953 Intervista A
voto: 0+x

Intervistato: Agente █████ ███ ████, da qui in avanti denominato “Agente” (Addendum: Come da protocollo Wilkes-Booth/Oswald, tutte le informazioni sull'identità precedente dell'O5-█ sono state rimosse.)

Intervistatore: Assistente del Direttore ██████████, da qui in avanti denominato “Intervistatore”.

Prefazione: Questa intervista si svolse in data ██-██-████, due giorni dopo la cattura di SCP-953 in data ██-██-████ (Vedi Appendice SCP-953 953-V: Incidenti Precedenti, Perdite Risultanti Da). L'Agente █████ ███ ████ fu l'unico sopravvissuto dell'incidente, durante il quale egli svolse il compito di catturare SCP-953 viva. Quanto segue è un trascritto del debriefing successivo all'azione avvenuto dopo la messa in sicurezza di SCP-953.

Addendum: In data ██-██-████, questo trascritto è stato digitalizzato sotto la Direttiva di Modernizzazione della Fondazione. Conferma dell'integrità del file confermata dall'Operatore Tecnico V████. Sono possibili alcune discrepanze con il formato, la terminologia, e la compatibilità con i moderni Log delle Interviste; ciò è dovuto alla Ristrutturazione del ████. Dove possibile, degli equivalenti correnti sono stati applicati.


<Inizio del Log>

Molto bene, cominciamo. Per favore dichiari il suo nome, grado, e numero di registro per la cronaca.

Agente █████ ███ ████, Quinta Squadra, Divisione Orientale Nota: A seguito della Ristrutturazione del ████, questa unità fu ridesignata Squadra Speciale Mobile di Contenimento Theta-3, “Pugnali di Silla”.

Grazie. Può dirmi cosa ricorda degli eventi accaduti nel giorno ██-██-████ e in quelli successivi?

Va bene. Um… da dove vuole che cominci.

Che ne dice dell'inizio? Dove si trovava quando ricevette gli ordini?

[DATI RIMOSSI]

Grazie per averlo specificato. Può dirmi cosa è successo quando arrivò sul luogo?

Certo, nessun problema. Arrivammo sul luogo e andammo all'obitorio, per dare un'occhiata ai corpi. Usai la storia di copertura del reporter che investigava sui crimini, dicendo che [Agente 1] e [Agente 2] erano rispettivamente il mio fotografo ed assistente. Venne fuori che i medici del luogo pensavano fosse un animale selvaggio, basandosi sulla natura delle ferite e dai resoconti della testimone.

C'era una testimone?

Si, una piccola vecchietta. Era andata nel campo di riso per farsi una pisciata e vide la cosa che si mangiava la sua mucca. Era più incazzata che spaventata, in realtà, continuava a lamentarsi di dove si sarebbe dovuta procurare un'altra mucca di questi giorni, con i tempi duri come erano. Diede una bella occhiata alla cosa, però, e la descrisse come una [DATI CANCELLATI]. Ripensandoci, penso sia allora che cominciarono i problemi…

Potrebbe spiegare?

Si ricorda come [Agente 1] e [Agente 2] fossero entrambi ████, ma che io fossi ██████? Già. Il fatto è che ambo le nostre culture hanno delle storie su mostri simili in sé, ma queste sono diverse nel folklore ████████. Le loro storie tendono a romanticizzare. Puoi avere delle storie di mostri che si innamorano di umani e un sacco di cose del genere. Diavolo, quei due facevano pure battute sul cercare di farsi una moglie ███ da questa storia. Non nelle storie che mi raccontava mia nonna, però. Quella vecchia sadica puttana amava terrorizzarmi, e [DATI CANCELLATI]

[DATI CORROTTI]

Vedemmo questa ragazza seduta sotto una cascata, pettinandosi i capelli. Non nuda. Aveva una sorta di fine veste addosso. Bellissima ragazza, anche, ma sapevamo che doveva essere lei a causa dei suoi piedi. Cercava di nasconderli, con poco successo. [Agente 1] e [Agente 2] sorrisero. Addirittura io pensavo che avessimo un vantaggio su di lei. Oh Dio, fummo così stupidi.

Per favore si spieghi.

Sapeva che la stavamo cercando. Sapeva che noi sapessimo cosa fosse. Lei era… lei era… è come un ragno, ci stava tirando dentro la sua ragnatela. Fece finta di abbassare la guardia abbastanza da farci sentire compiaciuti nella nostra fiducia di noi stessi. Avrei dovuto… non so, avrei dovuto provare qualcosa. Avrei dovuto fare qualcosa.

… ha bisogno di un momento?

No, no… vado avanti. Ci disse di avere un cottage lì vicino, si offrì di servirci la cena, presentarci agli altri. Perché… oh Dio, perché accettai… [Agente 1] e [Agente 2] pensarono che saremmo dovuti andare con lei, dissero che c'era una possibilità che ce ne fossero altri… mentiva, lei sapeva che non c'erano altri, ma sapeva anche che non ci saremmo mai lasciati sfuggire la possibilità di catturare numerosi AFP [Artefatti Fuori Posto - questa designazione fu rimpiazzata con il termine SCP durante la Ristrutturazione]

Ci portò in questo cottage… bel posticino, sa, vecchio e rustico, ma molto accogliente… ci portò dentro, ci servì la cena. Era una perfetta… com'è che la chiamò [Agente 1]… una ██████ █████████. Moglie perfetta. Modesta, gentile, dolce, rispettosa… Ci servì… ricordo, era riso e rape sott'aceto e… qualche tipo di carne, pensai fosse maiale o manzo, deliziosa comunque…

Andammo a letto sentendoci stanchi e mezzi addormentati. Mi svegliai e vidi che [Agente 1] non era lì… immaginai che fosse andato a pisciare o qualcosa quindi decisi di andare a farlo anche io… andai dietro un cespuglio e vidi… beh, lei era lì con [Agente 1] e stavano… voglio dire…

Per favore continui.

… le spiace se dico questa parte fuori dalla registrazione? Non è molto…

Come desidera.

Grazie. Che cosa vide dopo di ciò?

Lei… lo staccò a morsi.

Prego specifichi.

Lei lo… staccò a morsi. Tutto quanto, e poi lo sputò e glielo fece vedere, giusto per fargli vedere tutto mentre succedeva… [Agente 1]… non riusciva a crederci all'inizio, poi stava cercando di urlare ma lei gli strappò la gola con i denti, poi fece la mano così e lo pugnalò in pancia. [Agente 1] stava rigurgitando sangue e cercando di allontanarla, sanguinando ovunque, ma lei lo spinse a terra e cominciò a lavorare con le dita nella sua pancia, mettendo il braccio fino in fondo e tirando fuori qualcosa… deve essere stato il suo fegato, aveva la giusta forma e colore… lo tirò fuori proprio come se stesse sventrando un pesce e lo ingoiò tutto intero.

Lo ingoiò intero?

Come un serpente, lei… un boccone, semplicemente. Poi cominciò a sbucciargli la pelle di dosso, come… un'arancio o qualcosa, non mi fermai a guardare, corsi in casa, svegliai violentemente [Agente 2], gli dissi che dovevamo andarcene, prendere la sua arma. Non lo fece… io feci per prendere le nostre armi, afferrai la mia .45 e poi [Agente 1] entrò nella stanza chiedendo cosa stava succedendo, quindi gli sparai.

Gli sparò?

Lo avevo visto morire, lui era morto, lei lo aveva ucciso, doveva essere lei.

Ne è sicuro? Forse si stava sbagliando.

Lei gli tirò fuori le budella e se le mangiò, lui era MORTO! E i “suoi” occhi brillavano di giallo! Quale diavolo di essere umano ha degli occhi che brillano di giallo?

Capisco, prego proceda.

[Agente 2] afferrò la sua pistola e me la puntò contro, cominciando ad urlare di mettere giù la pistola, io gli urlavo di guardarla, ma lui urlava dicendo che mi avrebbe sparato in testa perché ero uno sporco ████████ e lo aveva sempre sospettato, e ora lo aveva appena provato. [DATI CANCELLATI] e fu allora che la puttana lo afferrò da dietro e la pistola sparò.

Fu allora che lei fu ferito?

Si, mi sparò al braccio, nella parte carnosa, spalla superiore, caddi a terra urlando, e Dio, fa così male. [DATI CANCELLATI] Grassa risata, oh Dio, se pensavo che mia nonna fosse spaventosa, questa puttana… era… se il diavolo fosse una signorina ██████, è così che sembrerebbe.

[REDATTO] ci ho provato, strisciando nel salotto dove avevamo cenato precedentemente quella stessa sera, e provai a chiudere la porta dietro di me… un separé di carta di riso, non avrebbe certo potuto fermarla, ma io… avevo giusto bisogno di qualcosa frapposto fra di noi.

[REDATTO] aveva ucciso e lo aveva messo al posto del tavolo da pranzo… i suoi occhi erano spalancati e la sua pelle scorticata dal cadavere, come nel salone di un macellaio… oh Dio, c'erano le ciotole, quelle dalle cui stavamo mangiando, ma la carne, non era manzo o maiale, era lui… ed il riso… vermi, striscianti sulla sua carne, doveva essere morto da giorni ormai, ma come, lo avevamo visto ai piedi del monte giusto il giorno prima… vomitai. Ce n'erano… alcuni ancora vivi, strisciando nel mio vomito, e io non…

Ha bisogno di una pausa?

No, no, ce la posso fare. Ero immerso fino al collo nella fiaba, dovevo solo completarla. Non avevo alcun [DATI CANCELLATI]

[DATI CORROTTI]

-non era una grande asta punji, ma la prese, dritta nelle budella, la rallentò un po'-

[DATI CORROTTI]

-trascinandomi attraverso il fiume, non riuscivo a nuotare, sbattei la testa sulle rocce, galleggiai trasportato dalla corrente per almeno mezzo miglio attraverso le rapide. Non provò neanche ad inseguirmi giù per il fiume, deve aver fatto un altro giro perché più tardi-

[DATI CORROTTI]

-doveva essere il fuoco, la terza era sempre il fuoco. Andai al furgone che era quasi l'alba, sfondai un finestrino ed andai nel retro. C'era un lanciafiamme… scusi, un “proiettore defoliante” lì per eventuale sterilizzazione, quindi lo afferrai, accesi la fiamma pilota, riuscii ad infilarmelo appena in tempo per vederla uscire dal bosco-

[DATI CORROTTI]

E fu allora che il team di recupero la trovò insieme all'AFP?

Già. La portarono via e accompagnarono me ad un ospedale. Ebbi una tremenda infezione per giorni, non molto sorprendente, immagino.

Un'ultima cosa. Lei è stato registrato come contrario alla terminazione dell'AFP. Date le sue esperienze personali, non sono sicuro del perché dovrebbe volere che una cosa pericolosa come questa viva. Potrebbe spiegare?

[REDATTO]

Non sono sicuro di capire. Mi sta dicendo che simpatizza con lei?

Simpatizzare? Non lo so… No. Non posso dire di farlo. Mi ucciderebbe appena mi vedrebbe, per dispetto se non altro. Essendo maligna, mi ucciderebbe anche solo per vedermi morire. Ma ciò che sta provando a fare… se lo fa, allora lei [REDATTO].

Lei è inoltre registrato per essere contrario ai suoi termini di confinamento.

Perché è pericoloso. Come ho detto, è malvagia. Conserva ogni piccolo affronto nei suoi confronti, e l'unico modo in cui sa ripagare un insulto è la morte. Incatenarla ad un muro come un animale… quando si libererà, e si libererà, ucciderà ogni singola persona che ha anche la più piccola parte in questa faccenda. Non si placherà con nient'altro.

Le ha anche fatto visita diverse volte, nella sua cella di confinamento.

… si, è vero.

Di cosa parlate?

[nessuna risposta]

Agente. Lei ha vissuto una straziante, traumatica esperienza a causa di quest'individuo. Per sopravvivere, lei dovette, a parole sue, “entrare nella sua testa, capire com'è che funziona.” Uno potrebbe addirittura dire che ci sia stato un periodo in cui lei fu suo prigioniero, durante l'inseguimento nei boschi.

Non capisco dove voglia arrivare.

Ha mai sentito della Sindrome di Stoccolma?

Si.

È possibile che…

No.

No?

No. No e basta.

La ringrazio molto per il suo tempo, Agente.

<Fine Log>


Dichiarazione di Chiusura: L'Agente █████ deve essere trasferito al Sito-51 per analisi psicologica e debriefing. L'AFP in questione deve essere tenuto in custodia con i Protocolli di Confinamento di Sicurezza come indicato nel Documento 953-Aleph.

Come nota a margine, sono sconcertato dal livello di superstizione espresso dall'Agente █████ durante il corso dell'intervista. Raccomando che i suoi suggerimenti riguardo il contenimento siano ignorati in favore di approccio più scientifico. Non siamo delle vecchie mogli di pescatori Coreani qui, sono sicuro che possiamo pensare qualcosa di meglio di cani e aghi.

Assistente del Direttore ██████████



Addendum: Ad oggi, in data██-██-████, SCP-953 ha compiuto tre tentativi di fuga, risultanti ogni volta nella morte degli operativi coinvolti più da vicino nel suo confinamento. L'Agente █████ è stato approvato per ritornare in servizio attivo in data ██-██-████, e continua a prestare servizio con la Squadra Speciale Mobile ristrutturata Theta-3.


Fonte ufficiale: 953 Interview A

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License