Cosa farò? Ecco quà...
voto: +5+x
173blink.gif

Da: Lisle Naismith [pcs.enoizadnof|htimsianl#pcs.enoizadnof|htimsianl]
A: Overseer Council
Oggetto: Isaiah Henderson
Il mio collega (e amico) Dr. Henderson è stato esposto ad un pericolo cognitivo di tipo FAFNIR nel Sito-59. Gli effetti saranno dormienti per le prossime 72 ore, ma la loro gravità giustificherebbe la sua terminazione prima dell’evento di “stato di rabbia”. Invece del protocollo standard, ha richiesto di essere ucciso da SCP-173.
Consideriate questa come una mia autorizzazione. Posso dire con certezza che lui abbia avuto sempre un certo interesse verso 173.
- Dr. Naismith

Permesso accordato. Questa è una richiesta inusuale, ma dopo 37 anni di leale servizio, è il minimo che possiamo fare. Prenda almeno tre classe-D con lei per mantenere il contatto visivo, all’interno o all’esterno della cella, a seconda di come le pare giusto.
La prego di comprendere che il Consiglio dei Sovrintendenti la terrà personalmente responsabile per una qualsiasi breccia che possa saltar fuori da tutto questo. - O5-11

Poco fuori dal container di SCP-173, il Dr. Henderson teneva una scatola di cartone nelle sue mani sudate.

"Sei sicuro di essere pronto?" disse il Dr. Naismith.

"No," disse Henderson con un sorriso. "Ma nessuno è pronto per questo genere di cose. Come quando andavo dal dentista da bambino. Mia madre aveva un detto per quello."

"Qual’era?"

"Mi disse che dovevo lasciare che il cervello si preoccupasse, mentre i piedi avrebbero fatto qualcosa di completamente diverso."

Naismith rise. "Il coraggio, praticamente."

I quattro membri di classe-D dietro Naismith alzarono gli occhi al cielo.

"Solo una domanda," disse Naismith, indicando la scatola di cartone. "Perché quelli?"

"È qualcosa che mi sono sempre chiesto, Lisle. La risposta sembra ovvia, ma gli scienziati non lavorano con cose che sembrano ovvie."

il quinto classe D, D-42749 vicino ad Henderson, si lasciò appena scappare un "Sono passati 15 minuti, cogliona, fallo entrare o sposatelo!"

Naismith diede una pacca ad Henderson. "Addio, Isaiah."

"Anche a te. Ora, potresti essere così gentile da…"

Naismith fece scattare un interruttore sul lato della stanza. "Sto aprendo il container. Mantenete costantemente contatto visivo con l’oggetto." Un allarme suonò, e i meccanismi di chiusura del compartimento cominciarono a cigolare e scricchiolare.

"Cristo, finalmente," disse D-42749.


Quando la porta si richiuse dietro di loro, D-42749 e il Dr. Henderson si ritrovarono faccia a faccia con il buon vecchio dio della distruzione in cemento e rebar in persona. Per via delle recenti operazioni di pulizia, il pavimento era bianco, per cambiare.

Il Dr. Henderson sospirò, e strinse la sua presa sulla scatola. "Mi scusi, 42749, mi farebbe un piccolo favore?"

D-42749 fece un grugno.

"Chiuda gli occhi. Dia alle sue palpebre un po’ di riposo."

"Il Dr. Naismith ha detto di—"

"Solo una persona deve farlo, e io sono un vecchio professionista di gare di sguardi. Sono chiusi?"

"Sì."

Dopo aver preso un profondo, lungo sospiro, Henderson decise di farla finita. Chiuse gli occhi…

…dopo aver rovesciato una scatola di vecchie bucce di banana ai piedi di 173.

CLANG!

In una frazione di secondo, gli occhi di Henderson si aprirono, e SCP-173 era a faccia a terra sul pavimento dall’altro lato della cella di contenimento. D-42749 emise un urlo. Non smise mai di urlare.

"Ora posso morire in pace" disse Henderson, chiudendo gli occhi.

L’ultima cosa che sentì fu una lastra di cemento che lo schiaffeggiava 27 volte.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License