Pluet Ignem
voto: +8+x

Quella notte ci fu un avvenimento strabiliante, piovve fuoco dal cielo e la morte fu nostra amica in quei interminabili minuti -Frase intercettata da una trasmissione radio di un soldato del CFO

Un mese prima, in una sala riunioni del Sito Asclepio alle ore ██:██ del giorno ██/██/██

Capo armeria Massimo Velotto: Sono stato scelto per svariati motivi, non solo perché facevo parte di una vera squadra di recupero, ma anche perché ero il migliore! Beh non ero il medico più bravo, quello che portava più pacchi di munizioni, ma sicuramente era quello che centrava più merda dell'Isis con il mortaio. Tornando a noi, vi ho scelto in base alle vostre capacità di scelta e di specializzazione. Per molti sarete una ruota di scorta, forse anche la merda della merda. Però ricordatevi che voi sarete la nuova SIR-III, un'unità speciale pronta a scendere in campo per salvare i vostri colleghi; non dovrete vergognarvi se non andrete a catturare anomalie o a uccidere membri del CFO. Voi avete uno dei compiti più gratificanti di tutti! Siate fieri del vostro ruolo, non vergognatevi di salvare vite.

Vocio generale delle varie reclute

Recluta Petro: Mi scusi signor… non si è neanche presentato…

Massimo Velotto: Signor Massimo Velotto! Vostro Capo Istruttore e Capo Armeria, in pratica so tutto quello che vi portate fuori dal sito e nel letto!

Recluta Petro: Capisco… però vorrei chiederle, perché dovrebbe essere creata una nuova squadra? Cioè, esiste già una squadra tattica, la SSM-III, no?

Massimo Velotto: Non ti sbagli cara e stupida recluta, però la SSM-III ha un problema: sono utili per casi estremi e per spaccare il culo con armamenti pesanti. Voi invece servirete per un intervento tempestivo, sia nell'ambito medico, che in quello di supporto e nel trasporto di munizioni. Voi sarete la squadra d'élite delle SIR ci siamo intesi!?

In coro: Sissignore Signore!

Massimo Velotto: Bene, iniziamo con la presentazione dei vostri superiori, ok? Date il benvenuto al Capitano Maia Dellucci, come potete vedere è una donna molto minuta e fragile, ma ha ottime capacità di decisione e una conoscenza medica di base ottima. Lui invece non è un gorilla scappato dalle celle del CFO, ma il vostro tenente Silvio Mazzani: si prenderà cura di tutte le SSM, che avranno bisogno di munizioni, anzi probabilmente porterà direttamente il furgone carico di munizionamento vario, senza guidarlo, letteralmente trainandolo fino al punto d'interesse.
Ora potranno presentarsi, parlando da soli, visto che sono adulti e vaccinati.

Capitano Dellucci: Benvenuti a tutti! In primo luogo voglio complimentarmi con voi, siete stati scelti per le vostre capacità! Poi vorrei procedere con la suddivisione delle varie squadre.

Vocio dubbioso. Il Capitano Dellucci si gira verso il Capo Armeria

Capitano Dellucci: Non li hai avvisati, vero?

Massimo Velotto: Ovviamente no.

Maia Dellucci sospira profondamente

Capitano Dellucci: Bene… ora lo sapete, vi divideremo in 3 grandi squadre: il reparto medico, il reparto munizionamento e trasporto ed infine il reparto mortai. Di quest'ultimo si occuperà il nostro Tenente Giuseppe Santo, che non è ancora arrivato… che angoscia.

Tenente Mazzani: Visto che la mia collega non sa aggiungere enfasi alle sue frasi, ci penserò io a farlo. BENVENUTI NELLA NUOVA SIR-III. Qui non funzionerà nulla se non andremo completamente d'accordo, il Capitano Dellucci si occuperà del reparto medico, invece io del reparto trasporto e munizionamento. Come accennato prima, il reparto mortai sarà assegnato al nostro carissimo Tenete ritardatario!

La porta della sala riunione viene aperta violentemente

Tenente Santo: Scusate il ritardo! Stavo controllando i vari mortai a nostra disposizione.

Il Tenente si va a posizionare vicino ai suoi colleghi

Massimo Velotto: Che cazzata, dillo che ti stavi fumando la tua riserva di erba.

Tenente Santo: Giammai! Non sono quel tipo di persona.

Tutte e trenta le reclute rimangono basite dal comportamento dei loro superiori

Capitano Dellucci: Non ti vergogni? È il primo giorno e ti presenti in ritardo!? Sei fortunato ad avere ancora un lavoro come questo!

Tenente Santo: Fortunato!? FORTUNATO IN COSA SE CON LA VECCHIA SIR-III SONO QUASI ESPLOSO PER LA LORO INCOMPETENZA!?

Capitano Dellucci: Ma questa è la nuova SIR-III, non hai scuse al riguardo

Un silenzio generale ricopre l'intera stanza

Massimo Velotto: Qualche domanda? No perché se non le fate questi si ammazzano di botte, ed io avrei altro da fare ok?

Una recluta in fondo a destra alza la mano

Massimo Velotto: Cosa vuoi chiedere tu laggiù?

Recluta Bianchi: Siamo già stati distribuiti all'interno dei vari reparti?

Capitano Dellucci: Ottima domanda, tu saresti stata un'ottima compagna, se non fossi stata mandata nell'unità del gorilla affianco a me.

Tenente Mazzani: Come?!

Capitano Dellucci: Mi hai perfettamente capita. Altre domande?

Recluta Bianchi: Capisco… grazie mille.

Recluta Franchi: Può spiegarci un pochino a che serve un reparto mortai?

Tenente Santo: A cosa servirebbe? Ottima domanda, se tu avessi 3 anni. Una squadra mortai è essenziale, serve per fornire una forza bellica maggiore, una cosa che molte volte nella storia ha aiutato a vincere le guerre. Immaginatevi il CFO che avanza e all'improvviso si vede piovere dal cielo una pioggia di fuoco e morte.

Recluta Franchi: Capisco… beh non ha tutti i torti.

Per un istante si sente in tutta la stanza una voce femminile molto arrabbiata, proveniente dagli altoparlanti

Secondo: VELOTTO, SE TI AZZARDI A SUPERARE UN ALTRA VOLTA IN BUDGET IO TI AMM…

Il Capo Armeria estrae la sua Colt-1911, sparando successivamente all'altoparlante

Massimo Velotto: Che seccatura di donna, prima mi dice di tenerli in vita, poi di risparmiare sulle attrezzature. Non capirò mai quella donna, forse è per questo che è ancora single.

La porta viene nuovamente aperta con brutalità. Dinanzi a loro, vi era Secondo, più incazzata che mai

Secondo: VELOTTO! NEL MIO UFFICIO, ORA.

Massimo Velotto: Addio! Addio! Amici addio! noi ci dobbiamo lasciare, ma hey è tutto ok!

Il Capo armeria inizia a correre verso l'ufficio di Secondo

Capitano Dellucci: Siamo sicuri che non sia autistico?

Tenente Mazzani: Ama soltanto i meme stupidi, poi avrà qualche frammento di granate nel cervello.

Capitano Dellucci: Tornando a noi, ora vi dirò come siete stati suddivisi. Dieci di voi andranno nella mia squadra, quattro nella squadra del Tenente Mazzani, i restanti sei andranno nella squadra del Tenente Santo.

In coro: Sissignore Signore

Capitano Dellucci: Bene. ORA ANDIAMO VIA DI QUI! CHE TRA POCO ARRIVANO I SOVRAINTENDENTI.

La sala riunioni si svuota velocemente


Un mese dopo, durante l'Operazione [REDATTO], per la neutralizzazione di una base mobile del CFO

Tenente Santo: Squadra mortai, preparatevi a fissare l'artiglieria. Tra cinque minuti saremo al punto designato.

Soldato Martinez: Mortai pronti per la serata elegante, Signore!

Tenente Santo: Perfetto, andremo direttamente alla terza base senza passare dal bacio.

Arrivo al punto designato, una vecchia zona industriale, per la squadra mortai. Il resto della SIR-III si sposta verso la prima parte del cuore della zona industriale.
La base mobile del CFO, si trovava nella seconda parte della zona industriale, oramai impossibilitati alla fuga grazie alla chiusura ad opera della SSM-III
Il Tenente Santo sistema le radiotrasmittenti, in attesa che l'addetto alle comunicazioni della SSM-III dia le coordinate ed il via libera per il supporto d'artiglieria

Soldato Gentile: Mortai pronti e carichi.

Tenente Santo: Ottimo, tra qualche secondo riceveremo le coordinate esatte, cosi non faremo blu su blu. L'ultima volta non è finita molto bene.

Dalla radio si udì il rumore distorto di un soldato, seguito da diversi spari ed esplosioni

Addetto alle comunicazioni della SSM-III: Le coordinate sono ██° ██' ██'' N ██° ██' ██'' E, muovetevi!

Fine trasmissione

Tenente Santo: Avete sentito?! Questo è il nostro invito a cena!

I cinque soldati risposero in coro: Sissignore Signore!
Da quel momento in avanti, i membri della squadra mortai sentirono soltanto il rumore metallico dei razzi che partiva.
Dopo dieci netti secondi, sulle teste dei membri del CFO, iniziò un vera e propria tempesta di fuoco

Addetto alle comunicazioni della SSM-III: BERSAGLIO COLPITO, RIPETE L'ATTACCO.

Tenente Santo: AVETE SENTITO!? MUOVETEVI A RICARICARE.

Quindici minuti dopo, dell'armata del CFO rimase ben poco. I pochi sopravvissuti vennero catturati e portati al Sito Asclepio per un attento interrogatorio.
Il giorno dopo, nella stessa sala riunioni dove ci furono le presentazioni della nuova SIR-III, vi erano il Capitano Maia Dellucci, il Tenente Silvio Mazzini, il Tenente Giuseppe Santo e il Capo armeria Massimo Velotto. Tutti pronti a giudicare la prima operazione ufficiale della SIR-III

Capitano Dellucci: Voglio complimentarmi con tutti voi, per la vostra bravura e il sangue freddo mostrati durante la vostra primissima operazione ufficiale.

Tenente Santo: Sono rimasto altamente impressionato dalla velocità d'esecuzione della mia nuova squadra mortai.

Tenente Mazzani: La mia squadra non è stata da meno, non si sono fermati un singolo istante nel portare le munizioni e rifornimenti ai membri della SSM-III.

Massimo Velotto: Sono molto fiero di voi, non solo avete effettuato un'operazione di soccorso senza il minimo sbaglio, ma siete anche riusciti a salvare i vostri colleghi. Spero che continuiate cosi, anche quando non sarò più tra di voi.

Tutti i soldati si sentirono più appagati, poiché era chiaro che tutto l'addestramento duro e spietato che avevano subito non era stato buttato all'aria.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License