caso SCP-011-FR dovesse essere rimosso dal suo contenitore, contattare urgentemente le Dottor Dahrma.

Descrizione: SCP-011-FR è uno specchio a muro datato al XXè. Esso misura 200cm di altezza per 130cm di lunghezza. E' formato da legno galleggiante e vetro. L'anomalia contiene un'ombra umanoide denominata SCP-011-FR-1. L'entità SCP-011-FR-1 è in grado di far passare degli oggetti dalla sua cella di contenimento all'interno dello specchio. Sembra che l'anomalia possa uscire dallo specchio; tuttavia ciò non è stato confermato. Gli agenti che hanno stabilito un contatto visivo con SCP-011-FR descrivono una sensazione di oppressione ed esprimono angoscia nei suoi confronti.
I tentativi di comunicare con il soggetto non hanno avuto successo. (Vedere intervista SCP-011-FR-1).

Addendum: In origine, SCP-011-FR è stato scoperto dal dottor Jenko in un maniero fuori ██████ per poi essere rimpatriato da una squadra d'intervento presente sul luogo. Il maniero in cui è stato ritrovato SCP-011-FR è stata segnalata da uno dei nostri agenti in missione per il Dottor. Dahrma. Secondo quanto riferito, il maniero è stata abbandonata dal █████. Diversi testimoni affermano di aver visto una persona che camminava per la casa che indossava un mantello con cappuccio. Quando la squadra di intervento è stata incaricata di entrare nel maniero, i suoi membri hanno scoperto un interno in rovina, molto più grande del previsto, completamente in contrasto con le dimensioni della casa. Nel salotto del maniero tutti i mobili erano a pezzi e la tappezzeria a brandelli; c'era anche [DATI CANCELLATI] con una pozza di sangue vicino allo specchio dove si poteva vedere SCP-011-FR-1. Non è stato rilevato nessun segno della persona incappucciata.

Rapporto dell'incidente 011-1-FR

Incidente: Documento-011-FR-A
SCP Coinvolto: SCP-011-FR SCP-011-FR-1
Personale coinvolto: Agente Anna █████, due uomini del personale di Classe D
Data: 21/07/19██
Luogo: Cella di contenimento di SCP-011-FR

Descrizione: Per scopi di ricerca, i componenti di SCP-011-FR, il Dottor ██████ ha autorizzato la raccolta di un campione del legno del soggetto. L'agente Anna █████, armato di bisturi e borsa ermetica, insieme ai due membri del personale di Classe D presero posto nella cella di contenimento. Quest'ultimo si avvicinò all'anomalia; l'ombra all'interno di SCP-011-FR si è manifestata , ma è rimasta calma. Quando è arrivato il turno dell'Agente Anna █████, SCP-011-FR-1 ha urlato e ha afferrato l'Agente Anna █████. Gli altri due membri dello staff sono riusciti a liberarla dall'abbraccio di SCP-011-FR-1, non senza difficoltà; il braccio destro dell'agente è stato strappato durante il processo. Le grida del soggetto si sono interrotte dopo un'ora dall'intervento.

Il dottor ██████ ha richiesto la riclassificazione a Euclid, che è stata successivamente approvata.


Intervista 011-FR-1

Descrizione: SCP-011-FR-1 è un'entità umanoide completamente costituita d'ombre. Essa misura precisamente 192cm. Durante il tentativo di comunicare con SCP-011-FR-1, il Professor Jenko ha stabilito un dialogo, che è stato trascritto dal personale di Classe D presente nella cella di contenimento di SCP-011-FR.
Intervistato: SCP-011-FR, SCP-011-FR-1
Intervistatore: Professor Jenko.
Prefazione: Tentativo di comunicazione per determinare l'origine di SCP-011-FR-1.

<Inizio del file, data e ora: Inizia l'intervista il 30/07/19██ alle 14:30. >

Professor Jenko: Avvicinandosi a pochi centimetri da SCP-011-FR: Ciao SCP-011-FR-1. Sono il professor █████ Jenko. Accetta questo pegno di fiducia.

SCP-011-FR-1: Una mano, che emerge da SCP-011-FR, prende la mela e la riporta nello specchio. Cosa vuole da me?

Professor Jenko: Scoprire di più su di te. Sapere da dove vieni. Perché stai in questo specchio?

SCP-011-FR-1: Dove sono?

Professor Jenko: Nella tua cella di contenimento. Rispondi perfavore.

SCP-011-FR-1: Sono stato rinchiuso in questo specchio. Potrò uscirne solo quando le condizioni saranno giuste.

Professor Jenko: E quali sono queste condizioni?

Il soggetto non ha risposto a questa domanda.

Professor Jenko: Bene … SCP-011-1-FR, chi ti ha rinchiuso in quello specchio?

SCP-011-FR-1: Hmm… potrei passare attraverso lo specchio. Io e io solo. Per gelosia, questa donna incappucciata ha sigillato l'ingresso. Deve morire per fare in modo che io venga rilasciato.

Professor Jenko: Capisco. È per questo che hai attaccato l'agente Anna █████?

SCP-011-FR-1: Non hai sentito cosa ho detto? Deve morire!

A questo punto, il soggetto ha iniziato a urlare freneticamente "Deve morire!"

<Fine del file, data e ora: Fine dell'intervista 30/07/19██ alle 14:54>

Il soggetto sembrava preoccupato e si è preso il tempo di valutare le sue parole prima di rispondere. La menzione dell'agente Anna █████ lo mise in uno stato di estrema rabbia.


Test A-08/02/19██

Oggetto: SCP-011-FR, SCP-011-FR-1
Procedura: La supervisione dell'esperimento sarà sotto il controllo del Professor █████ Jenko. Due membri del personale di classe D (D-1884 e D-1921), una donna di classe D (D-1542) fisicamente e psicologicamente diversa dall'agente Anna █████, così come il Professor Jenko, responsabile della trascrizione del eventi su un taccuino, sono presenti.
Risultati: il Professore è entrato nella cella di contenimento, seguito dal personale di classe D maschile.

Professor Jenko: Ciao, SCP-011-FR-1.

Il soggetto non sembra essere presente.

Professor Jenko: D-1884, vai ad ispezionare lo specchio e dimmi se SCP-011-FR-1 è presente.

D-1884: Non c'è niente lì dentro, Professore, tranne il mio riflesso.

Professor Jenko: Capisco. D-1921, dì a D-1542 di prepararsi. D-1884, siediti di lato e preparati a intervenire se necessario.

D-1542 entra nella stanza con una pagnotta in mano. Il professor Jenko si ritira nella sala di monitoraggio e comunica le istruzioni al personale tramite microfono.

Professor Jenko: D-1884, stai su un lato di SCP-011-FR e tu, D-1921, dall'altro. Ora, D-1542, avvicinati a SCP-011-FR, la pagnotta in evidenza.

D-1542: Sento dei sussurri, Professore. Dicono "Tu … lo farai …"

D-1542 non ebbe il tempo di finire la sua frase quando un grido di angoscia misto ad odio disse "Paga!" La parte superiore del corpo di D-1542 è stata assorbita dallo specchio.

Professor Jenko: D-1884, D-1921, cosa aspettate ad intervenire?!

D-1921: Non possiamo, qualcosa ci impedisce di aiutarla!

Professor Jenko: Fuori!

SCP-011-FR-1: Presto sarò libero.

Analisi: Il soggetto non attacca nessuna persona di sesso maschile. Piuttosto, attaccherà qualsiasi donna che entri nella sua cella di contenimento, facendola rientrare completamente o parzialmente in SCP-011-FR. Il corpo di D-1542 non è stato trovato. Ogni progetto di prova di qualsiasi tipo sarà rifiutato se ha un membro del personale femminile.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License