Giocare a fare il Dio
voto: +2+x
blank.png

A chi di competenza,

Innanzitutto, vorrei congratularmi con tutti i membri dello staff che lavorano qui. Quando mi avviai su quel sentiero di ghiaia, non avrei mai pensato che potessimo spezzare lo spazio e il tempo in questo modo come abbiamo fatto noi. La quantità che abbiamo creato è qualcosa che una volta credevo impensabile, eppure c'è ancora molto altro che possiamo realizzare. Il nostro lavoro è lungi dall'essere completo e ci sono molti passaggi obbligatori prima che possiamo anche solo considerare la nozione di smettere. Nel corso dei nostri esprimenti, abbiamo forse scoperto innumerevoli modi in cui l'universo può essere distrutto, e modi in cui possiamo contenere i frammenti. Tutto ciò che abbiamo fatto dalla Stella Odiosa alla Lega Telekill, è stato un completo successo. Attraverso questo, auguro alla Fondazione molti, molti anni di successo.

Tuttavia, questo non è il punto della lettera. Si, ho continuato la mia ricerca verso l'ignoto. Prima di parlarvi di questo, tuttavia, devo approfondire il mio ragionamento per questo esperimento.

L'idea per questa particolare linea di ricerca mi è venuta circa sei mesi dopo che avevamo iniziato. Ero preoccupato. Si, lo so, è fuori dal personaggio per un uomo con così tanto potere, ma ero preoccupato. Vedete, stavamo creando tutte queste cose meravigliose, ma dovevamo essere riservati. Dovevamo assicurarci che nessuno lo sapesse. Con il passare dei mesi, questa preoccupazione si è inasprita. Si sollevano sempre dei sospetti quando si scompare quasi completamente e si riappare diversi mesi dopo, come capo di una grande azienda."
, come capo di una grande azienda. Ogni volta che sentivo dire che un certo SCP era stato creato dall'uomo, mi faceva venire un brivido lungo la schiena. Ho camminato avanti e indietro nel mio laboratorio, chiedendomi come coprire al meglio le mie tracce. Non volevo essere punito per aver fatto avanzare la conoscenza umana. Volevo mantenere una presa salda su questo controllo fino alla morte, come hanno fatto tutti gli altri. Noi abbiamo lavorato assieme. Abbiamo fatto in modo che alcune entità fossero trovate e abbiamo scritto i rapporti per le altre. Questo non era abbastanza. Dovevo trovare un modo per assicurarmi che nessuno potesse mai trovare me, o nessuno intorno a me, fuori. Ben presto mi venne un'incredibile idea.

E se potessi cancellarmi dall'esistenza?

So che lo faccio sembrare come se volessi uccidermi. Non avevo intenzione di porre fine alla mia vita, avevo intenzione di cancellarmi dai documenti ufficiali, facendo sembrare che non fossi mai esistito. Il modo migliore per coprire le mie tracce era distruggerle completamente.

Ci sono voluti alcuni mesi di duro lavoro, ma ho finito. Ho trovato un modo per far sembrare che non fossi mai esistito ufficialmente. Era pericoloso, non mentirò. Ho costruito una gabbia di Faraday intorno al mio laboratorio per proteggermi, a causa della natura potenzialmente volatile dell'esperimento, ho ordinato a tutti di stare alla larga dalla mia stanza e mi sono messo al lavoro.

Ha funzionato. Ha funzionato fin troppo bene.

I miei sospetti sono sorti per la prima volta quando mio fratello è entrato nella stanza ed è stato sorpreso di vedere che ero lì. Ero confuso, ma ho pensato che si fosse solo dimenticato che ero lì. Sono andato alla caffetteria e ho trovato persone che cercavano di capire "quando abbiamo costruito quella gabbia di Faraday". Le ho ignorate, perché non avevo detto a molte persone che la stavo costruendo.

Quando ho trovato un documento ufficiale che descriveva in dettaglio la stanza in cui mi trovavo, è stato allora che ho capito che qualcosa non andava. Ero stato classificato come un SCP.

Non mi sono cancellato dai documenti ufficiali; Mi ero completamente cancellato dall'esistenza. Le persone venivano nel mio laboratorio per fotografarmi, per conversare con me, per capire cosa fossi. Ricercatori di alto livello, i miei amici, mio fratello non mi riconoscevano più. Nessuno riusciva a ricordarsi di me, nemmeno poche ore dopo la cinquantesima visita.

Ho continuato con il mio lavoro. Ho fatto molte di queste cose e le ho messe nel contenimento. Quasi immediatamente, ho notato che le persone non avevano idea da dove venissero. Non la documentazione ufficiale, ovviamente, l'avevo gestita io, ma più specificamente Thomas e mio fratello stavano discutendo, a bassa voce, come non li avessero creati. A quel punto, la realizzazione di quello che avevo fatto mi colpì davvero.

La ragione per cui ho creato la Fondazione e ciò che contiene, all'inizio, è stata la scoperta. Per scoprire cosa potremmo fare se piegassimo la realtà. Per vedere se potevamo migliorare la vita. Ora, ovviamente, è una storia diversa per gli altri. Alcuni di loro sono entrati per guadagno personale, altri per quella scoperta che desideravamo all'inizio, ancora di più per avere la possibilità di creare l'impossibile. Tuttavia, anche questo non spiega il mio ragionamento.

Il fatto è che, dopo aver infranto le leggi della fisica così tante volte, mi sono abituato a giocare a fare il dio. Ora, diventerò un dio. Riesco a manipolare la realtà da dietro le quinte. Mi sono classificato Keter, per vedere come avresti reagito all'idea di qualcosa che potenzialmente può distruggere il mondo e svanire completamente dalla memoria. Mi sono modificato nel documento ufficiale su come abbiamo iniziato, anche se non ricorderai il mio nome. Ho detto a tutti che non sono circolare, e questa è l'unica cosa che ricorderai di me. Mentre il numero di SCP che ho creato è piuttosto piccolo, il numero di idee a cui ho dato vita è enorme.

Ho iniziato anche a manipolare le persone. Ho iniziato a discutere, con ricercatori di alto rango a cui avevo detto di entrare nella mia stanza, cos'altro potevano fare con un SCP. Come potevano adorare le macchine, fare arte, commercializzarle in massa a scopo di lucro o semplicemente distruggerle. Quando se ne sono andati, si sono dimenticati di me, ma si sono ricordati delle idee. Hanno pensato che le idee fossero loro, e così le hanno viste. È stato quasi come fare il lavaggio del cervello. Mi ha dato più potere, potere che ho bramato sin dall'inizio della Fondazione. Controllo tutte queste persone, anche te. Vedi, dopo aver letto questa lettera, correrai via e andrai a dirlo a qualcuno. Lungo la strada, lascerai cadere la lettera e dimenticherai dove stavi andando. Potresti essere la prima persona a leggerlo, potresti essere il centesimo, non importa. Dopo questo, torni ad essere nient'altro che una pietosa, impotente pedina, creata al solo scopo di mettere alla prova il mio controllo.

Tutto ciò che la Fondazione, e qualsiasi altro gruppo, ha fatto dipende da me e solo da me. A volte mi vengono in mente idee e le racconto ad altri ricercatori. A volte li creo e li metto nel contenimento. Organizzo focolai per testare la potenza delle mie creazioni. Ogni idea, ogni pensiero che tu abbia mai avuto nel tuo misero, insignificante spreco di una vita è conosciuto o fatto da me e da me solo.

So che mi considererai cattivo, o ingiusto, o corrotto. So che credi che questo sia inaccettabile e un grande abuso di potere. La verità è che gli dei mortali non aderiscono allo stesso codice morale restrittivo di voi insetti insignificanti.

Il vostro dimenticatoio,

Aaron Siegel
>AKA O5-5.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License